BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Sampdoria-Torino, i voti della partita (Serie A, settima giornata)

Giampiero Ventura, allenatore del Torino (Infophoto) Giampiero Ventura, allenatore del Torino (Infophoto)

Quasi prende il rigore di Cerci, sul tap in di Immobile può poco o nulla, bravissimo su Cerci: alla fine salva il risultato. 

Se la cava, senza infamia e senza lode ma portando a casa la sufficienza. 

Brutto cliente Immobile: lo soffre, con mestiere riesce comunque a sopravvivere ma a fatica.

Bravo quando dà ragione all'arbitro che ha annullato un gol alla Sampdoria - lo aveva propiziato lui - ma non tiene D'Ambrosio che gli scappa via: deve stenderlo per il rigore.

Soffre le accelerazioni di Cerci, ma per lo più gioca una partita onesta. 

Deve ancora adattarsi alla categoria: incide poco sulla partita. ()

Gioca una partita di grinta e carattere, alla fine a centrocampo è il più brillante dei suoi.

Esordio negativo in Serie A: perde Immobile in occasione del gol, soffre tantissimo sulla sinistra. 

Si è smarrito dopo un ottimo avvio di stagione: oggi spettatore non pagante, in pratica.

Il più classico dei gol dell'ex a coronamento di una partita in cui accelera con buona continuità senza lasciare nulla di intentato.

Segna da rapace, il suo gol se ce n'è uno: sembrava la fine di una maledizione, e invece l'arbitro annulla. Per il resto, fa pochino. 

( Capita spesso: cambia la partita, stavolta dalla panchina. Il rigore sembra non esserci, ma lui è bravo e furbo a procurarselo)