BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Probabili formazioni/ Porto-Zenit San Pietroburgo, le ultime novità (Champions League, gruppo G)

Pubblicazione:martedì 22 ottobre 2013 - Ultimo aggiornamento:martedì 22 ottobre 2013, 16.53

(INFOPHOTO) (INFOPHOTO)

FORMAZIONE ZENIT: Molto deludente l’avvio di Champions League dei russi, che hanno esordito perdendo a Madrid per 3-1 e hanno pareggiato per 0-0 in casa contro il modestissimo Austria Vienna nella seconda giornata. Certamente la sconfitta del Vicente Calderon ci poteva stare, non così lo stop contro gli austriaci che adesso ha decisamente messo in ambasce la squadra russa. La compagine guidata da Luciano Spalletti è ad una delle ultime chiamate per tentare l’aggancio ad una di quelle posizione valevoli per le qualificazioni agli ottavi di Champions o ai sedicesimi di Europa League, e per questo motivo, il tecnico toscano, schiererà, come di consueto, un trequartista (Shirokov), alle spalle del tridente composto da Hulk, Kerzakhov e Danny. In difesa, davanti al Lodygin tra i pali, dovrebbero giocare Hubocan, Neto (lo ricordiamo per il trascorso in Italia con la maglia del Siena, quando era entrato in un giro di calciomercato dal quale alla fine è uscito vincente lo Zenit), Lombaerts, Ansaldi, mentre in mediana Fayzulin e Ziryanov.

PANCHINA ZENIT: tra i possibili giocatori che, salvo sorprese dell’ultimo minuto, dovrebbero sedersi molti nomi noti, tra cui il nostro Mimmo Criscito, Arshavin che ha giocato stagioni importanti con la maglia dell'Arsenal ma è tornato qui dove aveva guidato la squadra alla vittoria di Coppa UEFA e Supercoppa Europea, e Tymoschchuk, lui pure rientrato dopo l'esperienza con il Bayern Monaco, con cui la scorsa stagione ha trionfato in Champions League.

INDISPONIBILI ZENIT: Oltre allo squalificato Witsel, l’ex tecnico di Udinese e Roma, dovrà fare a meno anche dei portieri Malafeev e Baburin e dei terzini Anyukov e Lukovic. Anche Lukovic ha un trascorso in Serie A (con Ascoli e Udinese), mentre è chiaramente quella di Witsel l'assenza più pesante: senza di lui viene a mancare un giocatore in grado di dettare i ritmi di gioco a centrocampo.

CLICCA SUL PULSANTE > QUI SOTTO PER LO SCHEMA CON IL MODULO DI PARTENZA E LE PROBABILI FORMAZIONI DI PORTO-ZENIT (CHAMPIONS LEAGUE 2013-2014, GRUPPO E).


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >