BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Mondiali pugilato 2013/ Russo e Cappai si qualificano per i quarti

Ai Mondiali dilettanti che si stanno disputando ad Almaty (Kazakistan) sono arrivate le vittorie di Clemente Russo e Manuel Cappai negli ottavi: i due azzurri sono qualificati per i quarti

Clemente Russo (Infophoto) Clemente Russo (Infophoto)

MONDIALI BOXE ALMATY 2013: RISULTATI DI OGGI – Ottima giornata per l'Italia ai Mondiali dilettanti di pugilato che si stanno disputando ad Almaty, in Kazakistan. Oggi era la prima giornata riservata agli ottavi, e sono scesi sul ring due degli azzurri che sono arrivati fin qui. Si trattava di Manuel Cappai e di Clemente Russo: entrambi hanno vinto e così si sono qualificati per i quarti di finale, cioè per l'unico ostacolo sulla strada di una medaglia. Il primo è stato il sardo, talento emergente della categoria dei pesi mosca leggeri (49 kg), che ha battuto il quotato nordcoreano Chung Ri con il punteggio di 2-1, frutto delle prime due riprese vinte molto bene, prima di cedere qualcosa nella parte finale, secondo il giudizio dei giudici, che comunque hanno assegnato la vittoria all'azzurro. Cagliaritano di 21 anni, Cappai è certamente il fiore all'occhiello della nuova generazione dei nostri pugili, mentre Clemente Russo non ha bisogno di presentazioni. Il peso massimo (categoria fino a 91 kg) campano, già campione del Mondo nel 2007 e due volte argento olimpico a Pechino 2008 e Londra 2012, ha oggi battuto con autorevolezza il danese Jim Andreasen con il netto punteggio di 3-0, confermandosi dunque per l'ennesima volta fra i primi otto pugili al mondo nella sua categoria, anche se naturalmente per lui l'obiettivo è quello di salire almeno sul podio. Russo ha subito un warning nella terza ripresa, che comunque non ne ha intaccato la marcia verso il prossimo turno, dove affronterà il croato Marko Calic, pugile non molto quotato ma che ha già mietuto vittime illustri in questo Mondiale. Ora attendiamo, nei prossimi giorni, gli impegni degli altri quattro italiani che hanno raggiunto gli ottavi ad Almaty: in primo piano c'è naturalmente Roberto Cammarelle, fuoriclasse dei supermassimi, ma anche il bronzo olimpico Vincenzo Mangiacapre nei superleggeri, ai quali si aggiungono Domenico Valentino nei pesi leggeri e il mediomassimo Simone Fiori. Finora il bilancio è positivo, speriamo ora che molti di loro possano arrivare fino in fondo e regalarci grandi soddisfazioni.

© Riproduzione Riservata.