BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Classifica Serie A/ I risultati delle partite e i marcatori: sorpasso riuscito, la Roma non vince! (13ma giornata)

Classifica Serie A i risultati delle partite. La Juventus scavalca la Roma, la Fiorentina cade contro l'Udinese. Occasione per l'Inter stasera di inserirsi nella lotta Champions, e...

(INFOPHOTO) (INFOPHOTO)

La Roma non vince contro il Cagliari e il punto raggranellato non basta per raggiungere di nuovo la Juventus in vetta alla classifica. Zero a zero il risultato finale della partita dell'Olimpico, tante polemiche e Rudi Garcia espulso, Conte può sorridere.

I risultati delle partite di Serie A di oggi disegnano una classifica molto diversa da quella della scorsa giornata di campionato. Anzitutto la vittoria della Juventus a Livorno che sancito il sorpasso dei bianconeri ai danni della Roma di Rudi Garcia, che giocherà solo lunedì sera, una partita peraltro davvero insidiosa. Ma non è tutto. Dopo il Napoli, cade anche la Fiorentina a Udine e questo, oltre che cacciare il Milan in una posizione di classifica addirittura a una manciata di punti dalla zona retrocessione, fornisce un assist incredibile all'Inter per reinserirsi di prepotenza nella lotta per la Champions e (chissà) anche per qualcosa di più. Le sconfitte di Napoli Fiorentina e Verona infatti danno l'occasione ai nerazzurri di spiccare un balzo fuori dalla mischia e rimanere in scia al duo di testa formato appunto da Juventus e Roma. Bella la vittoria del Torino contro il Catania (anche se Ventura espulso non se l'è certo goduta al massimo), come anche quella del Sassuolo contro una incerottatissima Atalanta. Sampdoria Lazio finisce in parità all'ultimo respiro grazie a un gol di Cana.

Al 75' minuto Livorno-Juventus 0-2. Partita forse in ghiaccio, gol bellissimo di Carlos Tevez: ancora Llorente protagonista, stop e protezione del pallone dentro l'area di rigore, poi tocco arretrato per l'Apache che con il piatto destro infila l'angolo alla destra di Bardi, tiro chirurgico che vale il raddoppio di una Juventus in questo momento in testa alla classifica.

Al 67' minuto Sassuolo-Atalanta 2-0. Ancora Domenico Berardi, sesto gol in campionato per l'attaccante del Sassuolo che forse chiude la partita.

Al 67' minuto Sampdoria-Lazio 1-0. La rete è di Soriano, bravo a tornare su un pallone che si era impennato sulla traversa dopo un tiro da lui stesso effettuato. 

Al 61' minuto Torino-Catania 1-0: segna ancora Omar El Kaddouri, sfruttando un tiro di Immobile che non viene trattenuto da Andujar. 

Al 61' minuto Torino-Catania 1-0: segna ancora Omar El Kaddouri, sfruttando un tiro di Immobile che non viene trattenuto da Andujar. 

Al 59' minuto Torino-Catania 3-1. Segna Emiliano Moretti: angolo di Cerci da sinistra, Moretti svetta più in alto di tutti e fa 3-1, chiudendo forse nuovamente la partita.

Al 64' minuto Sassuolo-Atalanta 1-0. Simone Zaza non esulta, da buon ex: calcio di punizione che Consigli non trattiene e Zaza da due passi, servito al centro, mette dentro. 

Al 63' minuto Livorno-Juventus 0-1. Segna ancora Fernando Llorente, sempre più decisivo: quinto gol in stagione, terzo in campionato. L'azione parte da Asamoah che porta palla centralmente, apertura a destra per Pogba che alza la testa e mette al centro dove Llorente trova un gran piatto destro che si infila all'incrocio dei pali alla sinistra di Bardi. 

Al 50' minuto Torino-Catania 2-1. Gli etnei riaprono la partita con Leto: azione tambureggiante aperta da Barrientos che tocca dentro per Maxi Lopez, sponda per Leto che sistema palla sul sinistro e calcia, deviazione evidente che fa impennare il pallone, Padelli è beffato. 

Sono terminati i primi tempi delle partite in programma alle ore 15: tre gol realizzati fin qui, su due campi. Nel dettaglio: Livorno-Juventus 0-0, Sampdoria-Lazio 0-0, Sassuolo-Atalanta 0-0, Torino-Catania 2-0 (Immobile, El Kaddouri), Udinese-Fiorentina 1-0 (Heurtaux). In questo momento la classifica nelle prime posizioni recita: Roma 32, Juventus 32, Napoli 28, Inter 25, Fiorentina 24, Verona 22. La Sampdoria abbandonerebbe l'ultimo posto in classifica lasciandovi Catania e Chievo.

