BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Pagelle/ Verona-Chievo (0-1): i voti della partita (serie A 13esima giornata)

Pubblicazione:sabato 23 novembre 2013 - Ultimo aggiornamento:sabato 23 novembre 2013, 21.51

Eugenio Corini, allenatore del Chievo (Infophoto) Eugenio Corini, allenatore del Chievo (Infophoto)

LE PAGELLE DI VERONA-CHIEVO 0-1 (SERIE A 2013-2014,TREDICESIMA GIORNATA): I VOTI DELLA PARTITA - La partita tra Verona e Chievo si chiude con la vittoria degli ospiti per 0-1, grazie al gol di Lazarevic nei minuti di recupero. In pochi avrebbero immaginato il successo del fanalino di coda, ma la formazione messa in campo dal nuovo tecnico Eugenio Corini è stata capace di affrontare i cugini del Hellas nel migliore dei modi. Le premesse della vigilia vengono subito smentite nei primi minuti: la gara parte a marce ingranate, i ritmi s'impennano sin dalle prime battute e appare subito evidente quale sia la squadra più in difficoltà. Il pubblico di casa non riconosce i propri beniamini che tanto avevano impressionato in questo avvio di stagione e perciò i clivensi provano a gestire il pallone. Una partita molto confusa dal punto di vista dell'impostazione del gioco, sebbene la forza di volontà dei ragazzi di Corini abbia prevalso e  inciso sul risultato finale.

VOTO DEL MATCH 5,5 Il tanto atteso derby del Bentegodi non è stata una partita ricca di emozioni, fino a pochi secondi dalla fine va in scena uno spettacolo che non regala colpi di scena in grado di catturare l'attenzione del pubblico. Nel primo tempo non si contano  occasioni da gol nette, eccezione fatta per la rete annullata a Cesar a 4 minuti dall'inizio per posizione di fuorigioco. Nella ripresa le due squadre si scoprono e i continui cambi di fronti, per quanto riguarda il possesso palla, permettono alle due formazioni di rendersi pericolose nel settore offensivo. Il Verona prova a spingere ma è il Chievo a punire sui titoli di coda.

 VOTO VERONA 5 Stando alle rispettive posizioni in classifica, nessuno si sarebbe aspettato questo momentaneo ribaltamento delle gerarchie. Nel primo tempo il centrocampo dei padroni di casa concede troppo agli avversari a causa dei ripetuti errori di Donati e Jorginho; Toni non è decisamente in giornata e crea poco movimento, Gomez idem. Nella ripresa i ragazzi di Mandorlini provano a pungere sin dai primi minuti portandosi spesso e volentieri sul fondo ma gli attaccanti non sono mai in grado di impensierire Puggioni. CLICCA QUI PER I VOTI DEL VERONA

VOTO CHIEVO 6 La gestione Eugenio Corini comincia a dare i suoi frutti sin dalla prima partita. Il tecnico del Chievo è uno conosce bene questo tipo di gare e invita i suoi a chiudere tutti gli spazi nella zona nevralgica del rettangolo di gioco, il centrocampo. La linea a 5 è impenetrabile e induce continuamente i giocatori del Hellas all'errore. Nella seconda frazione di gioco gli spazi si aprono anche nelle fila degli avversari e perciò è il Chievo a rendersi pericoloso in diverse occasioni. Ovviamente i tifosi del Chievo si augurano che la vittoria di oggi non rappresenti un fuoco di paglia e se la squadra continuerà in questo modo potrà uscire dalle sabbie mobili del fondo classifica in tempi brevi. CLICCA QUI PER I VOTI DEL CHIEVO

VOTO SIG. GUIDA 6 Risulta sufficiente l'operato dell'arbitro che parte alla grande fischiando un fuorigioco dopo appena 4 minuti sul gol irregolare di Cesar. Chiaramente bisogna anche dare merito ai guardalinee che si sono concentrati al massimo sin da subito. Tuttavia non è stata una partita particolarmente difficile da arbitrare, basti pensare che alla fine dei 90 minuti si registrano solamente due fuorigioco.


PAGELLE VERONA-CHIEVO, I VOTI DEL PRIMO TEMPO - Il parziale tra Verona e Chievo finisce 0-0. Chi pensava che sarebbe stato un  monologo  daparte dei ragazzi di mandorlini si è sbagliato di grosso. La nuova gestione del Chievo ragata Corini comincia col piede giusto. Finalmente i clivensi cominciano a dare segni di vita a partire dalla fase di non possesso palla. Il 4-5-1 orchestrato dal tecnico funziona alla grande: l'Hellas fatica a trovare i varchi nella difesa avversaria grazie alla copertura degli spazi da parte dei centrocampisti del Chievo, che fino a questo momento sono stati i veri protagonisti del match. Rigoni trascina i suoi compagni senza avere fretta di verticalizzare mentre dall'altra parte Donati e Jorginho continuano a commettere troppi errori. Una partita prevalentemente giocata a centrocampo, in cui i ritmi di gara si sono impennati si dai primi minuti di gioco. Nonostante la cattiveria agonistica messa in campo dai vari giocatori, il fair play domina i primi 45' minuti di gioco; da segnalare le ammonizioni prima di Moras e poi di Thereau. Toni non sembra in giornata, il veterano dell'Hellas non si muove molto negli ultimi 30 metri e di conseguenza tutta la squadra fatica a colpire gli avversari. Ci sono state complessivamente poche occasioni da gol, nessun vero tentativo che abbia impensierito i due portieri. L'unico episodio da segnalare è un gol annullato a Cesar per posizione irregolare dopo una palla buttata in area da Thereau su punizione.

VOTO HELLAS: 5 - VOTO CHIEVO: 6

MIGLIORE IN CAMPO: RIGONI - PEGGIORE IN CAMPO: DONATI


  PAG. SUCC. >