BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Playoff mondiali 2014/ Risultati e marcatori delle partite di andata: Portogallo e Grecia ok, Francia nei guai

Si sono giocate le partite di andata dei playoff per la qualificazione ai mondiali di Brasile 2014: risultati e marcatori della gare, bene Portogallo, Ucraina e Grecia

Cristiano Ronaldo, 28 anni, attaccante portoghese del Real Madrid (INFOPHOTO)Cristiano Ronaldo, 28 anni, attaccante portoghese del Real Madrid (INFOPHOTO)

Questi i risultati delle partite di andata degli spareggi mondiali: Islanda-Croazia 0-0, Portogallo-Svezia 1-0, Ucraina-Francia 2-0, Grecia-Romania 3-1. A Reykjavik partita non molto emozionante nel primo tempo e più accesa nella ripresa, in cui i padroni di casa sono rimasti in dieci uomini per l'espulsione del difensore Skulason. La Croazia ha premuto e provato e segnare almeno un gol ma non c'è stato verso: la gara di ritorno sembra comunque favorevole ai balcanici cui basterà una vittoria di misura davanti al proprio pubblico. Quella che ha ottenuto il Portogallo al Da Luz di Lisbona. La sfida contro la Svezia si è confermata equilibrata perlomeno nel primo tempo; nel secondo i lusitani hanno spinto maggiormente e trovato il gol vittoria con il solito Cristiano Ronaldo. Il numero 7 portoghese vince così il primo round contro il rivale Zlatan Ibrahimovic, che ha pagato un atteggiamento di squadra un pò chiuso. Tutto resta possibile in vista del ritorno in Svezia anche se il Portogallo partirà favorito per la qualificazione finale. Chi è più nei guai la Francia: la nazionale allenata da Didier Deschamps ha rimediato una sconfitta per 2-0 sul campo dell'Ucraina, e settimana prossima avrà bisogno di un risultato speculare, per portare il confronto almeno ai supplementari, di un 3-1 o di una vittoria con 3 gol di scarto (5-2, 6-3…). Prestazione compatta degli ucraini e un pò molle per i Galletti d'oltralpe, che non sono riusciti a costruire granché nell'arco dei 90 minuti. Un espulso per parte, entrambi nei minuti di recupero: l'ucraino Oleksandar Kucker e il francese Lurent Koscileny, che in precedenza aveva causato il rigore realizzato da Yarmolenko per il punto del 2-0 finale. I due difensori centrali salteranno la partita di ritorno. La vittoria migliore della serata è quella della Grecia, che in casa si è imposta per 3-1 sulla Romania ipotecando la qualificazione. Scatenato Kostantinos Mitroglou che ha realizzato una doppietta, confermando di essere in un momento di forma eccellente. Partite di ritorno previste martedì 19 novembre prossimo.

All'82' minuto di gioco Ucraina 2 Francia 0. Raddoppio dei padroni di casa realizzato su calcio di rigore da Andriy Yarmolenko. Per l'attaccante della Dinamo Kiev è la rete numero quattordici in trentasette presenze con la maglia della nazionale. Penalty concesso per fallo in area di Laurent Koscielny su Zozulya.

All'82' minuto di gioco Portogallo 1 Svezia 0. Alla fine arriva il lampo di uno dei campioni più attesi: Cristiano Ronaldo, che porta i lusitani in vantaggio per l'esplosione di gioia dello stadio Da Luz. Per il fuoriclasse del Real Madrid è il gol numero 44 in 108 apparizioni con la casacca rossonere.

Al 66' minuto di gioco Grecia 3 Romania 1. Ancora lui: Konstantinos Mitroglou a segno per la nazionale ellenica, e la sua doppietta personale che lo porta a quota 7 nella classifica marcatori della Grecia.

Al 61' minuto di gioco Ucraina 1 Francia 0. Gol realizzato da Roman Zozulya, attaccante del Dnipro classe 1989: per lui è la terza rete in tredici presenze con la nazionale. Pochi minuti dopo grossa occasione per la Francia, ma Nasri armato da Giroud si fa respingere il tentativo dal portiere Pyatov.

Il primo risultato finale delle partite di andata dei playoff mondiali è Islanda-Croazia 0-0. Nella ripresa la Croazia ha accresciuto il suo predominio, soprattutto dopo l'espulsione del finlandese Skulason; l'occasione migliore può considerarsi un destro dai 20 metri di Mario Mandzukic, sul fondo di poco. Il risultato va bene all'Islanda cui nel ritorno basterà un pareggio con gol per qualificarsi ai mondiali.

