BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Diretta/ Pacos Ferreira-Fiorentina (0-0: cronaca e tabellino (Europa League, gruppo E)

Pacos Ferreira-Fiorentina 0-0: a Guimaraes reti inviolate, mentre nell'altra sfida del gruppo E il Dnirpo-Pandurii 4-1: nell'ultima giornata ai viola basta un pareggio per il primo posto

Ryder Matos, attaccante della Fiorentina (Infophoto)Ryder Matos, attaccante della Fiorentina (Infophoto)

Pacos Ferreira-Fiorentina finisce sul punteggio di 0-0. Nell'altra sfida del gruppo E Dnipro-Pandurii 4-1. La classifica del girone prima dell'ultima giornata è: Fiorentina 13 punti, Dnipro 12, Pacos Ferreira 2, Pandurii 1. La sesta ed ultima giornata si disputerà il prossimo 12 dicembre, e vedrà la Fiorentina opposta agli ucraini del Pandurii, allo stadio Artemio Franchi di Firenze. Il Pacos Ferreira, allenato da Calisto, ospita la Fiorentina di Montella, che ha lasciato riposare a casa giocatori come Rossi, Joaquin e Borja Valero in vista della partita casalinga contro il Verona. I viola però possono aggiudicarsi il primo posto nel girone in caso di vittoria, evitando così le uscenti della Champions League. Dall'altra parte i portoghesi vogliono ben figurare, nonostante siano già matematicamente fuori dai giochi per la qualificazione. Nel primo tempo le squadre si studiano, ma nessuna delle due riesce a sopraffare sull'altra. La partita rimane equilibrata fino al ventesimo, quando Ruben Ribeiro viene lanciato verso la porta avversaria, il centravanti mette il pallone in mezzo per Bebè che incredibilmente sbaglia a porta libera. Nella ripresa entra Pizarro al posto di Bakic e i viola sembrano avere un piglio diverso. I ragazzi di Montella tengono il possesso, con Pizarro che detta il gioco viola e Aquilani che ci prova dentro all'area, ma il suo tiro finisce alto. Poi al 69' c'è un episodio dubbio su Mati Fernandez che in area trova il dribbling e viene atterrato ma l'arbitro lascia proseguire. Al 76' Aquilani colpisce di testa sul corner ma il tiro viene facilmente parato da Filipe. Poi però è il Pacos ad andar vicino al gol con Manuel Josè, il tiro è forte e teso ma Munua riesce a smanacciare in angolo. Negli ultimi minuti i viola provano a trovare il colpo decisivo, prima con Marcos Alonso che di mancino prova un diagonale al volo, la conclusione difficile finisce alta, poi con Cuadrado che, dopo un'azione personale, lascia partire un tiro potente ma Filipe respinge ancora una volta in angolo. Così il match finisce in pareggio, i viola si giocheranno il primato con il Dnipro.

La Fiorentina pareggia per 0-0 sul campo del Pacos Ferreira, nella quinta e penultima giornata del gruppo E di Europa League. I viola erano già qualificati ai sedicesimi di finale, ma cercavano un successo per essere sicuri del primo posto, che garantirebbe un sorteggio migliore al turno successivo (per le seconde classificate c'è anche la possibilità di incrociare le squadre eliminate dalla Champions, teoricamente più forti). Invece il discorso per la prima posizione è rimandato al prossimo 12 dicembre, quando nell'ultima giornata della fase a gironi la Fiorentina riceverà il Dnipro. Gli ucraini hanno battuto nettamente i rumeni del Pandurii (4-1), per una classifica del gruppo E che dopo 5 giornate si configura così: Fiorentina 13 punti, Dnipro 12, Pacos Ferreira 2, Pandurii 1.

Ecco le formazioni ufficiali di Paços Ferreira-Fiorentina, quinta e penultima giornata del gruppo E di Europa League. 45 Antonio Filipe; 14 Tony, 2 Tiago Valente, 19 Ricardo, 22 Helder Lopes; 96 Anunciaçao, 8 Andre Leao, 88 Seri; 7 Ruben Ribeiro, 81 Manuel José, 33 Bebè. A disp: 1 Degra, 15 Gregory, 4 Romeu, 20 S. Oliveira, 9 Irobisio, 11 Caetano, 16 Hurtado. All: Calisto. 78 Munua; 4 Roncaglia, 40 Tomovic, 5 Compper, 3 Marcos Alonso; 8 Bakic, 10 Aquilani, 21 Ambrosini; 14 Mati Fernandez, 72 Ilicic; 30 Matos. A disp: 1 Neto, 15 Savic, -- Fazzi, 7 Pizarro, 28 Capezzi, 11 Cuadrado, 77 Iakovenko. All: Montella 

Pacos Ferreira e Fiorentina dovrebbero scendere in campo con moduli di gioco quasi uguali. Annunciato il 4-3-3 per i portoghesi mentre Montella dovrebbe optare per il  cosiddetto albero di Natale, il 4-3-2-1. Dovrebbe esserci spazio sulle fasce per le avanzate dei terzini, una chiave tattica potrebbe essere quali giocatori sapranno spingere di più sulle corsie di competenza. Attesa per Josip Ilicic: in una partita dall'inferiore contenuto di classifica lo sloveno dovrà liberare il proprio talento a briglie sciolte, e dimostrare di poter fare la differenza. Potenzialmente interessante il duello sulla fascia che opporrà Tony, terzino destro del Pacos, allo spagnolo Marcos Alonso, mancino della Fiorentina. 

