BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Pagelle/ Genoa-Parma, i voti della partita (serie A decima giornata, primo tempo)

Pubblicazione:mercoledì 30 ottobre 2013 - Ultimo aggiornamento:giovedì 31 ottobre 2013, 0.55

Gian Piero Gasperini (Infophoto) Gian Piero Gasperini (Infophoto)

LE PAGELLE DEL GENOA

Perin 6,5 Dopo un inizio di campionato di incertezze, stasera il portiere dalla lunga chioma si esibisce in prese alte dimostrando sicurezza ai compagni e difendendo il risultato fino alla fine.

Antonini 5,5 L’ex Milan soffre parecchio sulla fascia destra le incursioni di Mesbah che spesso riesce ad arrivare sul fondo. In avanti spinge poco e alla fine riesce anche di infuriarsi col nemico di fascia e guadagnarsi il giallo.

Portanova 6: Il centrale rossoblu soffre nel primo tempo i movimenti di Cassano e Palladino, ma il capitano si dimostra una garanzia nell’assedio finale comandando i suoi nella difesa del proprio fortino.

Manfredini 6,5: Affiancato a Portanova nella difesa a tre, non fa passare quasi nessuno sulla fascia sinistra. Ha anche la freschezza di fermare l’appena entrato Biabany facendo infiammare la Nord.

Vrslajiko (s.v.) Centurion 6,5: Il giovane argentino classe 93 spinge subito tantissimo sul fronte destro, forse a volte tenta la giocata di troppo ma su uno così c’è da scommettere.

Biondini 6,5: E’ il solito guerriero in mezzo al campo, lotta su tutti i palloni e si permette di fare anche l’assist sul gol di Gilardino.

Bertolacci 5,5: Gasperini lo mette al centro del centrocampo ma lo si vede poco, è intimidito dai duri colpi del duo Gargano-Valdes.

Matuzalem 6,5: Partita di grande intensità per lui, recupera tanti palloni e spesso prova a impostare. Probabilmente il migliore dopo Gilardino.

Antonelli 6: Prova a farsi vedere sul versante di sinistra con un paio di incursioni che creano problemi alla difesa parmigiana. (Kucka 6:entra in una fase complessa della gara e recupera palloni importanti facendo partire contropiedi pericolosi.)

Fetfatzidis 5,5: Il greco sicuramente ha le qualità per essere pericoloso con la sua velocità, infatti è lui a guadagnare il rigore. Poi piano piano si spegne e non ha mai l’idea negli ultimi 25 metri. (Marchese s.v.)

Gilardino 7: Il bomber rossoblu si merita il premio di migliore della partita per la sua caparbietà. Sbaglia il rigore all’inizio ma poi ripaga tutti col classico gol di testa sul primo palo.


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >