BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Pagelle/ Dnipro-Fiorentina 1-2: i voti della partita, Rodriguez e Ambrosini i Top (Europa League, gruppo E)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto Infophoto  Foto Infophoto

I VOTI DEL DNIPRO

BOYKO 6 Sicuro nelle uscite, non può nulla sui due gol. Gran parata su conclusione da fuori di Cuadrado, il resto è amministrazione.

MANDZYUK 5,5 Prestazione solida, alla quale però è mancata la giusta determinazione; in più, si fa saltare come un paletto da Borja Valero in occasione del raddoppio viola.

(79' BRUNO GAMA 6,5 Entra con brio e dinamismo e crea subito pericoli alla difesa, ma non ha tempo per lasciare concretamente il segno)

CHEBERYACHKO 6 Soffre le accelerazioni di Matos, ma sui palloni aerei e nei duelli fisici ne esce vincitore.

STRINIC 6,5 Sempre in fase di spinta, non ha paura di sfidare apertamente Cuadrado che contiene bene nel primo tempo, lasciandoselo scappare una sola volta nella ripresa.

FEDETSKIY 5,5 Leggermente anonimo; ogni tanto la sua presenza in mezzo al campo si percepisce, ma a fine partita non resta troppo ricordo delle sue giocate.

(59' MATHEUS 5 Dovrebbe portare qualità, invece non vede mai il pallone)

ROTAN 6 Croce e delizia. Batte calci piazzati insidiosi e da un suo tiro nasce il rigore, ma cinque minuti prima era franato addosso a Matos con intervento goffo.

KANKAVA 6,5 Grande cuore in mezzo al campo, emerge in particolar modo nel finale concitato, quando diventa onnipresente e spinge avanti i suoi.

KONOPLYANKA 6 Spauracchio della vigilia, inizia molto bene ma poi si perde su un terreno non adatto al suo talento. In più, Roncaglia lo contiene benissimo.

SELEZNYOV 6,5 Il migliore dei suoi: già nel primo tempo va vicino al gol (bravo Neto), calcia il rigore con freddezza da numero 10, gioca di sponda e fronte alla porta, difende palla di fisico, ha piedi buoni.

ZOZULYA 5 Lo si nota più per le liti con Gonzalo Rodriguez su un paio di angoli che per altro. Impalpabile. 

All. JUANDE RAMOS 6,5 Si legge chiarissima la sua impronta: la squadra non rinuncia mai a giocare palla e non molla mai, dal primo all'ultimo minuto. Stavolta gli è andata male, ma può fare strada tanta quanta ne ha fatta lo Shakhtar Donetsk.


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >