BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Probabili formazioni/ Manchester City-Bayern Monaco, le ultime novità (Champions League, gruppo D)

Pubblicazione:mercoledì 2 ottobre 2013 - Ultimo aggiornamento:mercoledì 2 ottobre 2013, 14.45

Foto Infophoto Foto Infophoto

FORMAZIONE BAYERN MONACO - Anche Guardiola naturalmente ha dovuto rispondere a domande per quanto riguarda Pellegrini, contro il quale ha un record decisamente vincente (non ha mai perso contro di lui): "Non conterà nulla, Manuel sa far giocare bene ogni squadra che allena. Mi piace sfidarlo, pratica un gioco a viso aperto e palla a terra. Non vedo l'ora che inizi la partita". E ancora, sul fatto che lui stesso abbia preso in mano una squadra che ha vinto tutto: "I trofei erano già tantissimi, uno in più non fa differenza. Detto questo sono soddisfatto del mio lavoro solo quando giochiamo bene. Per esempio, sabato abbiamo vinto ma con una prestazione insufficiente". La vittoria per 1-0 contro il Wolfsburg non ha convinto, ma è anche vero - come ha ricordato il tecnico - che a centrocampo mancano giocatori, e bisogna adattarsi. Guardiola al momento ha abbandonato il 4-3-3: era uno dei grandi dubbi al suo arrivo in Baviera, subito risolto in favore di un più strutturale 4-1-4-1 che esalta le caratteristiche dei suoi senza rinunciare al "pivot" davanti alla difesa. Che potrebbe e dovrebbe essere Philip Lahm; non si può fare altrimenti visti gli infortuni (anche Schweinsteiger è in dubbio). Dunque a destra c'è Rafinha, quantomeno rientra Jerome Boateng (in mezzo con Dante) e sembra stare bene anche Arjen Robben, che sarà l'esterno a destra con Ribery a sinistra e Kroos a occuparsi del centrosinistra. Davanti, scelto ancora Mario Mandzukic: questa è la vera sorpresa, perchè si pensava che Guardiola avrebbe schierato Muller da attaccante "mascherato" come era stato con Messi a Barcellona, e invece Pep ha dimostrato di sapersi adattare al contesto. Per ora, i fatti gli danno ragione. 

PANCHINA BAYERN MONACO - Muller va dunque in panchina, insieme a Mario Gotze che causa infortunio ha giocato pochissimo. Claudio Pizarro sembrava destinato alla partenza, e invece è rimasto e continua a fare quello che fa meglio: i gol. Poi Shaqiri, giocatore che con Guardiola sta trovando più spazio, il terzino sinistro Diego Contento e Van Buyten, uno dei veterani del gruppo.

INDISPONIBILI BAYERN MONACO - Guardiola ha fatto riferimento alle tante assenze, e ne ha ben donde: Badstuber, ma soprattutto Javi Martinez (per molti il vero indizio, un anno fa, del futuro di Guardiola, si disse che era stato un acquisto "su commissione" di Pep) e Thiago Alcantara, lui richiesto in prima persona e a gran voce dal tecnico catalano, che già a Barcellona lo faceva giocare pur dietro agli intoccabili Xavi e Iniesta. Nei piani dell'allenatore, sarebbe lui l'uomo davanti alla difesa.

CLICCA SUL PULSANTE > QUI SOTTO PER LO SCHEMA CON IL MODULO DI PARTENZA E LE PROBABILI FORMAZIONI DI MANCHESTER CITY-BAYERN MONACO (CHAMPIONS LEAGUE, GRUPPO D)


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >