BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Probabili formazioni/ Porto-Austria Vienna: ultime novità (Champions League, gruppo G)

Juan Fernando Quintero con la maglia del Porto (Infophoto)Juan Fernando Quintero con la maglia del Porto (Infophoto)

L'allenatore Nenad Bjelica ha tenuto un lungo discorso ai suoi giocatori in occasione dell'allenamento di ieri, e si è fatto sentire anche in conferenza stampa. "Abbiamo buone speranze, vogliamo prendere i tre punti. Non abbiamo avuto fortuna nella partita di andata, dovremo essere disciplinati perchè loro sono una grande squadra; se giochiamo come abbiamo fatto a Vienna possiamo uscirne in modo positivo. Sono ottimista: la squadra è in forma, e più riusciremo a mantenere lo 0-0 maggiori saranno le nostre possibilità, perchè in loro cresceranno ansia e impazienza. Siamo una squadra: vinciamo e perdiamo insieme". La squadra austriaca certamente non è al livello del Porto come esperienza e forza sul campo, ma può dire la sua. In attacco gioca la coppia Klenast-Hosiner, 12 gol in due in campionato (dove l'Austria Vienna è terzo a -9 dal Salisburgo), a supporto una linea a 4 nella quale va tenuto d'occhio in particolare l'esterno destro Daniel Royer, 23 anni. Dietro, comanda Kaja Rogulj, croato di 27 anni. 

Dalla panchina sono pronti ad alzarsi per dare una mano due elementii: Rubin Okotie, attaccante, e il diciassettenne centrocampista Sascha Horvath; per il resto non ci sono nomi troppo altisonanti e questo naturalmente è un limite per una formazione che certamente non aveva iniziato il girone pensando concretamente di trovarsi in corsa per gli ottavi.

Peserà non poco l'assenza di Marko Stankovic, trequartista di 27 anni che ha già segnato 6 gol in campionato; insieme a lui in infermeria ci sono Alexander Grunwald, Alexander Gorgon e Florian Mader. Sono tutti centrocampisti: una vera e propria ecatombe per Bjelica.