BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ACF Fiorentina/ Video, ricorso per la squalifica di Cuadrado, ma il regolamento...

Pubblicazione:

Il momento incriminato (Infophoto)  Il momento incriminato (Infophoto)

VIDEO ACF FIORENTINA, PRESENTATO RICORSO PER SQUALIFICA CUADRADO - "L'arbitro è giovane, deve crescere; ma dovete spiegarmi perchè non viene fischiato quel rigore su Cuadrado". Un fiume in piena, Andrea Della Valle: presentatosi ai microfoni di Sky Sport 24 ieri sera, per protestare ufficialmente contro l'operato dell'arbitro Gianpaolo Calvarese durante Fiorentina-Napoli. Nell'occhio del ciclone è finito l'episodio chiave: al 91' minuto, Juan Cuadrado viene steso da Inler in area, ma Calvarese decide invece per la simulazione, comminando così la seconda ammonizione al colombiano ed espellendolo. E così, la Fiorentina ha presentato ricorso perchè la squalifica che scatterà nella partita di sabato (contro il Milan) sia cancellata. Con tanto di comunicato sul sito ufficiale, nel quale si chiede di fare uso della prova televisiva anche perchè "si evince palesemente la buona fede del nostro calciatore". E meno male che, non più tardi di due settimane fa, Vincenzo Montella era stato pubblicamente elogiato per non aver parlato degli arbitri dopo la vittoria contro la Fiorentina. Che dire: allora, i tre punti erano arrivati e non c'era sicuramente la necessità di affrontare un certo tipo di discorso. Qui, però, il punto è un altro: di fatto, evocare la prova televisiva in questo caso è un errore, perchè l'arbitro ha visto tutto e non può tornare indietro sulla sua decisione. L'unico modo per evitare una squalifica di un turno singolo sarebbe quello di farlo su una decisione presa a seguito di prova tv. Anche se, a dire il vero, il precedente c'è: nella Coppa d'Africa di inizio 2013 Jonathan Pitroipa, lui pure espulso e squalificato a seguito di un doppio giallo per simulazione (che non c'era), fu reintegrato per la finale a causa di tutte le pressioni ricevute, e perchè l'arbitro ammise pubblicamente di aver sbagliato. Ecco: bisognerebbe che Calvarese tornasse sui suoi passi, e sul referto scrivesse che si è trattato di un suo errore. Cosa che non succederà: creerebbe un pericolosissimo precedente, sconfessando l'operato degli arbitri e andando a "sospendere" giudizi su qualunque situazione. Molto meglio così: che si ammetta che gli arbitri possano sbagliare, esattamente come lo fanno i calciatori in campo. Quanto a Della Valle, si rassegni: la strada per diventare grandi, inteso qui come squadra e società, passa anche e soprattutto attraverso l'accettazione delle situazioni decretate dal campo. Altrimenti si rischia di risultare scomodi e antipatici: Montella lo sa, e infatti dopo aver protestato (legittimamente) sul campo, ha deciso di non tornare più sull'argomento o quantomeno di minimizzarlo. 

CLICCA SUL PULSANTE > QUI SOTTO PER IL VIDEO DEL RIGORE NON DATO ALLA FIORENTINA


  PAG. SUCC. >