BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Serie A/ Video, Juventus-Napoli (3-0): i gol, la sintesi e gli highlights (dodicesima giornata)

Video Juventus Napoli 3-0: gol, sintesi e highlights della partita. Nel big match della dodicesima giornata i bianconeri hanno abbattuto i partenopei con i sigilli di Llorente, Pirlo e Pogba

Foto Infophoto Foto Infophoto

La squadra di Conte dà un chiaro segnale alla Roma e a tutte le pretendenti al titolo di quest’anno, schiantando con un secco 3-0 il Napoli di Benitez. Ottima prova della formazione bianconera che ha dimostrato la propria superiorità sugli avversari per lunghi tratti (clicca qui per leggere le pagelle di juventus napoli). Il Napoli comunque non ha mai alzato bandiera bianca, riuscendo soprattutto nel secondo tempo ad impaurire il tifo casalingo. Nonostante la pesante sconfitta, la squadra di Benitez ha chiuso con il 55% finale di possesso palla contro il 45% della formazione juventina. Inoltre la squadra partenopea ha avuto una supremazia territoriale di 16’28’’contro il i 9’07’’ dei campioni d’Italia. Per quanto riguarda i tiri, La Juventus ha concluso 14 volte, impegnando 10 volte Reina, mentre gli ospiti hanno tirato 13 volte impegnando il portiere avversario in 6 occasioni. Lorenzo Insigne è quello che ci ha provato di più con 5 conclusioni totali verso la porta di Buffon, seguito da tevez con 4 e Pogba con 2. La vittoria bianconera è testimoniata soprattutto dall’indice percentuale sulla pericolosità delle due squadre. Infatti i vincitori hanno concluso la sfida con una percentuale del 79% contro il 44% degli avversari. Il Napoli ha completato il 77% dei loro passaggi contro il 72% dei padroni di casa. In questa statistica si è contraddistinto Albiol con 74 passaggi giunti a destinazione. Dunque dopo questa vittoria la Juventus vola a quota 31 punti, a una sola lunghezza dalla Roma, mentre il Napoli si accomoda in 3^ posizione a soltanto +3 dall’Inter dell’ex Mazzarri. 

2’ LLORENTE: Isla ci prova dalla distanza con un gran tiro rasoterra. Ma il pallone sbatte sul tacco di Tevez e come per magia si trasforma in un assist sul secondo palo, dove c’è Llorente che a due passi dalla porta non può sbagliare. 74' PIRLO: Punizione perfetta dai 23 metri che si insacca nell’angolino destro. Solita  traiettoria ad ascensore di Pirlo che beffa Reina. 79' POGBA: Pallone ad Asamoah che decide di accentrare il gioco verso Pogba al limite dell’area. Il francese stoppa il pallone e mentre cade a terra lo colpisce con un tiro potentissimo che sbatte sul palo e si infila in rete come l’anno scorso sempre contro il Napoli.

