BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Fiorentina-Juventus: i voti della partita (Serie A, ottava giornata)

Carlos Tevez, quattro gol in campionato (Infophoto) Carlos Tevez, quattro gol in campionato (Infophoto)

FIORENTINA-JUVENTUS: I VOTI DEI VIOLA

NETO 6,5: Sui goal non ha grandi colpe. Compie due interventi fantastici su Marchisio. I tifosi aspettano la sua consacrazione definitiva.

RONCAGLIA 6,5: Spina pungente sulla destra continuamente.  Soffre quando la Juve attacca, ma non commette mai grossi errori.

GONZALO RODRIGUEZ 6: Il “Muro Viola” cade insieme alla sua squadra nel primo tempo, concedendo un rigore sacrosanto. Ma si rialza nella ripresa e si fa sempre trovare pronto nelle difficoltà.

SAVIC 6: Alti e bassi per lui oggi. Gli ultimi 10 minuti gli valgono la sufficienza.

PASQUAL 6,5: Dopo la convocazione in nazionale, un’altra gioia per il capitano viola per questa impresa. Non incide molto sul match, ma aiuta molto la squadra in tutte e due le fasi da vero capitano.

PIZARRO 6: Primo tempo non da lui. Nella ripresa si riprende e gioca una partita sufficiente .

AMBROSINI S.V.: Sfortunatissimo. E’ costretto a uscire dopo solo 23 minuti.

DAL 23° MATI FERNANDEZ 6,5:  Nel secondo tempo comincia a farsi vedere con più insistenza dai compagni e si rende più pericoloso.  Dal suo rigore procurato comincia l’impresa.

AQUILANI 5: Troppo nervoso. Forse la Juve non gli ha lasciato un bel ricordo. Montella lo toglie dal campo appena in tempo.

DAL 57° JOAQUIN 6,5: Entra molto bene in partita e gioca insieme alla squadra. E’ suo il goal del 3-2!

BORJA VALERO 7: Il cervello, ma anche il braccio di questa squadra. Nessun termine basta per descriverlo. Occorre solo vedere l’assist del 3-2.

CUADRADO 6,5: Sembra il più carico a inizio partita. Poi regala quel goal a Pogba e si spegne. Ma quando si riaccende dopo il primo goal della sua squadra è incontrollabile. Suo il contropiede e  l’assist del 4° goal.

G. ROSSI 8,5: La faccia di quest’uomo sarà ricordata per anni sicuramente dai tifosi viola. Dopo un mito come Batistuta, riesce a battere anche lui la Juventus e lo fa con una tripletta. Sembra un sogno, ma non lo è.

MONTELLA 8: La sua squadra pur giocando un buon calcio risulta inferiore nel primo tempo rispetto a una Juve più cinica e spietata. Nel secondo tempo ecco l’impresa grazie a Pepito Rossi. Il merito sicuramente è anche suo. Ma da ora bisogna cominciare una nuova stagione.