BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Playoff mondiali 2014/ Video, Francia-Ucraina (3-0): i gol di Sakho e Benzema (ritorno)

Video Francia-Ucraina 3-0, i gol della partita: Sakho con una doppietta e Benzema trascinano la Francia alla rimonta contro l'Ucraina, che vale la qualificazione ai mondiali brasiliani

(INFOPHOTO)(INFOPHOTO)

La Francia ce l'ha fatta: a Saint-Denis ha battuto l'Ucraina per 3-0, esattamente il risultato che serviva per ribaltare lo 0-2 subito a Kiev, nella gara d'andata. Al fischio finale dell'arbitro Damir Skomina festa grande per i tifosi transalpini, mentre i giocatori hanno portato in trionfo l'allenatore Didier Deschamps. Che tira nu gran sospiro di sollievo e può finalmente pensare al mondiale brasiliano. Ringraziando in particolare…Laurent Koscielny: il difensore dell'Arsenal si è fatto espellere nel finale della partita di andata, "costringendo" il ct a schierare in campo il sostituto, Mamadou Sakho del Liverpool, per la partita di ritorno. Ebbene il ventitreenne ha ripagato la fiducia con una doppietta storica, che iniziato e completato la remuntada francese. All'Ucraina resta un grosso rammarico per una qualificazione solo sfiorata: l'ottima partita di Kiev non è bastata. 1-0 Francia al 22': Sakho insacca da distanza ravvicinata, dopo che il portiere Pyatov ha respinto sulla sua destra una conclusione dal limite dell'area. 2-0 Francia al 34': poco oltre la mezzora i Galletti hanno già recuperato il punteggio. Merito di Benzema che conclude un batti e ribatti al limite dell'area ucraina, raccogliendo un tiro deviato ed insaccando col sinistro da pochi passi. 3-0 Francia al 72': altra azione insistita dei padroni di casa, che porta al tiro Evra dal vertice sinistro dell'area; Pyatov respinge in tuffo, Pogba controlla la respinta e tocca per l'accorrente Ribery: tiro cross nell'area piccola dove è ancora Sakho a deviare in rete, per il tripudio in campo e sugli spalti. Primi due gol in nazionale per il difensore, mentre Benzema sale a quota 15 gol in 60 presenze con i Bleu.

Chiamata alla grande impresa la Francia di Didier Deschamps: questa sera alle 21, nell'impianto di Saint Denis, i Bleus ospitano l'Ucraina nella partita di ritorno dei playoff validi per la qualificazione ai Mondiali del 2014. Si parte dallo 0-2 dell'andata: potrete dunque seguire questa sfidas sintonizzandovi su Sky SuperCalcio e Sky Calcio 2 (canali 204 e 252 del satellite) per la telecronaca affidata a Riccardo Trevisani che si avvarrà del commento tecnico di Daniele Adani. Francia-Ucraina è disponibile anche in streaming video, grazie a Sky Go: servizio gratuito riservato a tutti gli abbonati che permette di seguire la programmazione anche su PC, tablet e smartphone (va attivato, inserendo i dati del proprio abbonamento, su skygo.sky.it). Poi c'è il sito ufficiale della FIFA che aggiorna il punteggio della partita con relativi marcatori, e Twitter: l'hahstag di riferimento è #worldcup, ma c'è anche quello specifico della partita ; in più, gli account ufficiali della FIFA (@FifaWorldCup), della Federazione Francese () e della Federazione Ucraina (@Football_UA). La Francia deve cercare l'impresa: all'andata ha perso 2-0, un risultato scioccante se pensiamo alle diverse forze in campo - pur riconoscendo che l'Ucraina è cresciuta molto negli ultimi anni e ha diverso talento in rosa. I Bleus, campioni del mondo nel 1998, finalisti nel 2006 e già in semifinale nel 1958, 1982 e 1986, rivivono fantasmi del passato: quattro anni fa si qualificarono a spese dell'Irlanda grazie a un vistosissimo fallo di mano di Thierry Henry, ma peggio ancora successe quando rimasero fuori dalle edizioni del 1990 e del 1994, perdendo in questa occasione all'ultimo secondo contro la Bulgaria. Sarebbe clamoroso: Franck Ribéry corre per il Pallone d'Oro e in generale la Nazionale di Didier Deschamps è una delle più forti in Europa, davvero difficile pensare che possa rimanere fuori dal Mondiale, pur se il girone con la Spagna dava credito alla possibilità dei playoff. L'Ucraina ha storia recente: dopo l'indipendenza dall'Unione Sovietica la nazionale è cresciuta in modo esponenziale grazie a giocatori come Andriy Shevchenko e Sergey Rebrov, e alla fine ha centrato la qualificazione al 2006 spingendosi peraltro fino ai quarti di finale (eliminando la Svizzera ai calci di rigore), fatta poi fuori dall'Italia. Il precedente più recente tra le due formazioni è datato 2012, Europei: alla Donbass Arena diluvio universale e interruzione, poi 2-0 Francia. Dovesse verificarsi lo stesso risultato, questa sera si andrebbe ai supplementari. Ce la faranno i Bleus?

© Riproduzione Riservata.