BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Palermo-Pescara (Risultato Finale 1-0)/ Gol di Munoz, poi dominio biancazzurro (Serie B, nona giornata)

Pubblicazione:domenica 13 ottobre 2013 - Ultimo aggiornamento:domenica 13 ottobre 2013, 23.14

Pasquale Marino, allenatore del Pescara (Infophoto) Pasquale Marino, allenatore del Pescara (Infophoto)

PALERMO-PESCARA (1-0), I ROSANERO VINCONO - Palermo-Pescara finisce con il punteggio di 1-0 in virtù del gol-lampo di Munoz. Dopo il vantaggio, il Pescara ci ha provato in tutti i modi, il Palermo ha opposto una strenua resistenza, che si è rivelata vincente. E finalmente comincia la corsa verso la Serie A.

DIRETTA PALERMO-PESCARA (1-0), IL PRIMO TEMPO - Il posticipo domenicale della 9^ giornata di Serie B tra Palermo e Pescara vede concludersi  il suo primo tempo sul parziale di 1-0 in favore del Palermo. Iachini per questa partita sceglie il 3-4-3.In mezzo alla difesa Munoz e Milanovic affiancano Terzi. A centrocampo agiscono Bolzoni, Barreto e Daprela, mentre in attacco, le punta scelta è Lafferty , supportato sulle fasce da Dybala e Stevanovic. Marino (mister del Pescara)si schiera con un 3-4-3. La porta è  difesa da Belardi, Sulle fasce di difesa agiscono Rossie Zauri. il trio d’attacco è formato da Cutolo, Mascara e Politano. Arbitra il signor Di Bello. Partita piacevole al Renzo Barbera nei primi 45 minuti. La partita si sblocca dopo appena 36 secondi, quando Munoz. su un perfetto corner calciato da Dybala, stacca e infila di testa Berardi. Il Palermo sembra avere la partita in pugno, infatti dopo il goal sfiora anche il 2-0. Ma il Pescara si sveglia intorno al 20° minuto. 5 minuti dopo ecco l’occasione più pericolosa degli abruzzesi, con Rizzo che da fuori area centra  in pieno il palo dopo aver superato Sorrentino. Dopo il palo, il Pescara si carica e sfiora parecchie volte il goal con Mascara e Politano, non concedendo più nulla agli avversari. Ancora un occasione per gli ospiti al 42° minuto quando Sorrentino salva con i pugni un tiro potentissimo di Cutolo. Vedremo se nella ripresa il Pescara di Marino continuerà a spingere come negli ultimi 20 minuti della prima frazione di gioco o se il Palermo riuscirà a mettere la parola “fine” su questa gara. MIGLIORE IN CAMPO PALERMO MUNOZ 7 PEGGIORE IN CAMPO PALERMO MILANOVIC 5 MIGLIORE IN CAMPO PESCARA POLITANO 6,5 PEGGIORE IN CAMPO PESCARA ROSSI 5,5: 

CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI PALERMO-PESCARA LIVE: SEGUI E COMMENTA LA PARTITA IN TEMPOREALE (SERIE B, NONA GIORNATA)

DIRETTA PALERMO-PESCARA: GOL DI MUNOZ - Palermo avanti dopo 40 secondi! Incredibile quello che succede al Barbera: calcio d'angolo da destra di Dybala, Munoz stacca davanti alla porta e mette in rete di testa, dubbi su un tocco di Daprelà che salta insieme al difensore spagnolo e forse è l'ultimo a spingere dentro. Cambia poco: Palermo-Pescara 1-0.

