BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Qualificazioni mondiali 2014/ Classifica e risultati delle partite di oggi: Italia imbattuta, ma... (gruppo Europa)

Qualificazioni Mondiali 2014, in diretta live i risultati delle partite di oggi in Europa, con le classifiche di tutti i gironi: tutte le informazioni per una serata di grande calcio

Roy Hodgson (Infophoto) Roy Hodgson (Infophoto)

Sono finite tutte le partite in tabellone per l'Europa in queste qualificazioni ai mondiali 2014 e ancora una incognita pende sugli azzurri, comunque qualificati e che hanno concluso in testa e imbattuti il proprio girone. L'Italia sarà testa di serie nel sorteggio che determinerà i gironi dei mondiali in Brasile? La risposta non può ancora essere data e il rischio che nell'urna l'Italia finisca in un girone "maledetto" c'è eccome. Stiamo a vedere. Intanto nelle pagine seguenti ecco tutti i risultati e le classifiche dei gironi europei delle qualificazioni ai mondiali 2014.  

Grandissima reazione azzurra che solo in quattro minuti riacciuffa il pari con un gol di Mario Balotelli.

L'Armenia passa di nuovo in vantaggio a Napoli contro l'Italia con una rete di Mkhitaryan.

Si chiude anche il gruppo D: Romania e Ungheria vincono 2-0 e sono i primi a qualificarsi per i playoff. La Turchia perde in casa contro l'Olanda, ed è eliminata.

Ancora Wayne Rooney, sempre Wayne Rooney: aveva già sbloccato contro il Montenegro, si ripete contro la Polonia. In questo momento, l'Inghilterra è ai Mondiali mentre l'Ucraina dovrebbe accontentarsi di provarci ai playoff.

Un gol importante quello del centrocampista del Borussia Monchengladbach Xhaka: la Svizzera è già qualificata, ma la Slovenia con la sconfitta abbandonerebbe definitivamente le speranze di playoff, a favore dell'Islanda.

Intervallo al San Paolo: Italia-Armenia 1-1. Ospiti in vantaggio con la rete di Movsisjan, gli Azzurri soffrono qualche ripartenza di troppo ma riescono a pareggiare poco oltre la metà tempo grazie al gol di Alessandro Florenzi.

L'Ucraina mette pressione all'Inghilterra: come prevedibile, gli ucraini passeggiano a San Marino e dopo 15 minuti sono già sul 2-0 (Seleznov e Devic). Con questo risultato l'Inghilterra deve ovviamente vincere, e per il momento la Polonia la blocca sullo 0-0 casalingo costringendola ai playoff. Manca però ben più di un'ora per chiudere le due gare.


Una qualificazione storica: la Bosnia batte 1-0 la Lituania e stacca il pass per il Brasile, condannando così la Grecia a giocarsi i playoff. Decide un gol di Vedad Ibisevic.

E' finita in Grecia: gli ellenici battono 2-0 il Lichtenstein e aspettano un miracolo dalla Lituania.

Fabio Capello ce l'ha fatta: Azerbaigian-Russia finisce 1-1, il tecnico friulano per la seconda edizione consecutiva sarà ai Mondiali con due nazionali diverse. Portogallo ai playoff.

Intervallo: Romania-Estonia (1-0), Turchia-Olanda (0-1) e Norvegia-Islanda (1-1). 

Pareggio incredibile dell'Azerbaigian: Vagif Javadov segna contro la Russia, che ora rischia nei minuti di recupero. Azerbaigian-Russia 1-1.

La Grecia sigilla la vittoria contro il Lichtenstein grazie alla rete dell'ex Inter Karagounis, ma non può gioire: la Bosnia è sempre in vantaggio in Lituania e con questi risultati gli ellenici sarebbero ai playoff.

Altro gol importante: Daniel Braaten pareggia i conti tra Norvegia e Islanda. Per il momento, gli ospiti sono ancora ai playoff: la Slovenia ha comunque bisogno di vincere in Svizzera.

Può essere un gol storico: Vedad Ibisevic porta in vantaggio la Bosnia-Erzegovina e la porta ai Mondiali, battendo finalmente Arlauskas che fino a ora era sembrato insuperabile. Con questa rete, Bosnia qualificata e Grecia ai playoff.

Il gol di Salpingidis è al momento preziosissimo per la Grecia, che a fino primo tempo è in vantaggio sul Lichtenstein e, pur senza spingere molto, si garantisce temporaneamente l'accesso diretto ai Mondiali, visto il pareggio della Bosnia in Lituania.

Israele in vantaggio per 1-0 sull'Irlanda del Nord. Decide Ben Basat, ma le due squadre sono già eliminate.

