BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Nazionale/ Prandelli: testa di serie? Questione di prestigio, le più forti non mi spaventano

Cesare Prandelli è rapidamente tornato sulla qualificazione dell'Italia, che ai prossimi Mondiali non sarà testa di serie e potrebbe per questo affrontare un girone più duro

(INFOPHOTO) (INFOPHOTO)

ITALIA, LE PAROLE DI CESARE PRANDELLI - L'ANSA ha raccolto le dichiarazioni del commissario tecnico della nazionale italiana, Cesare Prandelli. Che vede gli azzurri fuori dalle teste di serie per il prossimo Mondiale, ma non se ne preoccupa più di tanto: "E' soprattutto -ha dichiarato- questione di prestigio. Non mi spaventa il rischio di trovare subito Brasile o Spagna, guardate come è andata all'Europeo. E' quasi meglio così. Vogliamo sempre sognare in grande, preferisco partire con umiltà e concentrazione". L'Italia ha concluso il gruppo B delle qualificazioni al primo posto con 22 punti, un bottino non sufficiente per accedere alla manifestazione carioca come testa di serie. Questo significa che la nostra nazionale può trovare nel primo girone una squadra tra Brasile, Spagna, Germania, Argentina, Colombia, Belgio Svizzera e Uruguay (oppure Olanda se la Celeste sarà sconfitta dalla Giordania nello spareggio). Prandelli si appella al carattere che la sua squadra ha già mostrato in situazioni apparentemente difficili: l'ottimo cammino agli ultimi europei iniziò con un meritato pareggio contro la Spagna, che partiva favorita e che poi ci annientò in finale. Più di una volta l'Italia ha reso al meglio partendo a fari spenti, o a "luci soffuse": chissà che non possa essere così anche in Brasile. Il sorteggio della fase a gironi del mondiale avverrà il 6 dicembre prossimo a Salvador de Bahia.

© Riproduzione Riservata.