BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Pagelle/ Udinese-Inter (0-3): i voti della partita (Serie A, undicesima giornata primo tempo)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto Infophoto  Foto Infophoto

PAGELLE UDINESE-INTER (0-3): I VOTI DELLA PARTITA (SERIE A, UNDICESIMA GIORNATA PRIMO TEMPO) - L'Inter sfata il tabù Udinese e si porta a casa la vittoria. Finisce 3-0 per gli uomini di Walter Mazzarri: due reti nel giro di quattro minuti nel primo tempo, poi nel finale Ricky Alvarez chiude i conti in contropiede. Inter che si conferma al quarto posto in classifica, mentre i friulani sono al secondo stop consecutivo tra le mura amiche. VOTO PARTITA, 6.5: sufficienza merito del primo tempo dell'Inter, che a tratti regala spettacolo divertendo. Udinese troppo remissiva,non propone il suo bel gioco se non a ridosso dell'intervallo. Il secondo tempo è giocato in modo nervoso e disordinato, lo spettacolo è alquanto deprimente con qualche raro bagliore come il terzo gol nerazzurro a tempo scaduto. UDINESE, 4.5: c'erano tanti infortuni importanti, ma non è un'attenuante. E' mancata proprio l'idea di gioco, è mancato anche il carattere, troppo impaurita appena l'Inter alza i ritmi. Deludente. INTER, 7.5: vittoria pesantissima con tanti gol e zero subiti. In un campo difficilissimo trova una prova convincente che ne rilancia le ambizioni. Finalmente solida dietro, nonostante gli infortuni, ottimo filtro a centrocampo e solito attacco intercambiabile e molto mobile. ARBITRO, SIG. MASSA, 6.5: partita ordinata senza sbavature.

CLICCA QUI PER PROSEGUIRE LA LETTURA DELLE PAGELLE DI UDINESE-INTER 0-3 (SERIE A, UNDICESIMA GIORNATA)

PAGELLE UDINESE-INTER: I VOTI DELLA PARTITA (SERIE A, UNDICESIMA GIORNATA PRIMO TEMPO) - L'Europa sta scappando, e l'Inter non può permettersi altri passi falsi. Ma la partita di Udine è quanto di più insidioso potesse capitare in questo momento, in cui le cose, in particolare in zona difensiva, non girano benissimo. C'è però una nota lieta: è argentina, ha la fascia sul braccio e carisma da vendere: è capitan Zanetti, alla prima convocazione dopo il terribile infortunio. Mazzarri si appella al suo capitano in panchina, mentre in campo manda la solita squadra, con le sole variabili Taider per Kovacic e Samuel per il lungodegente Campagnaro. Guidolin si dispone con uno schieramento speculare, affidandosi a Di Natale e Muriel per bucare la fragile difesa nerazzurra. In avvio si gioca poco, le due squadre sono timorose e preferiscono sfidarsi col fioretto per una decina di minuti, fatta di lunghi lanci, molti dei quali sbagliati, e di studio reciproco. Al quarto d'ora però i nerazzurri cominciano ad andare di sciabola, e i bianconeri si impauriscono ulteriormente, rintanandosi nella propria metà campo. Un buon possesso palla della squadra di Mazzarri le permette di acquisire metri e fiducia, finchè diventa una specie di assedio. A suonare la carica è Cambiasso, che recupera quintali di palloni e si propone in avanti con pericolosità, come al 20' quando dal limite esplode un sinistro terra-aria che Brkic sfiora in angolo. Un minuto dopo una gran palla di Johnatan trova Nagatomo al limite dell'area piccola, ma il suo destro finisce a lato di poco. E' il preludio al gol, che arriva al 25': punizione da destra di Taider, Palacio anticipa tutti e infila Brkic basso sul secondo palo di testa. L'Udinese accusa, i nerazzurri si galvanizzano e in quattro minuti trovano il raddoppio: corner da destra, Brkic buca l'intervento e sul secondo palo Ranocchia trova la coordinazione perfetta per sbarare una bomba al volo di destro nella porta sguarnita. Siamo solo alla mezzora, ma l'Inter sembra già in controllo. L'Udinese finalmente si sveglia, e reagisce rabbiosamente, ma produce poco: anzi nulla, l'unica occasione è per Muriel, che sciabatta un sinistro davanti adHandanovic, occasione comunque creata da un errore di Samuel. Il centrale argentino, fin lì perfetto, si fa male, e viene sostituito da Rolando. E' l'ultima annotazione sul taccuino, perchè poi non succede più nulla: l'Udinese infatti cerca il gol che riapra, ma l'Inter, sotto gli urlacci di Mazzarri, tiene duro e torna negli spogliatoi col meritato doppio vantaggio. PAGELLE PRIMO TEMPO UDINESE, 5: remissiva e impaurita, irriconoscibile. MIGLIORE UDINESE, Badu, 6: macchinetta sulla destra, e spesso argina le offensive nerazzurre. PEGGIORE UDINESE, Muriel, 5: macchinoso, impreciso, spreca una grande occasione. INTER, 7: tosta, gagliarda fin da subito, trova il meritato doppio vantaggio dominando in trasferta una squadra temibilissima. MIGLIORE INTER, Cambiasso, 7.5: magistrale, recupera miriadi di palloni e dispensa assist e saggezza. Sfiora anche il gol. PEGGIORE INTER, Juan Jesus, 5.5: talvolta impacciato, spreca qualche pallone di troppo in avvio. Poi si riprende.


  PAG. SUCC. >