BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Pagelle/ Udinese-Cagliari: i voti e il tabellino della partita (Serie A, settima giornata)

Pagelle e tabellino Udinese-Cagliari: i friulani fanno valere la legge del loro stadio e battono 2-0 il Cagliari. A Guidolin basta un gol per tempo: decidono Danilo e Totò Di Natale

Francesco Guidolin, allenatore dell'Udinese (Infophoto) Francesco Guidolin, allenatore dell'Udinese (Infophoto)

L'Udinese conferma il suo altalenante inizio di stagione, e batte il Cagliari 2-0. Ottima al Friuli, fragile fuori: questa è la squadra bianconera al giorno d'oggi, ma intanto si arriva in doppia cifra di punti e per almeno due settimane non ci si penserà. Male il Cagliari, che fa un passo indietro rispetto alle prove convincenti degli ultimi tempi. Non bellissimo, bisogna dire la verità; anche se i friulani hanno tutto sommato fatto il loro dovere, pur senza giocare alla morte. Il Cagliari ha offerto ben poca resistenza, e così lo spettacolo non è stato dei migliori. Massimo risultato con uno sforzo quasi minimo; al Friuli la squadra di Guidolin si trasforma e riesce ad esprimersi su buoni livelli, pur se le prestazioni che hanno portato all'Europa sono ancora lontane. Questa volta un passo indietro rispetto ad alcune prestazioni che avevano portato ai 7 punti in classifica. Diego Lopez insiste con la strada del possesso palla e delle accelerazioni di Ibarbo, ma oggi la tattica non paga e arrivano zero punti.  Partita che scorre agevole e tranquilla, la controlla senza particolari problemi. 

Mai davvero impegnato, attento e sicuro nelle poche uscite e prese che deve compiere.

Non ci fosse la fase di impostazione, sarebbe una pagella anche più alta. Ma mette lo zampino nel primo gol.

Cancella Pinilla dal campo e si concede il lusso di aprire le danze. Tornato sui suoi livelli, almeno per oggi.

Per ora è ancora un oggetto misterioso. Sbaglia troppi appoggi e disimpegni, ed è troppo lento. Migliorerà?

Anche lui si trasforma tra casa e trasferta. Oggi offre la consueta prova di solidità, ritmo e corsa.

Due volti; quello del recupera palloni che è ottimo, quello del regista che non c'è. Sempre utile e prezioso, comunque.

Si sdoppia anche lui nel doppio ruolo e ne viene fuori una gara di sacrificio nella quale si occupa del lavoro sporco.

( Partecipa al contenimento dell'ultima mezz'ora senza sfigurare)

Qui ha giocato stagioni importanti. Ci teneva a non sfigurare, e non sfigura. 

Sembra giocare con il freno a mano tirato ed è un peccato, perchè quando ha voglia di spingere ha tante qualità. Da rivedere in fase difensiva.

Non riesce a combinare troppo, però ci mette tanto spirito e volontà, e dimostra di poter essere utile al gruppo. Bene ha fatto Guidolin a lanciarlo. 

( Gioca il secondo tempo e ci mette lo zampino, perchè il suo stato di salute serve all'Udinese per alzare il baricentro ed essere più concreta)

Non la sua miglior partita, però riesce lo stesso a lasciarci la firma: splendida punizione per il raddoppio dei suoi.