BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Diretta/ Legia Varsavia-Lazio 0-2 (risultato finale): biancocelesti qualificati (Europa League, gruppo J)

Legia Varsavia-Lazio 0-2: biancocelesti ok in Polonia con i gol di Perea e Felipe Anderson. Lazio qualificata ai sedicesimi: nell'ultima gara si giocherà il primo posto contro il Trabzonspor

Foto InfophotoFoto Infophoto

La Lazio batte 2-0 il Legia Varsavia e si qualifica ai sedicesimi di finale delll'Europa League, con una giornata di anticipo. I gol sono stati realizzati da Brayan Perea al 24' e da Felipe Anderson al 57'. Per i biancocelesti una prestazione positiva contro un avversario decisamente inferiore, che non a caso non ha ancora raccolto nemmeno un punto nel girone. Nell'altra partita del gruppo G il risultato finale è Trabzonspor-Apollon Limassol 4-2; la classifica del raggruppamento dopo cinque giornate pertanto è: Trabzonspor 13 punti, Lazio 11, Apollon Limassol 4, Legia Varsavia 0. Nell'ultima giornata (giovedì 12 dicembre prossimo) i biancocelesti sfideranno i turchi all'Olimpico per il primo posto nel girone che può valere un sorteggio migliore nei sedicesimi di finale (le seconde classificate potranno incontrare anche le squadre eliminate dalla Champions League).

Raddoppio di Felipe Anderson!! Primo gol in maglia Lazio per il brasiliano, che al 57' minuto sfrutta un grande lavoro di Hernanes che entra nello spazio e vede benissimo sulla destra il compagno, che pur da posizione defilata trova il destro vincente. Legia Varsavia 0 Lazio 2: a questo punto biancocelesti qualificati. 

Gol della Lazio! Al 24' minuto di gioco Legia Varsavia-Lazio 0-1. Il gol è di Brayan Perea, che con un doppio colpo di testa (sul primo è stato contrastato da un difensore) mette alle spalle del portiere. E' il gol che in questo momento vale la qualificazione ai sedicesimi. L'assist è di Lucas Biglia.

Le formazioni ufficiali della partita di Europa League Legia Varsavia-Lazio. 12 Kuciak; 19 Bereszynski, 25 Rzezniczak, 3 Jodlowiec, 14 Wawrzyniak; 21 Vrdoljak, 37 Furman; 32 Radovic, 23 Pinto, 32 Brzyski; 13 Dvalishvili In panchina: 84 Skaba, 15 Astiz, 28 Broz, 22 Kopczynki, 7 Ojamaa, 27 Mikita Allenatore: Urban 1 Berisha; 39 Cavanda, 2 Ciani, 27 Cana, 26 Radu; 15 A.Gonzalez, 5 Biglia, 8 Hernanes; 7 F.Anderson, 34 Perea, 15 Keita In panchina: 22 Marchetti, 85 Novaretti, 29 Konko, 19 Lulic, 23 Onazi, 24 Ledesma, 10 Ederson, 99 Floccari Allenatore: Petkovic Arbitro: Blom (Olanda)

La Lazio sta attraversando un momento di difficoltà offensiva: non sempre la fa fatica a concretizzare in più gol la mole di gioco imbastita, non sempre pulitissima ma nemmeno inesistente. Il Legia Varsavia dovrebbe puntare sugli aspetti tradizionali: l'ambiente freddo per gli ospiti e la compattezza di squadra. I giocatori della squadra polacca sono poco conosciuti ai più: anche per questo converrà ai biancoelesti partire forte per portare subito il match sui propri binari. Sarà importante coinvolgere spesso i giocatori più veloci come Keità, e più tecnici come Hernanes. Solo toccando tanti palloni il brasiliano potrà "scaldarsi" e prendere ritmo, sperando che possa trovare anche un gol che lo sblocchi.

I pronostici SNAI per la partita di Europa League Legia Varsavia-Lazio. Il successo del Legia Varsavia è quotato a 3,75, il pareggio a 3,40 mentre la vittoria della Lazio a 1,95. Under 2,5 gol quotato a 1,65, Over a 2,10; Gol quotato a 1,80, NoGol a 1,90. Combinazioni risultato parziale/finale: la vittoria del Legia in entrambi i tempi (combinazione 1-1) è quotata a 7,50, così come il successo dei polacchi dopo pareggio nel primo tempo (X-1); invece la vittoria del Legia in rimonta nella ripresa (2-1) è quotata a 35,00. Il pareggio finale dopo vantaggio del Legia nel primo tempo (combinazione 1-X) è quotato a 15,00, quello in entrambe le frazioni (X-X) a 4,75 e quello del Legia dopo vantaggio Lazio nel primo tempo (2-X) a 3,10. Il successo della Lazio in rimonta nella ripresa (combinazione 1-2) è quotato a 25,00, quello dopo pareggio all'intervallo (X-2) a 4,25 e quello in entrambe le frazioni (2-2) a 3,10. Somma gol finale: lo 0 è quotato a 8,00, l'1 a 3,90, il 2 a 3,20, il 3 a 3,90, il 4 a 6,50 e superiori a 6,90. Visto il non eccezionale stato di forma della Lazio si potrebbe anche puntare sullo 0-0, ma per chi vorrà vedere la partita è auspicabile assistere ad un buon numero di gol. Risultato esatto: 1-0 Legia quotato a 9,00, 2-0 a 18,00, 2-1 a 13,00, 3-0 a 50,00, 3-1 a 35,00, 3-2 a 50,00, 4-0 a 175,00. Pareggi: 1-1 a 6,00, 2-2 a 20,00, 3-3 a 75,00 e 4-4 a 250,00. Lo 0-1 per la Lazio è quotato a 6,00, lo 0-2 a 9,00, 1-2 a 8,50, 0-3 a 16,00, 1-3 a 18,00, 2-3 a 33,00, 0-4 a 40,00 così come l'1-4. 1X2 primo tempo: segno 1 quotato a 4,25, X a 2,15, 2 a 2,55.