Al 34' minuto il Torino mette forse in ghiaccio la partita: segna Omar El Kaddouri, ancora una volta male la difesa del Catania. Capuano si fa anticipare da Cerci che lancia Immobile centralmente, pallone ancora largo a destra dove Guarente anticipa l'uomo ma serve in mezzo El Kaddouri, che non ha problemi a mettere in porta. Torino-Catania 2-0.

Al 34' minuto l'Udinese è sorprendentemente in vantaggio: il gol è di Heurtaux, che tocca in porta da pochi passi una deviazione di Pereyra a prolungare una punizione da sinistra di Totò Di Natale. Udinese-Fiorentina 1-0.

Torino in vantaggio! Il gol è di Ciro Immobile al 10' minuto, bravo a portare avanti palla nelle praterie della difesa etnea che si lascia sfuggire l'attaccante: ingresso in area e piatto destro a battere Andujar. Torino-Catania 1-0.

Sono iniziate le partite della settima giornata di Serie A, al momento siamo sullo 0-0 su tutti i campi: Livorno-Juventus, Sampdoria-Lazio, Sassuolo-Atalanta, Torino-Catania, Udinese-Fiorentina.

La tredicesima giornata del campionato di calcio di Serie A, ripreso dopo la pausa delle nazionali si è aperta alle 18:00 con il derby di Verona con l’Hellas di Mandorlini (a quota 22 punti) che se la vede con i concittadini del Chievo (ultimo a 6 e con il neo tecnico Eugenio Corini in panchina) in una partita che mancava alla città da ben 11 anni. Ha vinto il Chievo (9), a sorpresa: gol di Lazarevic nei minuti di recupero e Corini festeggia il ritorno in panchina con tre punti. Due gli anticipi del sabato sera (20:45): nel primo il Milan (14 punti) si è arenato nuovamente, questa volta contro il Genoa (18) capace di resistere per più di un tempo in inferiorità numerica (rosso a Manfredini) e con Perin che ha parato un rigore a Balotelli, che non segna da una vita. Nel secondo invece, esattamente come due anni fa, il Napoli (28) è caduto in casa di fronte al Parma (16) a pochi giorni da una partita di Champions League: ha deciso il quinto gol in campionato di Antonio Cassano, e ora Rafa Benitez rischia di veder scappare via le concorrenti allo scudetto. Il programma di domenica pomeriggio (ore 15:00) vede 5 partite. Iniziamo con il Livorno (12) che attende al Picchi la Juventus (31); gli amaranto vengono dalla sconfitta di San Siro (2-0 per l’Inter) e hanno l’obbiettivo di fermare la Vecchia Signora, che però vuole continuare sul trend positivo. A Marassi va in scena Sampdoria-Lazio; i blucerchiati )a quota (9) hanno esonerato Delio Rossi chiamando in panchina Sinisa Mihajlovic che si trova così di fronte la Lazio, sua grande ex.  Al Mapei Stadium di Reggio Emilia va in scena una sfida salvezza tra il Sassuolo (10) e l’Atalanta (16). All’Olimpico di Torino arriva il Catania, terzultimo a quota 9; i granata, più su a 12 punti, sono in cderca tanto quanto i siciliani di punti per tirarsi su in classifica. A chiudere il pomeriggio Udinese-Fiorentina; i friulani hanno 13 punti e non riescono proprio a trovare il giusto equilibrio per avere quella continuità che finora è sempre mancata, mentre i Viola (24), trascinati da Pepito Rossi, stanno vivendo un buonissimo momento. Il posticipo di domenica sera sarà Bologna-Inter. I rossoblù (10) ospitano al Dall’Ara la banda Mazzarri (25) con l’obbiettivo di ottenere almeno un punto, ma i neroazzurri hanno le idee chiare; tornare a Milano con 3 punti in saccoccia per continuare la rimonta al terzetto là davanti. A chiudere la tredicesima giornata sarà il “Monday Night” tra Roma e Cagliari all’Olimpico. La capolista (32), dopo 10 vittorie consecutive, ha ottenuto due pareggio (1-1 a Torino e 1-1 in casa contro il Sassuolo) ed è decisa a riprendere la marcia, sardi (13) permettendo.