BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Probabili formazioni/ Shakhtar Donetsk-Manchester United, le ultime novità (Champions League, gruppo A)

Pubblicazione:mercoledì 2 ottobre 2013 - Ultimo aggiornamento:mercoledì 2 ottobre 2013, 14.25

Lo United esulta (Infophoto) Lo United esulta (Infophoto)

PROBABILI FORMAZIONI SHAKHTAR DONETSK-MANCHESTER UNITED (CHAMPIONS LEAGUE, GRUPPO A): LE ULTIME NOVITA' - Agli ordini dell'arbitro Kralovec, alle 20:45 di questa sera si gioca Shakhtar Donetsk-Manchester United, partita valida per la seconda giornata del gruppo A di Champions League. Al momento sono le più accreditate alla qualificazione agli ottavi di finale; certamente per il blasone, ma anche e soprattutto perchè avendo vinto all'esordio hanno già 3 punti in classifica e adesso si possono permettere di gestire la situazione. Entrambe dunque hanno il match point sulla racchetta: è chiaro che se i Red Devils dovessero vincere fuori casa si prenderebbero un bel pezzo di secondo turno e se lo metterebbero in tasca; anche se il Bayer Leverkusen non va certo sottovalutato, e anche la Real Sociedad può togliere punti importanti. 

FORMAZIONE SHAKHTAR DONETSK - Mircea Lucescu sembrava dover abbandonare lo Shakhtar la scorsa estate, e invece è rimasto per cogliere altri successi. Principale artefice della crescita esponenziale di un club capace di vincere la Coppa UEFA nel 2009 e portare lo stellare Barcellona ai supplementari della Supercoppa Europea, il tecnico rumeno ogni estate vede calciatori partire per un mucchio di soldi e, senza fare una piega, ne fa crescere degli altri. Intanto, ha voluto "consolare" il collega David Moyes che non è certo partito benissimo su una panchina davvero scomoda: "Gli allenatori hanno sempre bisogno di tempo, il cambiamento sta creando problemi a Moyes così come il turnover, noi in Ucraina ne facciamo molto meno. E poi anche Ancelotti, Mourinho e Pellegrini stanno incontrando difficoltà". Va da sè che Lucescu cercherà di portare a casa la vittoria stasera, in barba ai problemi del collega scozzese. Lo farà con il 4-4-2, perchè i giocatori di oggi hanno imposto il cambio di modulo. Sono rimasti in tanti della vecchia guardia: il portiere Pyatov, poi il croato (capitano) Dario Srna, Kucher-Rakitsky come coppia centrale, Hubschmann e Alex Teixeira (segnò alla Juventus) in mezzo al campo, Douglas Costa che lo scorso anno faceva panchina e quest'anno è tornato titolare. Davanti giocano Luiz Adriano, nel club dal 2007, e Taison, acquistato lo scorso gennaio per sopperire alla partenza di Willian (ma la differenza, per ora, è evidente). La particolarità è nota: in rosa ci sono 10 brasiliani, 4 dei quali sono titolari questa sera. 

PANCHINA SHAKHTAR DONETSK - Gli altri sono in panchina, a cominciare da tre acquisti estivi: innanzitutto Bernard, gioiellino dell'Atletico Mineiro che ha giocato la Confederations Cup in casa; poi Fernando, che arriva dal Gremio e che volevano un po' tutti (soprattutto l'Inter); infine Fred, attaccante che arriva dall'Internaciol Porto Alegre e del quale si dicono grandi cose. La filosofia di Lucescu è chiara: far crescere questi giocatori in modo che quando i big siano venduti loro possano essere pronti. Sarà lo stesso con i nuovi arrivati; intanto, in panchina c'è un altro brasiliano, ma naturalizzato croato, ovvero l'ex attaccante dell'Arsenal Eduardo da Silva. 

INDISPONIBILI SHAKHTAR DONETSK - Sono tutti a disposizione di Lucescu, che dunque ha potuto preparare la partita nel migliore dei modi.

CLICCA SUL PULSANTE > QUI SOTTO PER PROSEGUIRE LA LETTURA DI SHAKHTAR DONETSK-MANCHESTER UNITED (CHAMPIONS LEAGUE, GRUPPO A)


  PAG. SUCC. >