BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Superbike 2013/ Tom Sykes campione del Mondo, doppietta per Eugene Laverty a Jerez

Il britannico Tom Sykes ha vinto il Mondiale Superbike 2013 con i due podi ottenuti nel Gran Premio di Spagna a Jerez. Due vittorie per Eugene Laverty, titolo Costruttori all'Aprilia

Tom Sykes (Infophoto) Tom Sykes (Infophoto)

SUPERBIKE, GRAN PREMIO SPAGNA 2013 (JEREZ DE LA FRONTERA): TOM SYKES CAMPIONE DEL MONDO – Ieri a Jerez de la Frontera è andato in scena il Gran Premio di Spagna, ultimo atto del Mondiale 2013 delle Superbike. Come era prevedibile, il britannico Tom Sykes si è laureato campione del Mondo, portando il titolo iridato alla Kawasaki, che non otteneva questo allora da ben venti anni, quando a vincere il Mondiale sulla verdona giapponese fu l'americano Scott Russell. Sykes si trovava in una situazione opposta rispetto ad un anno fa, quando sfiorò la clamorosa rimonta ai danni di Max Biaggi, che si era presentato all'ultima gara con un grande vantaggio sul britannico, di cui conservò solo mezzo punto. Stavolta era Sykes a dover gestire un ottimo vantaggio, e l'ha fatto nel migliore dei modi nonostante l'irlandese Eugene Laverty abbia fatto il massimo per metterlo in difficoltà: il pilota Aprilia ha vinto entrambe le manche della gara spagnola, ma Sykes si è aggiudicato il titolo già al termine di gara-1, chiusa al terzo posto alle spalle pure di Marco Melandri. Il pilota ravennate, in precarie condizioni fisiche, ha poi deciso di rinunciare a gara-2, facendo indispettire i vertici della Bmw, casa che si appresta a lasciare per passare all'Aprilia, dove sostituirà proprio Laverty, che da parte sua ha dimostrato di essere un grande pilota. Chissà se a Noale qualcuno non stia rimpiangendo la scelta di puntare invece su Sylvain Guintoli, oltre che su Melandri. Di certo, il titolo di Sykes è stato pienamente meritato, al termine di un Campionato in cui il pilota della Kawasaki ha vinto nove gare e conquistato altri nove podi: ormai nessuno può più permettersi di considerarlo solo uno specialista delle pole position. Il sigillo finale è stato il secondo posto nella seconda e ultima manche. Pienamente meritato è anche il Mondiale Costruttori vinto dall'Aprilia, che ha presentato la coppia di piloti più forte, entrambi rimasti in corsa per il titolo individuale fino all'ultimo Gran Premio.

CLICCA SUL PULSANTE > QUI SOTTO PER LA CLASSIFICA GENERALE AL TERMINE DEL MONDIALE DELLA SUPERBIKE 2013