BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Probabili formazioni/ Danimarca-Italia, Balotelli in albergo...(qualificazioni mondiali 2014)

Un'immagine della partita di andata (Infophoto) Un'immagine della partita di andata (Infophoto)

Nella conferenza stampa di ieri, il c.t. Cesare Prandelli ha dovuto parlare più di Mario Balotelli che della partita. Ecco comunque le sue riflessioni: “Il dottore mi ha riferito l’esito dell’ecografia, che non aveva evidenziato infiammazioni o danni particolari. Mi ha spiegato che con due o tre giorni di terapie Mario sarebbe tornato a disposizione. Balotelli ha ascoltato e non ha detto una parola. E’ sempre preoccupato quando sente qualche dolorino, perché non ha alle spalle grossi infortuni. Ma non mi ha chiesto di tornare a casa. Balotelli deve sdrammatizzare e vivere più serenamente i suoi 23 anni. Il personaggio continua a essere più in vista dell’uomo e del giocatore. In questa partita voglio valutare ragazzi che hanno giocato meno, ma anche fare risultato, per mantenere la nostra posizione nel ranking Fifa, determinante per essere testa di serie al Mondiale. Vogliamo vincere perché aiuta a vincere. E vogliamo giocare bene. Mi riservo qualche dubbio di formazione. Abbiamo provato diverse soluzioni e non ho comunicato ancora la scelta ai giocatori. Dipenderà anche dall’atteggiamento delle Danimarca. una delle squadre più interessanti d’Europa nella costruzione del gioco. Possono soffrire la mancanza di spazi e un po’ di fantasia nella finalizzazione, ma a San Siro nel primo tempo ci hanno messo in grande difficoltà. E altre difficoltà mi aspetto qui a Copenaghen”. Dunque in attacco Prandelli opterà per Osvaldo punta centrale in un 4-3-2-1 che vedrà alle spalle dell'oriundo italo-argentino Candreva e Diamanti, che agiranno sulla trequarti e dovranno garantire qualità al gioco italiano. Centrocampo di titolari con Marchisio, Montolivo e Thiago Motta, mentre in difesa qualche novità in più, con Ranocchia al fianco di Chiellini e sulle fasce De Silvestri e Balzaretti, inattesa coppia di terzini. Infine il capitano Gigi Buffon, che con la partita di oggi staccherà Cannavaro e diventerà l'azzurro più presente di tutti i tempi.

Tra i giocatori a disposizione del c.t. azzurro, in panchina stasera a Copenaghen, spiccano inevitabilmente Cerci e Rossi, in testa alla classifica cannonieri della serie A e certamente desiderosi di ben figurare anche con la maglia della Nazionale. Saranno loro le prime alternative in una panchina che presenta anche veterani come Pirlo, Gilardino e Bonucci oppure talenti come Florenzi. Di certo non mancheranno alternative di ottimo valore in ogni reparto.

Tra chi è rimasto o tornato a casa subito, e chi invece ci sarà martedì a Napoli con l'Armenia ma per ora è out, sono ben cinque gli assenti nella Nazionale italiana: spiccano i titolari indiscussi Barzagli in difesa, De Rossi a centrocampo e Balotelli in attacco, ma si faranno sentire anche le assenze di due grandissimi talenti come Verratti e Insigne.

>