BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Probabili formazioni/ Livorno-Sampdoria, notizie alla vigilia (Serie A, ottava giornata)

Probabili formazioni di Livorno-Sampdoria in vista del match in programma al Picchi di Livorno domenica pomeriggio alle ore 15.00. Entrambi gli allenatori scelgono il 4-3-1-2. 

Immagine d'archivio Immagine d'archivio

Dopo la pausa delle nazionali, torna il campionato. Domenica 20 alle ore 15.00 è prevista al Picchi la sfida salvezza tra gli amaranto di Davide Nicola e i blucerchiati di mister Delio Rossi. I padroni di casa, neopromossi, non sono partiti male: sono a quota 8 e hanno finora espresso un buon calcio, ma pesa la brutta sconfitta di Napoli, finita 4-0 per la banda Benitez; un’onta da cancellare subito davanti al proprio caldo pubblico. Ma la Sampdoria, in cerca della prima vittoria stagionale, arriva in toscana con il coltello tra i denti per uscire da una situazione di classifica alquanto precaria: penultima con appena tre punti. L’arbitro dell’incontro sarà il signor Celi, assistenti De Luca e Faverani, mentre il quarto uomo sarà Giallatini. Arbitri di porta Peruzzo e Di Bello.

Gli amaranto nelle ultime quattro partite hanno raccolto appena 2 punti. 8 gol messi a segno in stagione, di cui 3 dal bomber Paulinho. Non certamente un attacco prolifico, per una squadra che non fa certo del possesso palla la sua arma di forza (23 minuti scarsi a partita) e così le punte si trovano poco fornite e costrette a scendere molto per andare a giocare il pallone. Troppo pochi i 4.6 dentro lo specchio della porta a partita, per non sottolineare come la squadra del presidente Spinelli sia ultima nella classifica della supremazia territoriale. Nicola, dopo un buon inizio, vuole dare una svolta, affidandosi al 3-4-1-2: a centrocampo dovrebbero giocare Schiattarella (diffidato) Luci, Duncan e Mbaye (in ballottaggio con Gemiti). Greco sarà il trequartista alle spalle del duo Emeghara-Paulinho. In difesa è dato per certo il rientro di Emerson e una sicura maglia da titolare aspetta il giovane Ceccherini, mentre Coda appare in vantaggio su Rinaudo. Infine Biagianti, smaltito la contrattura alla coscia destra, dovrebbe partite dalla panchina. 

Delio Rossi si trova tra le mani una squadra demotivata e troppo poco incisiva in campo. I 3.3 tiri nella porta a partita tradiscono la poca convinzione che alberga nell’animo dei giocatori blucerchiati. Per non parlare dei 6 gol realizzati dall’inizio del torneo, uno dei peggiori attacchi dell’intera Serie A, a fronte dei 13 incassati. Possesso palla ancor più basso degli amaranto con poco 22’ e 29’’ a partita. È l’atteggiamento che è sbagliato. La Sampdoria, insieme ai cugini del grifone, è la squadra meno pericolosa del campionato con il 37.4%, e sta pagando il fatto di non avere un bomber che assicuri 15 gol. Gabbiadini sta tradendo le aspettative, ma potrebbe essere proprio la sfida con il suo ex compagno in Under21 Bardi ad accendergli il mancino. Non pochi grattacapi per mister Rossi che cambia ancora modulo e gioca a specchio adottando il 3-4-1-2: Da Costa tra i pali, in difesa Regini centrale con Gastaldello e Costa ai lati. A centrocampo De Silvestri a destra e Gavazzi a sinistra con Obiang e Krsticic in mezzo. Sansone dietro le punte Eder e Gabbiadini.