Alle 19 di questa sera si gioca Legia Varsavia-Lazio, partita valida per la quinta e penultima giornata del gruppo J di Europa League. La qualificazione per i biancocelesti è quasi una formalità, ma certo non va presa sotto gamba: vero che i punti sono 8 e che c'è un +4 sulla terza in classifica, ma con 180 minuti da giocare non si può certo pensare di avere i sedicesimi già in tasca e quindi anche questa sera bisognerà avere la testa e le gambe al 100% per superare l'ostacolo. Dall'altra parte c'è una squadra, il Legia Varsavia, che prima di iniziare la competizione era segnalata come una formazione ostica e tignosa soprattutto in casa, ma per il momento non ne ha ancora dato prova; può farlo solo questa sera ma, comunque andrà a finire, per i polacchi la qualificazione è ormai un discorso non più affrontabile, perchè i punti in classifica sono zero e tutt'al più si potrà pensare unicamente di evitare l'ultimo posto nel girone e chiudere bene la stagione. All'andata aveva deciso un gol di Hernanes: era la prima partita del girone e indirizzò i biancocelesti verso un cammino in discesa. Ricordiamo che la Lazio nelle ultime due stagioni ha sempre superato il turno ed è arrivata almeno fino agli ottavi di finale: lo scorso anno con Petkovic in panchina ha centrato i quarti e ora vuole almeno pareggiare quel risultato, anche perchè in campionato le cose non stanno andando troppo bene e l'Europa può essere una sorta di "valvola di sfogo" e un modo per far entrare in forma qualche giocatore che ha pochi minuti nelle gambe o che non si è particolarmente distinto in questi primi mesi di stagione. Purtroppo a Varsavia sono stati segnalati scontri tra i tifosi: non è un mistero che tra i sostenitori del Legia si "nasconda" un gruppo di ultras particolarmente noti per i loro atti vandalici. Tuttavia, questa volta i colpevoli sembrano essere i tifosi della Lazio. La polizia ha infatti effettuato perquisizioni negli hotel dove alloggiano i sostenitori biancocelesti e ne ha rispediti a casa 17, dopo aver rinvenuto armi da taglio. 

Zero punti e zero gol segnati. Uno score decisamente non invidiabile quello del Legia Varsavia, che peraltro è l'unica squadra in questa edizione dell'Europa League ad avere un simile record negativo. E dire che si era presentato ai nastri di partenza come una delle poche squadre del torneo ad aver realizzato la doppietta in patria: campionato e coppa. In Polonia le cose vanno bene: primo posto in classifica con 37 punti, + 3 sulla seconda e un bottino di 38 gol in 17 partite, cioè più di due a incontro. E' evidente che la squadra non è particolarmente attrezzata per l'Europa, anche se c'erano i presupposti quantomeno per lottare alla pari per i sedicesimi, considerando anche la Lazio come decisamente superiore. Invece il cammino si è complicato subito, quando alla seconda giornata il Legia ha perso in casa contro l'Apollon Limassol; a quel punto la formazione polacca si è come afflosciata su se stessa mostrando di non avere più fiducia: doppio 0-2 rimediato dal Trabzonspor e addio ai sogni di gloria. Sei gol subiti in quattro partite; il problema non è la difesa, quanto una sterilità offensiva che il georgiano Dvalishvili e il serbo Radovic, 15 gol in due in campionato, non sono riusciti a risolvere. Di diverso tenore il cammino della Lazio, anche se le difficoltà ci sono state: dopo la vittoria sul Legia i biancocelesti hanno rischiato tantissimo sul campo del Trabzonspor, dove si sono trovati sotto per 3-1 a pochi minuti dal termine; la doppietta di Sergio Floccari ha rimesso a posto le cose, certo per la qualificazione ai sedicesimi quello striminzito punto non avrebbe fatto la differenza ma sicuramente la squadra di Petkovic ha guadagnato in fiducia, e lo stesso Floccari (il 2-1 segnato all'Apollon è stato il 150esimo della Lazio in Coppe UEFA/Europa League) ha fatto vedere che quando viene messo nelle giuste condizioni può risultare decisivo. Nonostante questo la Lazio continua a cercare un vice Klose, e la storia si ripete: lo scorso anno Libor Kozak fu capocannoniere in Europa League, ma la società decidette comunque di venderlo all'Aston Villa. Due vittorie e due pareggi per la Lazio in questo girone, con 6 gol segnati e 4 subiti; le due mezze battute d'arresto sono però arrivate in trasferta, il già descritto 3-3 in Turchia e lo 0-0 sul campo dell'Apollon Limassol. Dunque, con u pareggio i biancocelesti sarebbero certi della qualificazione, a patto però che i ciprioti non battano il Trabzonspor; non resta quindi che vedere come andrà a finire questo turno e se i biancocelesti avranno un'ultima giornata più rilassata, ma vissuta nella ricerca del primo posto nel girone. La parola al campo allora: la diretta di Trabzonspor-Lazio sta per cominciare…