BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Probabili formazioni/ Lazio-Genoa, ultime novità (Serie A, undicesima giornata)

immagine d'archivioimmagine d'archivio

L’allenatore del Genoa, Gian Piero Gasperini, parla alla vigilia del match contro la Lazio: “Dobbiamo alzare la nostra qualità di gioco, partita dopo partita. Un conto sono le intenzione e un conto è quello che trovi sul campo; dobbiamo essere pronti a leggere ogni volta una gara diversa e a dare il massimo sempre. Sappiamo benissimo che dobbiamo migliorare ma è evidente che ogni partita ha la sua storia. La rosa è folta e ci permette una buona scelta a seconda dell’avversario che si va ad affrontare”. All’Olimpico non scenderanno in campo, almeno a inizio gara, Vrsaljko, Calaiò, Santana e Gamberini, mentre ci sarà forse il centrocampista Tozser. “E’ un premio per lui - sottolinea l’allenatore dei rossoblù - se lo merita per la sua serietà e il suo impegno”. E aggiunge a proposito del match di domani, riferendosi alla squadra avversaria: “I loro giocatori sono tutti di primissima fascia, molto forti, e di un valore assoluto e indiscusso”. Eppure il morale del Genoa è alto e si appresta a dare il tutto per tutto: “Tutti ragazzi motivati e che si impegnano molto, inoltre nello spogliatoio c’è un ottimo clima”. Il modulo cambia leggermente: 3-5-2 con un inedita coppia d'attacco Fetfatzidis-Gilardino e Biondini che si allarga a destra, con Antontelli confermato a sinistra e Sturaro probabile regista - come detto se la gioca con Tozser. Antonini scala dietro con Portanova e Marchese, lui pure arretrato.

 Sembrava destinato a giocare Centurion a destra, e invece l'argentino partirà solo dalla panchina. Con lui alcune scelte interessanti, come De Maio-Manfredini che possono rinforzare il reparto difensivo, o come Bertolacci e Cofie che possono dare qualità e sostanza in mediana. Pronto per l'attacco invece Stoian, con il giovane Konate che avrà meno possibilità ma potrebbe dire la sua. 

 Gasperini deve rinunciare a tanti elementi, come Lodi e Calaiò che sono importanti per questa formazione. Vrsaljko, fin qui sempre titolare, rientrerà alla prossima partita, così dovrebbe essere anche per Santana, Gamberini e Zé Eduardo; a quel punto il tecnico avrà a disposizione tutta la rosa e potrà lavorare più serenamente ad altre variazioni sul tema.