BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Trento-Macerata/ Supercoppa volley, Lucchetta: Lube più forte. Quest'anno la Diatec potrà... (esclusiva)

ANDREA LUCCHETTA ci presenta la Supercoppa Italiana 2013 di pallavolo, che si disputa stasera tra la Diatec Trentino campione d'Italia e la Lube Macerata finalista della Coppa Italia

Infophoto Infophoto

Grande pallavolo stasera a Trento tra Diatec Trentino e Lube Banca Marche Macerata. Sarà l'edizione 2013 della Supercoppa Italiana, una classica del nostro volley. L'anno scorso Trento ha vinto sia lo scudetto sia la Coppa Italia, Macerata è stata finalista della Coppa nazionale. In questa stagione Trento parte però ridimensionata, perché ha un po' rivoluzionato la squadra e i suoi obiettivi non sembrano essere così importanti come quelli degli ultimi anni. Macerata invece, pur cambiando qualcosa, resta la favorita per la conquista dello scudetto e sulla carta dovrebbe lottare con Piacenza soprattutto. Questa sera però tutto sarà possibile, come è normale che sia in una partita secca, e Trento proverà a sfruttare il fattore campo che premia la squadra campione d'Italia in carica. Per parlare di questo match abbiamo sentito Andrea Lucchetta, oggi commentatore per Rai Sport. Eccolo in questa intervista esclusiva per IlSussidiario.net.

Trento-Macerata che partita sarà? E' una classica del nostro campionato, una partita piena di interesse tra due delle migliori squadre anche della prossima stagione.
Trento è molto rinnovata, che squadra si annuncia per questa stagione? Una squadra sempre di buon livello, una formazione competitiva, anche se certamente non è la più la corazzata di una stagione fa.
A quali obiettivi potrebbe puntare? Potrebbe puntare ad arrivare tra le prime quattro in campionato.
Anche Macerata è molto rinnovata, si aspetta una squadra marchigiana sempre competitiva?E' la migliore squadra del prossimo campionato, si giocherà con Piacenza e qualche outsider la conquista del prossimo scudetto.

Cosa pensa del fatto che diversi giocatori lascino l'Italia, è un bene o un male per la nostra pallavolo? Da una parte conferma la bontà del nostro made in Italy, perché siamo molto stimati anche all'estero, dall'altro permette il lancio e la crescita di quei giovani del vivaio che potranno essere molto importanti nel futuro della nostra pallavolo.
In questa finale Trento potrebbe sfruttare il fattore campo? No, il fattore campo conterà poco, non dovrebbe essere decisivo ai fini del risultato finale di quest'incontro.
Il suo pronostico? Macerata è più forte, la vedo favorita. (Franco Vittadini)

© Riproduzione Riservata.