BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Bologna-Livorno (1-0): i voti e il tabellino della partita (Serie A, nona giornata)

Stefano Pioli, prima vittoria stagionale (Infophoto) Stefano Pioli, prima vittoria stagionale (Infophoto)

Il gol è un flipper impazzito sul quale nulla può, salva su Diamanti mostrando ancora una volta le sue doti.

Difensore da situazione singola: se deve seguire l'uomo e abbandonare la sua mattonella va in crisi. 

Piede fatato, sarà strano ma è l'unico che tira verso Curci creando un reale pericolo. Dietro, sempre attento e iellato sulla carambola-gol.

Ha ricevuto tante lodi, oggi va bacchettato perchè Crespo gli sfugge manco lui fosse uno scolaretto, e da lì nasce il gol. 

Bene se deve distruggere il gioco altrui, limitato quando è chiamato a ripartire.

Ha vissuto giornate e prestazioni migliori, ma la sufficienza è ampiamente meritata.

Come Krhin: troppi infortuni ne hanno limitato il rendimento negli anni. Oggi male: non riesce a fare filtro.

Gioca fuori ruolo e si vede subito: spesso e volentieri lo si trova spaesato, incerto sul da farsi.

(Entra bene in campo, tanto che con lui la squadra sale di tono; tuttavia, si ferma all'apparenza, del tipo "posso ma non voglio")

Non spinge come dovrebbe, tiene in difesa ed è pericoloso, uno dei pochi, con un colpo di testa.

Aspettiamo ancora di vedere che fine ha fatto il giocatore di Siena. Questo è una copia mal riuscita: mai pericoloso, anzi pure dannoso nel non riuscire a controllare un pallone.

( Sta cercando di tornare sui livelli pre-infortunio; dura, ma intanto si muove tantissimo e ci prova in un paio di occasioni, sfiorando il gol in una. Sfilerà la maglia a Emeghara?)

Subito la grande occasione mancata, pare demoralizzarsi e non è più lo stesso. Urgono i suoi gol o la situazione diventa grigia.