All'intervallo delle partite i risultati sono Portogallo-Svezia 0-0, Ucraina-Francia 0-0 e Grecia-Romania 2-1. La sfida più attesa, quella dello stadio Da Luz di Lisbona, è iniziata a ritmi frenetici salvo poi rallentare il suo andamento nel prosieguo della prima frazione. Per ora il duello a distanza tra le stelle Cristiano Ronaldo e Zlatan Ibrahimovic non ha registrato sussulti di rilievo. Più emozionante la sfida tra Grecia e Romania, che ha riservato tre gol nei primi venti minuti, e un proseguimento equilibrato che mantiene aperti i giochi. Probabilmente nella ripresa la Grecia cercherà il terzo gol, perché la rete in trasferta della Romania potrà pesare nella sfida di ritorno. Reti inviolate anche a Kiev tra Ucraina e Francia: i padroni di casa stanno giocando meglio ma non hanno trovato il gol nei primi 45'.

Al 50' minuto di gioco di Islanda-Croazia () espulso il difensore islandese Olafur Skulason. I padroni di casa restano quindi in dieci uomini e rischiano pochi minuti dopo, quando una punizione di Modric chiama all'intervento il portiere Halldorsson.

Al 20' minuto di gioco Grecia 2 Romania 1. Emozioni in rapida sequenza al Pireo, la Grecia si riporta immediatamente in vantaggio grazie a Dimitrios Salpingidis, vecchia volpe d'area di rigore che capitalizza l'assist del romanista Torosidis. Per l'attaccante del PAOK Salonicco è il tredicesimo gol in 71 presenze con la Grecia.

Al 19' minuto di gioco Grecia 1 Romania 1. Pareggio immediaot della Romania che segna un importante gol in trasferta. L'autore è l'attaccante Bogdan Stancu, ventiseienne del Genclebirligi: per lui è il sesto sigillo in 28 gare con la sua nazionale. Assist dell'ex Udinese Gabriel Torje su calcio da fermo.

Al 14' minuto di gioco Grecia 1 Romania 0. Sblocca il risultato Kostantinos Mitroglou, che realizza il suo sesto gol in 27 presenze con la maglia della nazionale ellenica. Mitroglou conferma il periodo di grande forma: anche nell'Olympiacos sta segnando a raffica, per ora è a quota 17 gol stagionali (14 in campionato, 3 in Champions League) in 14 partite.

Intervallo a Reykjavik: il risultato è Islanda-Croazia 0-0. Poche emozioni nella prima frazione di gioco, la Croazia ha costruito più gioco ma non è riuscita ad impegnare seriamente il portiere islandese Halldorsson, chiamato al lavoro in un paio di uscite delicate. Iniziate le altre tre gare di andata degli spareggi per i mondiali: Portogallo-Svezia, Ucraina-Francia, Grecia-Romania.

Primo tempo in corso nella partita Islanda-Croazia, risultato ancora bloccato sullo . I balcanici hanno avuto subito un'occasione al 2' con Luka Modric, al tiro nell'area islandese ma respinto dai difensori avversari.

Questa è una grande serata per il calcio internazionale. Sono infatti in programma le partite d'andata degli spareggi playoff di qualificazione ai Mondiali di calcio Brasile 2014 per quanto riguarda la zona europea: otto squadre coinvolte per quattro posti a disposizione. Si inizia a giocare alle ore 20.00, quando ci sarà il fischio d'inizio di Islanda-Croazia, mentre alle ore 20.45 ecco pure Portogallo-Svezia, Ucraina-Francia e Grecia-Romania. Queste otto squadre sono tutte arrivate seconde nei loro gironi, che qualificavano direttamente solo le vincitrici (fra cui l'Italia), e fra oggi e martedì prossimo si giocheranno in 180 minuti un posto nel torneo iridato della prossima estate. Non c'è alcun dubbio sul fatto che sotto i riflettori ci sarà soprattutto la partita di Lisbona, dove si affrontano Portogallo e Svezia: sarà dunque la sfida fra Cristiano Ronaldo e Zlatan Ibrahimovic, ed è un peccato che uno di questi due grandi campioni non potrà partecipare ai Mondiali, in cui l'Europa probabilmente ha troppi pochi posti in rapporto al valore delle sue Nazionali. Molto attesa è anche la partita di Kiev, dove si affrontano una sempre solida Ucraina (che nel girone ha fatto soffrire l'Inghilterra fino all'ultima giornata) e la Francia di Franck Ribery e Paul Pogba. I Blues appaiono favoriti, ma non potranno sottovalutare un impegno che si annuncia decisamente ostico, specialmente in questa prima partita in trasferta. Più incertezza dovrebbe esserci nella sfida fra Grecia e Romania, probabilmente quella più equilibrata: ne sapremo di più al termine della partita d'andata ad Atene, con i rumeni che avranno il piccolo vantaggio del fattore campo nella partita di ritorno. A Reykjavik invece i padroni di casa islandesi cercheranno di porre il primo mattone di una qualificazione iridata che sarebbe storica e clamorosa, ma non c'è dubbio che sulla distanza del doppio confronto la Croazia di Mateo Kovacic sia favorita, anche se gli slavi hanno cambiato c.t. per questi playoff, scelta decisamente anomala.