BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Probabili formazioni/ Livorno-Juventus, ultime novità (Serie A, tredicesima giornata)

Tevez (infophoto) Tevez (infophoto)

PROBABILI FORMAZIONI LIVORNO-JUVENTUS: LE NOTIZIE ALLA VIGILIA (TREDICESIMA GIORNATA DI SERIE A 2013-2014) – Domani pomeriggio, alle ore 15:00, la Juventus tenterà, in quel di Livorno, di sorpassare la Roma in vetta alla classifica, con la speranza che questa, ovviamente, non riesca a vincere lunedì sera in casa contro il Cagliari. Per i padroni di casa, nonostante le molteplici assenze a cui Antonio Conte dovrà riuscire a far fronte, non sarà assolutamente facile riuscire ad ottenere un risultato positivo che consenta loro di tenere a distanza le dirette concorrenti per la zona salvezza, anche perché non potranno contare sul notevole apporto di bomber Paulinho. Eccovi dunque le notizie e le probabili formazioni delle squadre alla vigilia della partita.

QUI LIVORNO – Mister Nicola deve ancora sciogliere i nodi legati alla posizione di Emerson. Qualora quest’ultimo dovesse prendere posto regolarmente al centro della difesa anziché sulla mediana come ipotizzato nei giorni scorsi, a farne le spese dovrebbe essere Rinaudo, il quale verrebbe sostituito dal giovane Alfred Duncan. Per il resto non dovrebbero esserci dubbi sul 3-5-2 che vede Bardi in porta, in difesa Coda e Ceccherini ai lati del centrale ancora da definire, mentre a centrocampo Schiattarella e Mbaye (o Gemiti) agiranno sugli esterni a lati di Luci, Greco più uno tra il brasiliano ed il ghanese sopraccitati. In attacco, invece, considerata la pesantissima squalifica di Paulinho, spazio alla coppia Siligardi-Emeghara. L’assenza della punta ex Sorrento, toglie alla squadra un bel 40%, ovvero la percentuale dei gol realizzati da lui in proporzione a quelli totalizzati dai suoi compagni, tant’è vero che è anche il giocatore che, più di tutti, ha cercato la via della porta (36 tiri di cui 5 finiti in rete), dietro di lui soltanto Emerson (un difensore) ed Emeghara con, rispettivamente, 19 e 17 conclusioni provate. A livello realizzativo, invece, il secondo è Leandro Greco con due gol, ma la specialità dell’ex romanista sono gli assist, come dimostrano i 2 assaggi vincenti su 15 tentati.

QUI JUVENTUS – Considerate le numerose assenze, Antonio dovrà ancora scegliere se utilizzare il solito 3-5-2 oppure il 4-3-3 come trapelato nei giorni scorsi. Oltre ai già noti squalificati Bonucci ed Ogbonna ed agli infortunati Pepe, Lichtsteiner, e Barzagli, alla lista degli assenti si è aggiunto anche Mauricio Isla, a causa di distrazione del legamento collaterale mediale del ginocchio destro riportata con la propria Nazionale, mentre saranno da valutare anche le condizioni di Sebastian Giovinco, fermatosi a causa di un edema osseo. Ad oggi, la formazione più probabile, è il 3-5-2 che vede, davanti a Buffon, una difesa a tre composta da Vidal (riportato al ruolo di centrale difensivo come agli albori della sua carriera) in mezzo a Caceres e Chiellini, a centrocampo Asamoah e Padoin dovrebbero presidiare le due fasce, mentre in mezz Marchisio, Pirlo e Pogba saranno i tre interni. L’unico dubbio resta legato a chi tra Llorente, Vucinic e Quagliarella dovrà affiancare l’insostituibile Carlos Tevez, vero uomo in più di questa squadra con 6 gol fatti su 40 tiri totalizzati. Chi, invece, non potrà dare il suo solito contributo in fase offensiva è proprio Arturo Vidal, autore, fin’ora, di 5 gol e 4 assist vincenti su rispettivamente 28 passaggi e 20 conclusioni tentate, anche se non è da escludere la possibilità che il cileno venga riportato al suo ruolo originale al posto di Marchisio, con Chiellini che scalerebbe centralmente a favore dell’inserimento di Peluso.

© Riproduzione Riservata.