BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Qualificazioni Mondiali Brasile 2014/ Le squadre qualificate e tutti i playoff: la situazione

La situazione delle qualificazioni ai Mondiali Brasile 2014: ventuno squadre già qualificate. Ecco chi sono e i playoff che attendono le ventidue squadre ancora in corsa nei sei continenti

Infophoto Infophoto

Ventuno squadre già qualificate per i Mondiali, altre ventidue ancora in corsa, perché si contenderanno nei playoff gli ultimi undici posti a disposizione per accedere a Brasile 2014. Ieri sono finiti i gironi europei (clicca qui per i risultati e le classifiche): alle cinque già qualificate si sono aggiunte le ultime quattro vincitrici dei gironi. Per Spagna e Russia era di fatto un atto formale, più emozionante l'approdo dell'Inghilterra, che ha battuto per 2-0 la Polonia tenendo così a bada l'Ucraina, naturalmente vittoriosa contro San Marino, e soprattutto quello della Bosnia, che vincendo per 1-0 in Lituania ha conquistato il primo posto del gruppo G pur arrivando a pari punti con la Grecia, condannata dalla differenza reti. Per la Nazione ex jugoslava sarà la prima volta nella storia. Ai playoff, oltre a ucraini e greci, ci saranno pure big come Francia e Portogallo, con i francesi che oltretutto non saranno teste di serie nel sorteggio degli accoppiamenti (che si terrà lunedì), ma anche la Svezia di Zlatan Ibrahimovic. Ci saranno poi la Croazia, che però negli ultimi mesi è andata nettamente in calando, la Romania (che ha bruciato allo sprint la Turchia) e l'Islanda, sicuramente la sorpresa più inattesa. Fuori la Danimarca, seconda del nostro girone, scartata in quanto peggiore seconda dei nove gironi. Finiti nella notte anche i gironi di Sudamerica e Centro-Nord America (clicca qui per i risultati e le classifiche): qui hanno centrato la qualificazione diretta nell'ultimo turno Cile ed Ecuador da una parte e l'Honduras dall'altra, condannando invece due storiche grandi agli spareggi intercontinentali. Infatti l'Uruguay è arrivato quinto nel gruppone sudamericano e dunque dovrà affrontare la Giordania, a sua volta quinta nella zona asiatica, mentre il Messico, relegato al quarto posto del girone finale centro-nord americano dovrà vedersela con la Nuova Zelanda, vincitrice della zona Oceania. Infine, l'Africa, che sta seguendo un suo percorso a parte: le dieci vincitrici dei gironi si stanno affrontando in cinque spareggi per designare le qualificate. In questi giorni si sono giocate le partite d'andata, a novembre ci sarà il ritorno: Ghana e Nigeria hanno già posto una seria ipoteca, anche la Costa d'Avorio è messa bene, più incertezza nelle altre due sfide.