BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Pagelle/ Inter-Verona, i voti della partita (Serie A nona giornata)

(INFOPHOTO)(INFOPHOTO)

INTER – VERONA: I VOTI DEI NERAZZURRI

CARRIZO 6 Qualche uscita a vuoto fa salire il cuore in gola ai tifosi sugli spalti. Per il resto si comporta bene.

ROLANDO 6,5 Per una sera non fa rimpiangere Campagnaro. Coraggioso nel crederci in occasione del gol.

RANOCCHIA 6 Anticipa diverse volte Toni, ma va in seria difficoltà quando il modenese se lo lascia spalle a sé.

JUAN JESUS 5,5 Si fa trovare impreparato sul da farsi in diverse occasioni. Poco grintoso. Da rivedere.

JONATHAN 7 Nonostante la deviazione decisiva di Moras, il primo gol è di sua proprietà. Ormai sta diventando un elemento di sicuro affidamento nello scacchiere di Mazzarri.

KOVACIC 6 Si muove spesso a vuoto non riuscendo a entrare nel vivo del match. Nella ripresa i compagni lo cercano di più e lui riesce a trovare qualche spunto interessante.

(dal 34’ s.t. TAIDER s.v.)

CAMBIASSO 7 Mette ordine quando il contesto lo richiede. Puntuale e freddo nell’arginare le pretese gialloblù. Trova il quarantesimo gol in A.

(dal 18’ s.t. KUZMANOVIC 6 Recupera diversi palloni contribuendo alla gestione del risultato.)

GUARIN 6,5 Combattivo e caparbio. Tira come al solito più di tutti, ma offre una prestazione tatticamente di rilievo.

NAGATOMO 7 Riesce a tenere a freno Cacciatore, stroncando sul nascere le sue iniziative. Il palo gli nega la gioia del gol.

R. ALVAREZ 6,5 Si muove bene fra le linee, non disdegnando il movimento sulla fascia. Prezioso in più di una circostanza nella costruzione di azioni importanti.

PALACIO 7 Sempre dinamico e pericoloso. Un gol, due assist e tanta tanta passione.

(dal 20’ s.t. BELFODIL 5 Non riesce a trovare lo spunto giusto per il tanto atteso primo gol. Nel finale si fa espellere per reciproche scorrettezze con Moras.)

MAZZARRI 6,5 Carica i suoi fin dalla vigilia chiedendo a tutti i costi la partita del riscatto. L’atteggiamento messo in campo dai suoi è incoraggiante, ma i gol subiti e altre situazioni di pericolo ricordano che la strada per questa squadra è ancora lunga…