BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Serie A/ Classifica e calendario dell'undicesima giornata: programma e orari delle partite

Serie A, classifica e calendario (undicesima giornata): si torna subito in campo dopo il turno infrasettimanale. La Roma a Torino per prolungare la striscia, spicca Milan-Fiorentina

La Roma ha vinto 10 partite su 10 (Infophoto) La Roma ha vinto 10 partite su 10 (Infophoto)

Torna in campo la Serie A, che non conosce pause in questo periodo: si gioca ancora a distanza di due giorni dalla conclusione dell'ultimo turno, e siamo all'undicesima giornata che si apre con tre anticipi del sabato, mentre avremo anche il posticipo del lunedi sera. Andiamo con ordine: tre partite importanti subito, visto che la prossima settimana c'è la Champions League. Alle 18 apre Parma-Juventus, il Tardini è campo tradizionalmente ostico per i bianconeri che continuano a inseguire la vetta e vengono da due vittorie consecutive con 6 gol fatti e nessuno subito; i ducali, tranquilli in classifica, hanno perso mercoledi sera a Marassi e vogliono ripartire. Tanti ex della Juventus in maglia gialloblu. Alle 20,45 doppio appuntamento: a San Siro Milan-Fiorentina ci fa rivivere le emozioni della lotta al terzo posto dello scorso anno. Allora ci furono polemiche sia per lo scontro diretto del Franchi che per come si era chiuso il campionato, Ambrosini dopo il gol decisivo per la Champions League ha salutato Milanello e ora con il dente avvelenato sogna il gol dell'ex per la sua Viola. Poi, al San Paolo, Napoli-Catania. Derby del Sud che sulla carta non dovrebbe avere storia, perchè i partenopei secondi con 25 punti hanno appena vinto a Firenze mentre il Catania anche con il cambio in panchina non si sono rialzati e arrivano dalle quattro scoppole prese allo Juventus Stadium. Tuttavia, il precedente della partita contro il Sassuolo deve far pensare Rafa Benitez. Si passa poi alla domenica: alle 12,30 Atalanta-Livorno vale punti salvezza, anche se gli orobici sono relativamente tranquilli e non giocano con l'ansia di fare punti per forza, mentre i labronici non vincono da sette partite e hanno interrotto l'emorragia pareggiando in casa contro il Torino. Alle 15 le altre sfide: Lazio-Genoa rappresenta per i biancocelesti la possibilità di tornare in posizioni europee dopo aver pareggiato a San Siro. Non sarà facile contro un Grifone che ha battuto il Parma ed è uscito dalla zona critica della classifica. Sampdoria-Sassuolo, sfida tra due pericolanti con i blucerchiati che hanno la grande possibilità di avanzare nella classifica, gli emiliani sono però una brutta bestia e daranno filo da torcere (in più, sembrano giocare meglio in trasferta). Udinese-Inter, partita tradizionalmente difficile per i nerazzurri che dopo il pareggio di Bergamo cercano risposte e vogliono stare attaccati alle prime, mentre i friulani arrivano dalla prima vittoria esterna della stagione (erano anche i primi puntii) e si vogliono confermare. Chiude il programma delle 15 Verona-Cagliari, con gli scaligeri che puntano alla sesta vittoria interna in sei partite, sulla carta impegno agevole visto che gli isolani sono in crisi e hanno appena incassato tre gol a domicilio dal Bologna. Il posticipo delle 20,45 è Torino-Roma: i giallorossi hanno appena fatto festa, record di vittorie iniziali consecutive ma ora non ci si vuole fermare e si punta alla numero undici. De Sanctis cerca il record di imbattibilità (gli mancano ancora 249 minuti per superare Sebastiano Rossi) ma il Torino è una brutta bestia e Ventura sa come colpire in contropiede e in velocità. Infine, lunedi alle 20,5 c'è un autentico scontro salvezza con Bologna-Chievo: stanno meglio i felsinei che hanno vinto due partite consecutive e si sono rilanciati, i veneti con Sannino pericolante hanno fatto giocare male la Roma ma sono usciti dall'Olimpico senza punti, e ora la strada si fa davvero difficile.