BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Pagelle/ Genoa-Torino: i voti della partita (Serie A 14esima giornata)

Lo stadio di Marassi (Infophoto)Lo stadio di Marassi (Infophoto)

Padelli 6: sempre attento e concentrato sui tiri degli attaccanti genoani; anche fortunato in certe circostanze (tiro deviato di Matuzalem e respinta del tiro di Gila). Sostituito da Gomis per infortunio. (Gomis 6: entra subito in partita e subisce un gol non per colpa sua)

Glik 6: le palle alte son tutte sue e tiene Gila lontano dall’area di rigore evitando il pericolo principale.

Bovo 6: in difesa non impeccabile ma si fa vedere molto in avanti con tiri da fuori e calci di punizione insidiosi

Moretti 6,5:  buona prestazione dell’ex genoano che davanti al suo vecchio pubblico non si fa intimorire e tira fuori energie nascoste

Darmian 7: prestazioni superlativa del terzino destro che continua a dar segni di maturità e fiducia a Ventura. Su questo ragazzo bisogna investire.

Vives 6: il giallo a inizio partita lo condiziona molto ed entra meno deciso di quanto potrebbe. Il suo contributo è comunque utile e gradito

Farnerud 6:da lui nasce il gol del vantaggio e sempre con il suo mancino è andato vicino al raddoppio nel secondo tempo. In fase di impostazione non eccezionale.

El kaddouri 6,5: terzo gol in due partite e qualità sulla trequarti campo sempre pronta ad innescare Cerci e Immobile in profondità

Pasqual 5,5: non da ricordare come prestazione. Poco servito e poco nel vivo dell’azione. Il suo marchio di fabbrica sono i cross, sta sera non ce li ha fatti vedere.

Cerci 6,5: il giocatore più talentuoso della partita gioca all’altezza delle aspettativi: di un altro passo rispetto a Moretti, colpi di fino e gol sfiorati. Prestazione macchiata solo dal gol non trovato.

Immobile 7 (migliore): la sua mobilità mette in crisi tutto il reparto difensivo avversario. Gioca da entrambi i lati e sbuca sempre alle spalle dei difensori. Per sua sfortuna sta sera in porta c’era Perin perché un gol se lo sarebbe meritato.

(Francesco Ballerini)

© Riproduzione Riservata.