A fine primo tempo, la Bosnia è ancora inchiodata sullo 0-0 in Lituania. Grande occasione per Misimovic, gli ospiti spingono alla ricerca del gol ma per il momento devono accontentarsi dei playoff, visto che la Grecia sta battendo il Lichtenstein.

A fine primo tempo, Portogallo in vantaggio su Lussemburgo per 2-0. Decidono le reti di Varela e Nani; pratica ormai chiusa, i lusitani hanno l'uomo in più ma devono sperare che la Russia perda per potersi qualificare direttamente (i playoff sono comunque garantiti).

Israele passa in vantaggio al 43' con Eden Ben Basat. Israele-Irlanda Del Nord 1-0; le due squadre sono già tagliate fuori dal discorso qualificazione. 

Al 36' il Portogallo raddoppia: con l'uomo in più i lusitani aprono i rubinetti e mettono in ghiaccio la partita. Segna Nani: Portogallo-Lussemburgo 2-0. 

Portogallo avanti con Varela al 30' minuto. I lusitani erano appena rimasti in superiorità numerica per l'espulsione di Joachim e hanno subito approfittato della cosa. Purtroppo, il gol ancora non basta perchè anche la Russia sta vincendo. 

La Russia di Fabio Capello è sempre più vicina alla qualificazione al Mondiale del 2014: Roman Shirokov porta in vantaggio la nazionale russa al 16' minuto, presentandosi da solo davanti ad Agayev e battendolo. Azerbaigian-Russia 0-1.

Fine primo tempo a Nicosia: Cipro-Albania 0-0 (gruppo E)

Oggi si gioca l'ultimo turno delle qualificazioni mondiali in Europa. Tutti in campo alla ricerca degli ultimi verdetti: cinque squadra hanno già ottenuto il biglietto per Brasile 2014, e sono Italia e Olanda (che si erano già qualificate dopo le partite di settembre) e poi Germania, Belgio e Svizzera, che hanno festeggiato venerdì sera. Ora la lotta è nei restanti quattro gruppi per conquistare il primo posto che qualifica direttamente, mentre in quasi tutti i raggruppamenti ci sarà battaglia almeno per il secondo posto che vale i playoff, con l'eccezione però della peggiore seconda, che sarà subito eliminata (clicca qui per analizzare tutte le combinazioni per il secondo posto e i playoff). Andiamo dunque a vedere, girone per girone, cosa ci proporrà la serata. Nel gruppo A il Belgio è già qualificato e la Croazia è sicura del secondo posto: ai croati serve giusto un punticino contro la Scozia per essere sicuri di non essere la peggiore seconda senza dover dipendere dagli altri gruppi. Nel gruppo B, dietro all'Italia, è lotta a tre: sono Bulgaria, Danimarca e Armenia a contendersi il secondo posto, con il rischio però che la peggior seconda esca proprio da qui. Nel gruppo C è tutto già deciso: Germania qualificata e Svezia tra le otto migliori seconde, ecco dunque che il big-match Svezia-Germania sarà di fatto un'amichevole di lusso. Il gruppo D ricorda il nostro: Olanda già in Brasile, lotta a tre per il secondo posto tra Turchia, Romania e Ungheria, ma anche per loro con il rischio di essere la peggiore seconda. Nel gruppo E abbiamo una Svizzera già promossa e il duello fra Islanda e Slovenia per il secondo posto, anche in questo caso con il pericolo di essere la peggiore seconda. Più semplice la situazione del gruppo F: Russia favoritissima per il primo posto dal momento che ha tre punti di vantaggio sul Portogallo, i lusitani cercheranno di dare l'ultimo disperato assalto al primato. In ogni caso, la seconda è già certa di fare i playoff. Il gruppo G è il più emozionante per il primato, dal momento che Bosnia e Grecia hanno gli stessi punti: i bosniaci sono leggermente favoriti perché hanno miglior differenza reti, che sarà decisiva in caso di arrivo a pari punti. Chi arriva secondo, comunque, è certo di poter fare almeno i playoff. Bella battaglia nel gruppo H: l'Inghilterra ha un punto di vantaggio sull'Ucraina, che però ha già di fatto tre punti in tasca perché stasera affronta San Marino. Tutto dunque si deciderà in Inghilterra-Polonia, che decreterà se gli inglesi passeranno o se dovranno accontentarsi dei playoff (in ogni caso certi, anche per l'Ucraina). Infine il gruppo I, quello con una squadra in meno: la Spagna ha tre punti in più della Francia, che dunque ha una remotissima speranza di arrivare ancora prima, a patto però che i campioni in carica perdano in casa contro la Georgia e i Blues ribaltino la differenza reti. Altrimenti, saranno playoff (già sicuri).