BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Probabili formazioni/ Croazia-Islanda: ecco le ultime novità (ritorno playoff mondiali)

La Croazia esulta dopo un gol (Infophoto) La Croazia esulta dopo un gol (Infophoto)

Lars Lagerbak, ex CT della Svezia, è stato scelto in virtù della sua esperienza: nel girone ha funzionato, perchè alle spalle della Svizzera che ha fatto corsa a sè l'Islanda ha tenuto a bada una nazionale come la Slovenia che negli ultimi tempi è stata competitiva e sulla carta aveva valori superiori. Non ci sono tanti campioni in squadra: più che altro si tratta di talenti emergenti che nei rispettivi campionati stanno mostrando di poter tenere questo livello di competizione. Si accodano tutti al veterano: Eidur Gudjohnsen ha vinto campionati e Champions League con Chelsea e Barcellona, oggi ha 35 anni e gioca in Belgio ma sicuramente sa come si portano a casa imprese leggendarie. Con lui, da tenere d'occhio almeno in due: Gylfi Sigurdsson si è ormai affermato nel Tottenham, mentre Alfred Finnbogason si porta dietro la nomea di "raccomandato" da Marco Van Basten (che lo allena all'Heerenveen) e però ha ancora tutta una carriera davanti, ovvero deve far vedere di valere il palcoscenico mondiale trasferendosi in un grande campionato. Altro elemento dell'Eredivisie (gioca nell'AZ Alkmaar) è Johann Berg Gudmunsson, che è attaccante esterno e stasera dovrebbe agire sulla destra; al centro Aron Gunnarsson, mentre sulla sinistra vedremo con tutta probabilità Birkir Bjarnason, oggi alla Sampdoria dopo una stagione al Pescara. Anche lui si sta mettendo in evidenza in un campionato complesso come la serie A. Dietro, non troppi nomi da segnalare, e l'incognita vera che accompagna questa nazionale è proprio nel reparto arretrato. 

Iniziamo da un'altra nostra conoscenza, Emil Hallfredsson che dopo aver ben figurato nella Reggina ha timbrato la promozione con il Verona da protagonista e ancora oggi è un titolare nella squadra di Andrea Mandorlini. Con lui si siedono l'attaccante Arnor Smarason (gioca in Svezia) e un altro giocatore dell'Eredivisie, il ventiduenne Victor Paisson che può aumentare la densità a centrocampo. Da tenere d'occhio anche il terzino sinistro Kristinn Jonsson, 23 anni: gioca ancora in patria (nel Breidablik) ma presto si potrebbe trasferire. 

E' certamente una tegola l'infortunio di Kolbeinn Sigthorsson, un altro elemento di livello internazionale: gioca nell'Ajax, forse la squadra migliore per lanciare giovani talenti. Cresciuto dall'AZ Alkmaar (18 gol), con i Lancieri ha iniziato dalla formazione giovanile per poi essere lanciato in prima squadra; finora ha collezionato un bottino di 24 gol in 56 partite, mentre in Nazionale ha già messo a segno 17 gol in 32 apparizioni. Senza di lui, Lagerbak perde una bocca da fuoco che con Finnbogason avrebbe potuto creare grattacapi alla difesa della Croazia. In più, è squalificato Olafur Skulason, espulso all'andata.