BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Probabili formazioni/ Parma-Bologna, i protagonisti: ultime novità (serie A, 14esima giornata)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Biabiany contro Diego Perez (Infophoto)  Biabiany contro Diego Perez (Infophoto)

PROBABILI FORMAZIONI PARMA-BOLOGNA (SERIE A, 14ESIMA GIORNATA): LE NOTIZIE ALLA VIGILIA - Quattordicesima giornata di Serie A: si parte domani con i consueti anticipi, avremo per questo fine settimana due posticipi al lunedi. Ad ogni modo la prima gara del sabato, alle ore 18, è Parma-Bologna: derby emiliano sempre molto sentito, e che vale molto per entrambe le formazioni che arrivano da un turno positivo. Per i ducali si è trattato addirittura della vittoria esterna contro il Napoli, mentre i felsinei hanno comunque frenato la corsa di un'Inter in salute. Entrambe puntano alla salvezza, anche se forse i gialloblu hanno qualcosa in più e possono ambire ad avvicinare le posizioni europee, a patto di avere la costanza giusta e di tenere fino a primavera inoltrata. 

QUI PARMA - Il vero problema della squadra sembra essere la fase difensiva: il Parma subisce tanti gol (20, e più in casa con 11) e non riesce a sviluppare un gioco che consenta di proteggere l'area attraverso il controllo del pallone, pratica nella quale i ducali sono all'undicesimo posto in serie A. Tutto sommato le cose vanno bene: gli attaccanti dimostrano di saper sfruttare le occasioni (4,3 tiri nello specchio a partita, quattordicesimo dato) e ancora una volta il Parma si trova a scalare la classifica. Bisogna certamente migliorare sul piano della personalità, ma come sempre la formazione allenata dall'ex CT della Nazionale è letale nelle ripartenze e sta trovando il miglior Cassano: 5 gol e 3 assist vincenti su un totale di 28. Il barese è l'uomo che tira di più in porta: 23 le sue conclusioni, contro le 22 di Parolo. Per contro, va registrata la crisi di Amauri: per lui 21 tiri e nessun gol. Nonostante tutto Donadoni sembra intenzionato a ridargli un posto in attacco, con Biabiany e Gobbi sulle corsie laterali e Marchionni ancora una volta in cabina di regia, affiancato da Parolo e dal confermato Acquah. Confermato il terzetto titolare in difesa.

QUI BOLOGNA - Il pareggio contro l'Inter ha ridato un po' di fiducia a una squadra che sta soffrendo tanto. Sembra che manchi, più che altro, una continuità: alcune prestazioni buone, poi si ricade in vecchi problemi e non si riesce a fare una striscia di risultati che allontani lo spettro della retrocessione. Per il momento i felsinei sono fuori dai guai, ma non possono esultare troppo: eppure, l'efficacia non manca perchè da un possesso palla che è il terzultimo della Serie A scaturisce una media di 5 tiri in porta a partita, e una pericolosità offensiva che è superiore ad esempio a quella di Atalanta e Genoa, squadre che la precedono in classifica. Anche qui il problema è dietro: 25 gol subiti sono la penultima difesa del torneo, su questo aspetto Pioli sta lavorando cambiando più volte modulo (domani si gioca ancora a tre, con Sorensen-Natali-Antonsson) e più che altro ha bisogno del miglior Diego Perez in mediana, con Krhin che non è propriamente un incontrista. Diamanti è come sempre il tutto fare della squadra: 31 assist - ma solo uno vincente - con 50 tiri in porta, che sono appena meno del doppio di quanto faccia il secondo (Kone). in attacco scelto Rolando Bianchi, che sta dimostrando miglioramenti rispetto a un avvio di stagione decisamente negativo (Cristaldo è comunque indisponibile). 

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.