DIRETTA PALERMO-PESCARA: RISULTATO E CRONACA - Si gioca questa sera alle 20.30, allo stadio Renzo Barbera, Palermo-Pescara, posticipo valido per la nona giornata di Serie B. Una sfida che ha il sapore della Serie A: entrambe le squadre infatti sono retrocesse la scorsa stagione. Gli abruzzesi dopo una sola stagione, i rosanero dopo nove anni di militanza nella massima serie. Entrambe hanno iniziato la stagione con propositi di promozione immediata, ma le cose non vanno troppo bene: al momento infatti il Palermo ha 11 punti, avendo leggermente risalito la corrente dopo un inizio stentato, mentre il Pescara di punti ne ha 8 e non vince addirittura dalla prima giornata. Con la vittoria, i padroni di casa si porterebbero a ridosso delle prime, confermando dunque le loro ambizioni da playoff; il Delfino invece riuscirebbe a risalire la corrente e, oltre ad agganciare i siciliani, riuscirebbero a rilanciarsi in termini di classifica. Sono 17 i precedenti giocati in serie B al Barbera: 10 li ha vinti il Palermo, sette i pareggi, e dunque il Pescara non ha mai vinto qui quando si è trattato di serie cadetta. L'ultimo incrocio in assoluto in B risale al 2003-2004, anno della promozione storica dei rosanero: finì 2-0 per il Palermo nella gara giocata all'Adriatico. Il grande ex della partita è Giuseppe Mascara, due anni a Palermo con l'addio proprio l'anno precedente alla promozione. Per Pasquale Marino è quasi un derby: l'allenatore del Pescara è nato a Marsala - provincia di Trapani - e per un biennio ha allenato il Catania, guidandolo dalla Serie B alla Serie A e poi centrando la salvezza, prima di passare ad allenare l'Udinese. In più, lo scorso anno nella grande girandola di allenatori voluta dal presidente Zamparini lo scorso anno, il nome di Marino è più volte emerso, ma alla fine non se ne è fatto nulla. Tra i doppi ex del passato, si segnala Gian Piero Gasperini: proprio la scorsa stagione il tecnico ha preso per mano il Palermo, venendo esonerato in favore di Alberto Malesani e poi richiamato per una sola giornata, prima dell'avvicendamento con Sannino che lui stesso aveva sostituito. Nel Pescara non ha mai allenato, ma ha giocato per cinque stagioni tra il 1985 e il 1990. 

CLICCA QUI PER LA DIRETTA DI PALERMO-PESCARA LIVE: SEGUI E COMMENTA LA PARTITA IN TEMPOREALE (SERIE B, NONA GIORNATA)

Il Palermo, tanto per cambiare, ha già cambiato panchina. Rino Gattuso è saltato dopo la sconfitta di Bari: aveva collezionato 7 punti in 6 giornate e il presidente rosanero ha ritenuto che la grande suggestione estiva fosse stata troppo affrettata. Del resto, lo stesso Ringhio ben sapeva a cosa sarebbe andato incontro, ma ha comunque accettato con entusiasmo; più che a sue colpe, lo stentato inizio di stagione è sicuramente da ascrivere alle difficoltà del gruppo nel calarsi in una realtà che non si conosceva più. La pressione dei tifosi, abituati da tempo a stare al piano superiore e avendo conosciuto anche l'Europa, ha fatto il resto: è stato allora chiamato Beppe Iachini, con la speranza che la sua propensione alle promozioni (le ultime con Brescia e Sampdoria, anche in blucerchiato con una grande rimonta) possa portare la grinta giusta. Le prime due giornate con lui hanno detto bene: vittoria netta contro la Juve Stabia, poi il pareggio sul campo del Brescia. La classifica è sensibilmente migliorata grazie al fatto che siamo solo all'inizio e le squadre sono ancora ragguppate, ma il lavoro da fare c'è ancora. Cinque gol realizzati da Abel Hernandez, 3 per Kyle Lafferty che si sta dimostrando un ottimo acquisto; ma a preoccupare è soprattutto la difesa, che ha già incassato 8 reti. Il Pescara ha una storia simile a quella del Palermo: retrocesso, ha una squadra che si è dovuta abituare nuovamente alle sgomitate nella mischia della Serie B. L'inizio prometteva bene con un 3-0 alla prima partita, ma da allora i biancazzurri non hanno più vinto: 5 pareggi e due sconfitte, anche qui con una difesa che imbarca acqua (11 gol subiti) e un attacco (12) che solo parzialmente riesce a coprire le falle, grazie soprattutto a Riccardo Maniero che ha già messo a segno 4 gol. Pasquale Marino sa che il rendimento dei suoi può e deve migliorare; il carattere c'è, perchè gli ultimi pareggi sono arrivati in rimonta. Si cerca di fare affidamento sui giovani: dalla Roma sono arrivati il portiere Mirko Pigliacelli (che fa da secondo a Pelizzoli), ilc entrocampista centrale Federico Viviani e gli esterni Matteo Politano e Gianmario Piscitella, giocatori che conoscon la categoria e possono dare una mano. Aniello Cutolo e Giuseppe Mascara sono invece i veterani e quelli dotati di maggior talento: a loro spetta il compito di tirare il gruppo, le qualità per tornare in Serie A ci sono ma bisogna cominciare a vincere qualche partita per non trovarsi troppo staccati in classifica. Partita di alta classifica sulla carta, non per quello che la realtà rispecchia ora; vedremo come andrà a finire, la diretta di Palermo-Pescara sta per cominciare…

CLICCA SUL PULSANTE > QUI SOTTO PER LA DIRETTA DI PALERMO-PESCARA LIVE: SEGUI E COMMENTA LA PARTITA IN TEMPOREALE (SERIE B, NONA GIORNATA)


  PAG. SUCC. >