BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Pagelle/ Cagliari-Catania: i voti della partita (Serie A, ottava giornata)

Le pagelle di Cagliari-Catania: i voti ai protagonisti della partita del Sant'Elia, anticipo dell'ottava giornata di serie A. Dopo il primo tempo la partita è già molto viva...

Victor Ibarbo (Infophoto)Victor Ibarbo (Infophoto)

Finalmente il Cagliari ritorna al Sant’Elia dopo aver giocato un anno e mezzo al Nereo Rocco di Trieste e trova la sua seconda vittoria in campionato nel match contro il Catania. Sono 3 punti preziosi per una squadra che in questo avvio di stagione ha espresso un buon calcio, dal punto di vista del gioco, senza tuttavia riuscire a impressionare. Con il successo di oggi i sardi si portano a quota 10 e lasciano il Catania momentaneamente al quint’ultimo posto in attesa dello svolgimento delle partite di domani. La gara andata in scena questa sera, valida per l’anticipo dell’ottava giornata, è stata ricca di emozioni nel primo tempo e abbastanza piatta nella ripresa (clicca qui per il tabellino di Cagliari-Catania). 

Se nella prima parte entrambe le squadre si sono rese pericolose in diverse occasioni, la seconda frazione di gioco è stata caratterizzata da continui cambi di fronte nonostante il Catania giocasse in inferiorità numerica per l’espulsione di Legrottaglie. Il Cagliari ha cercato di impostare il gioco ma solo negli ultimi minuti è riuscita a ribaltare completamente le sorti della gara grazie alle incursioni del neo entrato Pinilla.

Sono 3 punti preziosi quelli guadagnati oggi dai ragazzi di Lopez, sia per la classifica che per il morale. La squadra deve ancora trovare un’identità di gioco ma è sicuramente sulla buona strada. La spinta derivante dai giocatori che subentrano dalla panchina risulta essere un’arma in più per una squadra che punta ad arrivare a quota 40 nel minor tempo possibile 

I siciliani passano in vantaggio dopo appena 4 minuti  di gioco, giocano un buon primo tempo senza farsi influenzare psicologicamente dal fattore campo ma vengono penalizzati fortemente dall’espulsione di Legrottaglie. Nella ripresa i ragazzi di Maran cercano di limitare l’azione dei sardi finchè possibile. Inoltre è complice la sfortuna che costringe un giocatore d’esperienza come Almiròn ad abbandonare il campo per un guaio muscolare 

Una partita non facile dal punto di vista dell’intensità di gioco e di conseguenza aumenta la difficoltà per il direttore di gara. Giacomelli è stato attento ad ogni particolare e quando la partita finisce nessun dubbio rimane riguardo il suo operato. L’espulsione di Legrottaglie è più che giusta in quanto fallo da ultimo uomo.

Il primo parziale di Cagliari-Catania finisce 1-1 grazie alle reti messe a segno prima da Gonzalo Bergessio per gli ospiti e poi da Victor Ibarbo per i sardi padroni di casa, che festeggiano oggi il ritorno allo stadio Sant'Elia dopo circa un anno e mezzo. Una partita ricca di occasioni da rete e di emozioni caratterizza questa prima frazione di gioco. Dopo appena quattro minuti di gioco è appunto Bergessio che realizza di testa, su calcio d'angolo battuto dal ceco Plasil. Il Cagliari riesce ben presto a riorganizzarsi per impostare efficientemente le manovre offensive. Quella di Conti è solo una prova che precede il gol: gran botta fuori area ma Frison c'è e respinge il pallone che poi finisce in angolo. Al 25' il capitano effettua un lancio preciso di prima intenzione per Ibarbo: il colombiano è abile a difendere il pallone che protegge fino ad arrivare in area, si gira rapidamente lasciando Legrottaglie di sasso e calcia deciso a rete da posizione defilata. Il pallone finisce in gol, Frison non può nulla di fronte alla potenza del tiro: come sempre, il gol di Ibarbo non è banale. Prima Izco e poi Sau proviano a impensierire rispettivamente i portieri di Cagliari e Catania. Al 40' Cabrera recupera palla a centrocampo e lancia Ibarbo, che si invola verso l'area: Legrottaglie non riesce a fermarlo e lo atterra in area. Il fallo è da ultimo uomo e costa al difensore l'espulsione e il calcio di rigore ai danni della squadra siciliana: proprio il colombiano va sul dischetto, ma il suo tiro non è impeccabile. Frison intuisce e poi è reattivo sulla ribattuta di testa sempre da parte del colombiano. Finisce così un primo tempo molto entusiasmante. Ci sono le premesse per una grande ripresa, anche se il Catania avrà l'handicap di doverla affrontare in inferiorità numerica.