Il primo a presentarsi ai microfoni dei colleghi di Sky Sport è l’allenatore del Napoli Rafa Benitez che ha commentato così la larga sconfitta dei suoi stasera contro la Juve: “il ritardo è dovuto al fatto che nello spogliatoio abbiamo analizzato la gara nei dettagli. L'inizio è stato difficile: sotto contro una squadra fortissima, la partita s'è fatta in salita. Poi nel secondo tempo è stato meglio, però i gol di Pirlo e Pogba ci hanno tagliato le gambe. Come già avevo detto, qualche persona intelligente sa che la sua squadra è ancora la più forte. Ho visto carattere nel secondo tempo, e se Insigne fa gol cambia il match. Ci è mancato un po' di possesso palla, ma non c'è nessun problema psicologico. Pirlo? Tutti conoscono le sue qualità, ma marcarlo a uomo per tutta la gara sarebbe stato inutile. Dobbiamo crescere con personalità, e per il futuro sapremo di dover giocare come nella ripresa”. Dopo di lui spazio alle dichiarazioni di antonio Conte smpre ai colleghi di Sky: «Il Napoli  è una squadra molto forte, che può crescere ancora tanto. Come ha detto Benitez, sono al 75% e mi immagino quando saranno al top, noi stiamo già viaggiando spediti e sarà difficile ripeterci. Ci saranno Roma, Napoli, Inter e Fiorentina insieme a noi. Dopo cinque minuti poteva essere già 2-0, Reina è stato straordinario oggi. Il Napoli ha una rosa forte, la Juventus pure: noi abbiamo una grande organizzazione, e oggi s'è visto. Solo un cieco potrebbe negare l'evidenza, e io voglio elogiare i miei ragazzi che sono straordinari. C'è chi aspetta soltanto un nostro passo falso per creare problemi che non ci sono. Bisogna prendersi le proprie responsabilità: quest'anno chi non vince ha fallito. Quando io parlo di investimenti, non critico mai la società: il nostro rapporto è troppo limpido per avere dei problemi. Voi parlate, ci criticate ma dimenticate una cosa: noi siamo sempre là, e sarà dura per tutti».Dopo le parole da battaglia di Conte, spazio alle dichiarazioni del nuovo idolo dei tifosi  Fernando Llorente, autore del primo goal, ai microfoni di Sky: Cerco sempre di aiutare la squadra con i miei movimenti. La mia crescita non è casuale, ma è soltanto frutto del lavoro. La Roma oggi ha pareggiato e noi sapevamo di avere una grande opportunità: vincere, per di più con il Napoli, è stato davvero importante, anche se per lo Scudetto la strada è ancora lunghissima. Con Tevez mi trovo molto bene e adesso darò il massimo per questa maglia”. (Paolo Zaza)

La Juventus passa in vantaggio dopo una manciata di secondi. Isla riceve da sinistra e calcia in porta dal limite; la palla tocca il tacco di Tevez, che involontariamente allunga sul secondo palo per Llorente: lo spagnolo è lesto nell'anticipare tutti e toccare di destro la palla vagante alle spalle di Reina. Caso da moviola: sul tocco di Tevez Llorente sembra in leggera posizione di fuorigioco: l'errore del guardalinee è comprensibile, anche perché la dinamica dell'azione è stata molto veloce. 

Una magia di Andrea Pirlo porta la Juventus su punizione. Tevez combatte come un gladiatore ai 20 metri, sulla destra, e si prende il fallo di Behrami che usa in maniera eccessiva le mani. Sul pallone va lo specialista: traiettoria tesa sul palo coperto dalla barriera, Reina si tuffa ma non può nulla. Gol numero 3 di Pirlo in questa stagione, l'undicesimo con la maglia della Juventus e il numero 24 su punizione in Serie A: davanti ha solo Sinisa Mihajlovic (28).

Lo scorso anno aveva realizzato il gol della staffa, primo in Serie A, con un sinistro al volo su rinvio sporco di Campagnaro. Quest'anno Paul Pogba si ripete, e se possibile fa ancora meglio: il francese riceve palla con un passaggio rasoterra dalla destra, se la alza usando il collo del piede e colpisce al volo di mezzo esterno, mandando il pallone a sbattere sul palo alla sinistra di Reina e quindi in porta. Immobile il portiere spagnolo del Napoli: capolavoro che vale il 3-0 e il ghiaccio nel quale viene messa la partita. La Juventus sale a quota 31, a un solo punto dalla Roma. E adesso, l'operazione sorpasso può essere alle porte.

Sta per cominciare. Tutti davanti alla televisione o al computer per godersi la partita più bella delle ultime settimane dal divano o in streaming video con i servizi di Sky o Mediaset. Ma quando l'ora si avvicina, e i tifosi che non sono così fortunati o intraprendenti da popolare gli spalti dello Juventus Stadium non stanno più nella pelle, su Youtube fioccano i video promo della super sfida. Così, Juventus-Napoli prende vita nello sguardo registico e amatoriale dei tifosi più smaliziati con i computer e i programmi di grafica, dando vita spesso a veri piccoli capolavori. Che tirano fuori l'adrenalina pronta ad entrare in circolo, per prendere parte a una battaglia sportiva fatta di agonismo, buona sorte, bravura e coraggio. E in effetti, di bravura in campo ce ne sarà tanta, basta vedere e rivedere i gol di Hamsik, Callejon e Higuain (senza dimenticare Insigne!) da una parte, e di Tevez, Pogba, Vidal e Pirlo dall'altra. Tanta grinta, quella di Buffon, di Behrami, quella dei tifosi che stasera ruggiranno, applaudiranno, fischieranno, rideranno e - forse - piangeranno. Il filo conduttore delle decine di video promo di Juventus-Napoli, comunque, è sempre lo stesso: grandi giocate e una cornice bellissima di pubblico, perchè il dodicesimo uomo in campo, non è mai l'arbitro, ma chi sostiene con passione e cori i propri beniamini. 

