BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Probabili formazioni/ Livorno-Torino, pochi dubbi per Nicola e Ventura. Le ultime novità (Serie A, decima giornata)

Probabili formazioni di Livorno-Torino. Questa sera alle 20,45 si gioca una partita importante per le zone medio-basse della classifica (decima giornata Serie A): i dubbi degli allenatori

Una Livorno-Torino del passato (Infophoto) Una Livorno-Torino del passato (Infophoto)

Partita delicata allo stadio Picchi, fra due squadre che al momento non sono invischiate nelle zone più basse della classifica ma che naturalmente devono ancora fare una lunga strada per dirsi tranquille. La posizione più delicata è quella dei padroni di casa, e Nicola ha un solo dubbio per quanto riguarda la formazione: il ruolo di esterno destro di centrocampo, che però è ambitissimo. Il favorito per questa maglia è Lambrughi, incalzato però da Mbaye, ma anche Gemiti ha ancora qualche possibilità di fare il ribaltone a sorpresa. Per il resto, non dovrebbero esserci dubbi relativi agli altri dieci posti a disposizione. In casa Torino il dubbio principale è fra Barreto e Immobile per completare la coppia d'attacco con l'intoccabile Cerci, al quale chi sarà scelto dovrà fungere da punto di riferimento in mezzo all'area avversaria.

Alle 20,45 di questa sera si gioca allo stadio Armando Picchi Livorno-Torino, partita valida per la decima giornata del campionato di Serie A 2013-2014. Le due squadre arrivano entrambe da momenti difficili e sconfitte: a Bologna i labronici, a Napoli i granata. Si cerca dunque il riscatto, per non essere risucchiati nelle zone basse della classifica: la vittoria non arriva da sei (nel caso del Livorno) e cinque giornate (Torino), perciò è chiaro che l'imperativo è uno solo: fare punti per non complicare un avvio di stagione che era stato per entrambe molto positivo. 

Lo sa bene anche Davide Nicola, che apre la conferenza stampa della vigilia con una frase che è un diktat: "Dobbiamo fare una prestazione gagliarda che ci porti dei punti". L'analisi della sfida è chiara e lampante: "Noi abbiamo 8 punti e loro 10, perciò siamo noi a volere qualcosa di più". C'è stato anche il modo di parlare della squalifica di Luca Silgardi, che non ci sarà per una bestemmia pizzicata dalla prova tv, ma il tecnico del Livorno non vuole trovare alibi: "E' un fatto particolare, ma mi fermo qui perchè non voglio spostare l'attenzione su cose che non ci servono; tuttavia, la cosa ha dell'assurdo". E per quanto riguarda la mentalità: "E' un fatto di atteggiamento, dobbiamo migliorare aggressività e velocità degli attacchi. Ogni partita poi racchiude in sè diverse situazioni". Solito 3-5-2 nel quale, giocoforza, la coppia d'attacco sarà composta come al solito da Emeghara e Paulinho. Dovrebbe cambiare poco rispetto alla trasferta di Bologna: Schiattarella e Mbaye sulle corsie con Luci in mezzo protetto da Biagianti e Duncan. 

Panchina comunque lunga, innanzitutto con Lambrughi e Gemiti che possono dare linfa vitale sulle corsie, poi Benassi per il centrocampo e due trequartisti come Leandro Greco e Borja che possono anche cambiare modulo e che rappresentano un'alternativa più che valida ai titolari. 

Come detto sconta la squalifica per prova tv Luca Siligardi, una perdita importante per Nicola. Fermato dal giudice sportivo anche Alfonso De Lucia, pesante anche l'infortunio (problema muscolare) per Belingheri, mentre Decarli ha un problema al ginocchio destro e Ruben Botta sta recuperando dalla rottura del crociato e del menisco esterno del ginocchio; quando rientrerà potrà dare una mano, ma bisognerà verificarne le condizioni.