BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Serie A/ Classifica e calendario della decima giornata: programma e orari delle partite

Ecco il calendario con il programma e gli orari di tutte le partite della decima giornata di serie A, che si disputa in turno infrasettimanale, e la classifica prima di scendere in campo

Un precedente di Fiorentina-Napoli (Infophoto)Un precedente di Fiorentina-Napoli (Infophoto)

Decima giornata del campionato di serie A 2013-2014. Il turno si gioca in infrasettimanale, il secondo di questa stagione, e prevede un anticipo al martedì e un posticipo al giovedì, oltre a otto partite mercoledì sera, in ogni caso sempre con fischio d'inizio alle ore 20.45. Partiamo dunque da Atalanta-Inter, l'anticipo che aprirà la giornata: a Bergamo andrà in scena un interessante derby lombardo (e di colori nerazzurri), che l'anno scorso vide gli orobici vincenti sia all'andata sia al ritorno. Ora i nerazzurri milanesi cercheranno la rivincita, anche per consolidare il quarto posto e magari avvicinare le prime tre, mentre gli uomini di Colantuono desiderano consolidare la loro tranquilla posizione di centro classifica. Ecco poi le otto partite di mercoledì sera. Cagliari-Bologna vedrà i padroni di casa desiderosi di dare al pubblico del Sant'Elia una nuova soddisfazione dopo un esilio troppo lungo, anche per allontanare le zone calde dove navigano invece gli uomini di Pioli, che hanno urgente bisogno di raccogliere punti anche in trasferta. Fiorentina-Napoli è indiscutibilmente il big-match: la quarta ospita la seconda con la speranza di portarsi ad una sola lunghezza, mentre naturalmente un colpaccio della squadra di Benitez comincerebbe a dilatare in modo importante i distacchi nella parte alta della classifica. Di certo ne sapremo di più sui rapporti di forza fra due delle squadre più attese dell'anno. Ambizioni minori in Genoa-Parma, anche se gli emiliani hanno fatto uno scatto importante verso la metà della classifica con l'ultima vittoria, e vogliono continuare a navigare tranquilli. Invece, per il Grifone di Gasperini sarà indispensabile fare punti in questo match casalingo per mantenersi in linea di galleggiamento. Juventus-Catania in teoria è partita dall'esito piuttosto scontato, visto il brutto avvio di campionato dei siciliani, ma proprio per questo motivo la squadra di Conte è chiamata a vincere e possibilmente anche a convincere, cosa che ultimamente non sempre le è riuscito: in ogni caso, per i campioni d'Italia i tre punti sono obbligatori visti i ritmi della capolista. Livorno-Torino sarà invece partita fra due squadre che spesso hanno convinto per la qualità del gioco, ma con risultati non sempre all'altezza: ecco perché i tre punti in palio al Picchi saranno decisamente importanti per due squadre che vogliono evitare di farsi coinvolgere nella lotta per la zona retrocessione. Milan-Lazio sarà il secondo big-match della giornata, anche se in questo caso stiamo parlando di due squadre che hanno iniziato piuttosto male il campionato, specie i padroni di casa: vedremo chi saprà uscire da un periodo difficile, ma entrambe devono anche a tutti i costi evitare di perdere, fatto che sarebbe deleterio, specie per i rossoneri che hanno tre punti in meno rispetto ai biancocelesti. Sassuolo-Udinese testerà i progressi dei padroni di casa, che dopo un inizio scioccante sembrano essersi ormai ambientati in serie A e puntano alla salvezza, mentre gli uomini di Guidolin vorranno migliorare il rendimento esterno che finora è completamente deficitario. Verona-Sampdoria metterà invece di fronte quella che è la rivelazione del campionato, cioè i neopromossi gialloblù di mister Mandorlini, contro i blucerchiati che fino alla sosta erano in grossa crisi, ma ora sono reduci da due vittorie consecutive. Test dunque interessante per entrambe le formazioni. Infine il posticipo di giovedì sera, cioè Roma-Chievo: sfida sulla carta senza storia fra la capolista a punteggio pieno e l'ultima in classifica. Proprio per questo però la Roma dovrà tenere alta la concentrazione, per evitare sorprese da parte di una squadra affamata e il cui allenatore è in bilico. Obiettivo decima vittoria consecutiva, per scrivere l'ennesimo record e consolidare ancora di più il primato.