L'evento della settimana, quello che tutti quelli che potranno seguiranno in streaming video o in tv (magari in 3d), è finalmente arrivato. Grande questa sera alle 20,45: va in scena Juventus-Napoli, partita che costituisce uno dei due posticipi della dodicesima giornata di Serie A. Le due squadre sono appaiate a quota 28 punti, alle spalle della Roma capolista: fondamentale quindi tenere il passo dei giallorossi. Se i partenopei giocano fuori casa e quindi, almeno sulla carta, possono considerare un pareggio come positivo (anche perchè nelle ultime due stagioni hanno perso allo Juventus Stadium) non altrettanto possono dire i campioni d'Italia, che certamente sanno bene quanto sia difficile una partita simile ma hanno il fattore campo dalla loro e ci aspettiamo che spingeranno dal primo all'ultimo minuto alla ricerca della vittoria. Nel corso degli anni questa partita ha assunto significati diversi, dalle sfide di fine anni Cinquanta tra Omar Sivori e Luis Vinicio a quelle degli anni Ottanta tra Michel Platini e Diego Armando Maradona, fino ad arrivare ai giorni nostri con il derby argentino tra Carlos Tevez, sei gol in campionato, e Gonzalo Higuain, che insegue a quota 5. Scontro rinnovato in zona scudetto, quello che forse davvero mancava a una grande classica che è anche duello tra il Nord e il Sud. Arbitra la partita il signor Gianluca Rocchi, coadiuvato da Di Liberatore e Cariolato; quarto uomo Padovan, addizionali Tagliavento e Bergonzi. I tifosi più social potranno commentare la partita sulle pagine Facebook di Juventus e Napoli, o twittando l'hashtag #juvenapoli, "chiamando" in causa i profili Twitter delle due squadre: @juventusfc e @sscnapoli. La gara sarà visibile dalle ore 20.45 sul satellite e sul digitale terrestre. Su Sky Sport 1 HD e Sky Calcio 1 HD (canali 201 e 251) la telecronaca della partita è di Maurizio Compagnoni, il commento di Beppe Bergomi. Approfondimenti e interviste a bordocampo a cura di Veronica Baldaccini, Giovanni Guardalà e Massimo Ugolini. La telecronaca del secondo flusso audio per la tifoseria del Napoli è affidata a Carlo Alvino. La partita potrà essere vista anche in 3D su Sky Sport 3D (canali 150 e 209) per la telecronaca di Daniele Barone e il commento di Roberto Sosa. Bordocampo e interviste a cura di Francesco Cosatti. Su Premium Calcio 1 e Premium Calcio HD (canali 371 e 381) la telecronaca sarà di Sandro Piccinini e il commento tecnico di Aldo Serena. Gli approfondimenti e interviste a bordocampo saranno a cura diNando Sanvito e Gianni Balzarini. Il secondo flusso audio, per la tifoseria bianconera, è a cura di Claudio Zuliani, mentre per il terzo flusso audio la telecronaca del Napoli è a cura di Raffaele Auriemma. In assenza di un televisore, il match verrà trasmesso anche in streaming video grazie ai servizi Sky Go e Premium Play, gratuiti per gli abbonati. La partita potrà essere seguita anche via radio, sulle frequenze di Radio 1. Alle 20.20 presentazione del posticipo di serie A: la radiocronaca di Juventus-Napoli è affidata a Francesco Repice.