BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Probabili formazioni/ Verona-Chievo, i protagonisti. Le ultime novità (serie A, 13esima giornata)

Infophoto Infophoto

Eugenio Corini è pronto a fare il suo esordio per la seconda volta sulla panchina gialloblu: “Voglio usare al massimo l’effetto-sorpresa. Il Verona non è solo Toni, la squadra sta giocando un campionato straordinario, ha un entusiasmo incredibile e ha giocatori di grandissime qualità. Vedi uno come Iturbe ad esempio, ma anche alla loro capacità di essere pericolosi sui calci da fermo sfruttando la stazza di alcuni e i blocchi. Il Verona può ambire ad un campionato diverso dal nostro. Il lavoro di Mandorlini è stato pazzesco. La squadra gioca bene, anche gli attaccanti esterni sanno rientrare ed in fase difensiva arriva a coprire con un 6-3-1 difficile da scardinare. Le prossime cinque partite saranno fondamentali. Tutti dovremo fare qualcosa in più. Io e lo staff restiamo a Veronello fino alle otto e mezza di sera per lavorare, bisogna creare un’energia speciale anche con tutte le altre componenti della società per arrivare ad un traguardo che sarebbe davvero speciale”. Sembra confermata la riconferma del 5-3-2 con Puggioni tra i pali, difesa con Cesar, Dainelli e Frey centrali più Dramè e Sardo sugli esterni, centrocampo con Hetemaj, Rigoni e Radovanovic centrali, più la consueta coppia d’attacco Paloschie-Thereau. 

Restano ancora in dubbio per una maglia da titolare Pamic, Bentivoglio ed Estigarribia, ma per loro è più facile ipotizzare un utilizzo a partita in corso. Per loro dunque quasi certamente ci sarà un posto in panchina, e potrebbero essere i più probabili subentranti.

Oltre allo squalificato Pellissier (due giornate per insulti al direttore di gara nella scorsa giornata), restano indisponibili anche gli infortunati Calello (operato alla spalla) e Claiton (infortunatosi alla spalla).