BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Qualificazioni mondiali 2014/ I risultati delle partite e la classifica dei gironi: Germania, Belgio, Svizzera e Colombia qualificate

Le qualificazioni ai Mondiali Brasile 2014: i risultati delle partite e le classifiche dei gruppi. L'Italia mantiene l'imbattibilità, si qualificano Germania, Belgio, Svizzera e Colombia

La Nazionale inglese (Infophoto) La Nazionale inglese (Infophoto)

Terminate anche le partite in America, il bilancio della giornata è il seguente: in Europa hanno staccato il pass Germania, Belgio e Svizzera, in Sudamerica ce l'ha fatta la Colombia. Per le tre squadre europee decisive le vittorie che hanno blindato i primi posti nei loro gironi. A un passo la qualificazione anche per la Spagna, che ha tre punti di vantaggio sulla Francia, e per la Russia che ha lo stesso vantaggio sul Portogallo. Restano incerte solo le sfide tra Inghilterra e Ucraina (un punto di vantaggio per gli inglesi) e tra Bosnia e Grecia, invece appaiate nel loro gruppo. In Sudamerica il 3-3 tra Colombia e Cile promuove i padroni di casa ma di fatto anche gli ospiti, ai quali manca solo la matematica. Stesso discorso per l'Ecuador, che ha battuto per 1-0 l'Uruguay. Per la Celeste al 99% ci saranno gli spareggi intercontinentali. Stessa situazione per il Messico, che nella zona centro-nord americana batte Panama scacciando gli spettri della eliminazione immediata, ma vede l'Honduras (che ha battuto 1-0 il Costa Rica) sempre tre punti avanti a una sola giornata dalla fine.

Mentre sono ancora in fase di svolgimento alcune delle partite in programma per la nona giornata di Qualificazioni Mondiali 2014, giunge il risultato finale dell'Italia che contro la Danimarca in trasferta coglie uno splendido pareggio in pieno recupero. Una partita dalle due facce, un primo tempo nettamente a favore degli azzurri e una ripresa di grande sofferenza, coronata però dal un gol del pari che aggiusta le cose che si erano complicate per la doppietta (avete capito bene) di Bendtner. La classifica del gruppo B rimane allora ben delineata con l'Italia che lo domina a 21 punti davanti a un gruppo compatto di quattro squadre chiuse in un fazzoletto di un solo punticino e con Malta a chiudere a soli tre punti in nove gare.

Torna oggi in quasi campo tutto il mondo per le partite di qualificazione ai Mondiali del Brasile 2014. In tutto sono in programma 31 partite, così suddivise: 24 in Europa, 4 in Sudamerica e 3 nel Centro-Nord America, mentre in Africa gli spareggi cominceranno da domani. Partiamo dalle partite europee, e naturalmente ricordiamo che alle ore 20.15 ci sarà Danimarca-Italia: con gli azzurri già qualificati, la partita interessa soprattutto ai danesi, che stanno lottando per il secondo posto nel gruppo B e dovranno stare molto attenti anche al risultato di Armenia-Bulgaria. Nel gruppo A grandissima attesa per lo scontro diretto Croazia-Belgio: le due squadre che hanno dominato il girone si sfidano, ai belgi basta un pareggio per essere certi del primo posto, i croati sperano di tenere aperti i giochi con una vittoria. Nel gruppo C Germania-Irlanda dovrebbe dare il pass ai tedeschi: di fatto basta un punto in casa contro la squadra di Trapattoni ormai matematicamente eliminata. Svezia-Austria sarà invece lo scontro diretto per il secondo posto, con gli svedesi che sono in vantaggio di tre punti. Nel gruppo D olandesi già qualificati, grande bagarre per il secondo posto: Olanda-Ungheria è esame difficilissimo per gli attuali secondi, inseguiti con un solo punto di ritardo da Turchia e Romania, che hanno partite sulla carta più semplici contro Estonia e Andorra. Nel gruppo E Albania-Svizzera è il match point per gli ospiti, che hanno 5 punti di vantaggio sulla seconda, ma dietro è grande bagarre: l'Islanda spera di approfittare dello scontro diretto Slovenia-Norvegia. Nel gruppo F continua il duello a distanza: Lussemburgo-Russia e Portogallo-Israele ci diranno se gli uomini del c.t. Capello sapranno conservare il punto di vantaggio su Cristiano Ronaldo e soci. Nel gruppo G situazione molto simile, ma le due sfidanti sono appaiate in classifica: Grecia-Slovacchia e Bosnia-Liechtenstein sono gli appuntamenti di stasera nel duello fra greci e bosniaci, che presumibilmente si deciderà solo martedì (Bosnia in vantaggio negli scontri diretti). Nel gruppo H abbiamo la situazione più complicata, con tre squadre racchiuse in un solo punto: lo scontro diretto Inghilterra-Montenegro sarà fondamentale per entrambe, con gli inglesi che hanno un punto di vantaggio su montenegrini e ucraini. Attenzione dunque pure a Ucraina-Polonia: ulteriore elemento di suspense, se facessero il colpaccio i polacchi (a -2 dall'Ucraina, -3 dall'Inghilterra) tornerebbero pure loro in piena corsa, almeno per il secondo posto. Infine il gruppo I, con Spagna-Bielorussia unica partita in programma: gli spagnoli hanno gli stessi punti della Francia, ma una partita in meno e gli scontri diretti favorevoli. Se vincono dunque i campioni in carica saranno già qualificati. In Sudamerica attenzione soprattutto allo scontro diretto Ecuador-Uruguay: si sfidano le due squadre che attualmente sono quarte, e proprio quattro sono le squadre che si qualificheranno direttamente per i Mondiali, mentre la quinta dovrà passare dallo spareggio con la Giordania. Altro scontro diretto è tra Colombia-Cile: i secondi ospitano i terzi, qui potrebbero arrivare verdetti per la qualificazione diretta. Infine, nel Centro-Nord America i riflettori sono per Messico-Panama, clamoroso scontro diretto per il quarto posto che vale almeno lo spareggio contro la Nuova Zelanda: i messicani sono in una situazione complicatissima, mentre l'Honduras (contro il Costa Rica già qualificato) cerca i punti per l'immediata qualificazione.