Le quote SNAI per la partita di Europa League Paços Ferrieria-Fiorentina. Il successo del Pacos è quotato a 5,50, il pareggio a 3,75 mentre il successo della Fiorentina è quotato a 1,60. Under 2,5 gol quotato a 1,73, Over a 2,00; Gol quotato a 1,90, NoGol a 1,80. Combinazioni risultato parziale/finale: la vittoria del Pacos i entrambi i tempi (combinazione 1-1) è quotata a 10,00, quella dopo pareggio all'intervallo (X-1) a 11,00 e quella in rimonta dopo vantaggio Lazio nel primo tempo (2-1) A 40,00. Il pareggio della Lazio nella ripresa (combinazione 1-X) è quotato a 15,00, quello in entrambe le frazioni (X-X) a 5,50 e quello del Pacos nel secondo tempo (2-X) a 15,00. Il successo della Lazio in rimonta nella ripresa (combinazione 1-2) è quotato a 25,00, quello dopo pareggio all'intervallo (X-2) a 4,00 e quello in entrambi i tempi (2-2) a 2,35. Somma gol finale: 0 quotato a 10,00, 1 a 4,50, 2 a 3,20, 3 a 4,00, 4 a 5,20 e superiori a 6,75. Risultato esatto: 1-0 per il Pacos quotato a 13,00, 2-0 a 30,00, 2-1 a 16,00, 3-0 a 100,00, 3-1 a 50,00, 3-2 a 60,00, 4-0 a 225,00. Pareggi: 1-1 quotato a 6,50, 2-2 a 16,00, 3-3 a 75,00, 4-4 a 225,00. 0-1 per la Fiorentina quotato a 3,20, 0-2 a 6,50, 1-2 a 8,00, 0-3 a 13,00, 1-3 a 12,00, 2-3 a 30,00, 0-4 a 25,00, 1-4 a 28,00, 2-4 a 60,00.

Alle 21.05 di questa sera si gioca Pacos Ferreira-Fiorentina, partita valida per la quinta e penultima giornata del gruppo E di Europa League. La qualificazione per i viola di Vincenzo Montella è già arrivata dopo l'ultima partita, giocata tre settimane fa. Non potrebbe essere altrimenti, visto che la Fiorentina è stata capace di infilare una serie di quattro vittorie consecutive: ora resta solo da conquistare matematicamente il primo posto nel girone, traguardo che potrebbe essere ottenuto già stasera battendo i padroni di casa a Guimaraes, sede delle partite casalinghe europee della formazione lusitana dal momento che lo stadio di Pacos de Ferreira non risponde ai requisiti richiesti dalla Uefa. Per i portoghesi questa Europa League è stato un calvario: un pareggio e tre sconfitte, eliminazione già certa, ora resta solo il desiderio di fare bella figura, ma le motivazioni prevedibilmente non saranno altissime, anche perché in campionato il Pacos Ferreira si ritrova a lottare per non retrocedere e dunque i sogni europei sono già stati sepolti. Per la Fiorentina sarà una sorta di esame di maturità: c'è poco in palio questa sera, e l'avversario non è certo trascendentale, ma proprio queste sono le occasioni in cui spesso si rischia di fare brutta figura. I viola dovranno evitarlo, anche perché il primo posto nel girone potrà dare alcuni vantaggi concreti nel sorteggio dei sedicesimi, e i tre punti di vantaggio sul Dnipro vanno conservati in vista dello scontro diretto dell'ultima giornata, che comunque sarà giocato a Firenze. Altro piccolo vantaggio per i viola.

La stagione del Pacos Ferreira può essere paragonata ad un incubo: reduce dallo splendido terzo posto dello scorso campionato, che aveva spalancato a questo piccolo club le porte dei playoff di Champions League, già ad agosto il sogno si era infranto contro uno Zenit San Pietroburgo decisamente superiore con un 8-3 complessivo e una sorte già segnata dopo la pesante sconfitta casalinga subita all'andata (1-4). Così, per il Pacos Ferreira ecco l'Europa League, ma con ben poche soddisfazioni. A metà settembre un nuovo brutto colpo, il 3-0 subito al Franchi, contribuì subito a mettere in difficoltà i lusitani, e certo il successivo pareggio casalingo (1-1) contro i rumeni del Pandurii non può essere considerato come un miglioramento. Le due successive sconfitte contro il Dnipro, per 2-0 sia in casa sia in trasferta, hanno segnato il destino europeo dei portoghesi, che nel frattempo si sono ritrovati in grossa difficoltà anche in campionato, dove attualmente occupano l'ultima posizione con soli otto punti conquistati nelle prime dieci giornate, nel gruppone delle squadre che dovranno lottare per conservare il posto nel massimo campionato. Per la Fiorentina le cose sono molto diverse, anche se tutto è iniziato con un brivido nei playoff di fine agosto contro il Grasshoppers, quando alla vittoria in Svizzera fece seguito una sconfitta casalinga che rischiò di eliminare troppo presto i viola. Ma nel girone la marcia dei toscani è stata trionfale, fin dal già ricordato 3-0 contro gli avversari di stasera. La partita chiave tuttavia è stata la seconda: la vittoria sul campo del Dnipro (1-2), principale rivale del girone, ha messo in discesa la strada della Fiorentina, che poi ha capitalizzato nel migliore dei modi la situazione battendo in entrambe le partite il Pandurii (3-0 in casa, 2-1 fuori). In campionato gli uomini di Montella hanno invece avuto alti e bassi di troppo, ben esemplificati dalla partita contro la Juventus. Dunque grandi prestazioni alternate a qualche battuta a vuoto che indica come il processo di crescita di questa squadra deve ancora andare avanti. Il quinto posto è comunque una buona base di partenza, soprattutto se si considera che quasi mai i gigliati hanno avuto a disposizione un certo Mario Gomez. Ora però è giusto concentrarsi di nuovo sull'Europa League e sulla quinta giornata del gruppo E, perché la partita Pacos Ferreira-Fiorentina sta per cominciare...