BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Probabili formazioni/ Catania Milan: ultime novità (Serie A, quattordicesima giornata)

Pubblicazione:sabato 30 novembre 2013 - Ultimo aggiornamento:domenica 1 dicembre 2013, 9.53

immagine d'archivio immagine d'archivio

PROBABILI FORMAZIONI CATANIA-MILAN (SERIE A, QUATTORDICESIMA GIORNATA): ALLEGRI FA ESPERIMENTI IN DIFESA – Si avvicina Catania Milan, e per i rossoneri è tempo di lasciare alle spalle le vicende societarie e tornare a concentrarsi sul campionato. Allegri come sempre deve fare il contro con gli infortunati e vista l'impossibilità di recuperare Mexes per questa partita, si prova una nuova linea difensiva fino ad ora inedita con Poli-Silvestre-Bonera-Emanuelson.

PROBABILI FORMAZIONI CATANIA-MILAN (SERIE A, QUATTORDICESIMA GIORNATA): LE NOTIZIE ALLA VIGILIA – Trasferta delicatissima quella del Milan al Massimino di Catania. Nella giornata di ieri si è consumato lo strappo tra Galliani e la società: “Basta, mi dimetto”. Dopo 27 anni lo storico amministratore delegato lascia tra veleno e polemiche. Il Diavolo nelle prime tredici giornate ha raccolto troppo poco: 14 punti. I rossoneri annaspano in zone della classifica che non gli competono per blasone, ma questa sembra proprio un’annata storta nella quale verranno pagati gli errori per la mala gestione di questi ultimi tempi. Il Catania, dalla sua, è ultimo a pari merito con il Chievo a quota 9 e necessita più che mai di tre punti per risollevarsi. Sarà, senza dubbio, in match vibrante.  Il Milan, reduce dal brutto pareggio casalingo contro il Genoa (1-1)  che ha fatto esplodere la rabbia dei tifosi, si è riscattato in terra europea vincendo in scioletezza per 3-0 al Celtic Park. Kakà si è detto certo: “è la vittoria della svolta”. Allegri, ma soprattutto i tifosi milanisti lo sperano tanto. I siciliani, che hanno già vissuto un cambio di panchina (esonerato Maran) non stanno rispondendo al meglio alla cura De Canio che è obbligato a macinare punti per scrollarsi dalla spalle le aspettative di presidente e città. La parola d’ordine è cancellare il tonfo di Torino (4-1 per i granata) e ripartire subito. L’arbitro dell’incontro sarà il signor Rizzoli, assistenti di linea Nicoletti e Vuoto; il quarto uomo sarà De Pinto, mentre gli arbitri di porta Mazzoleni e Tommasi.

QUI CATANIA – Come già anticipato, lo scivolone contro il Torino fa ancora male, ma il Catania, ultimo in classifica vuole e deve risalire la corrente. Il gioco latita e De Canio, oltre che dare una sveglia tecnico-tattica, deve soprattutto tirare fuori l’orgoglio e la voglia dei suoi, demotivati e un po’ smarriti a causa di questi due mesi non certo buoni. La partita contro il Milan potrebbe dare le giuste motivazioni per iniziare a trovare un’identità che finora è mancata. Il mister si affiderà al  4-3-3, ma si trova costretto a fare i conti con gli acciacci di Almiron, Bergessio, Belluschi e Izco. Davanti ad Andujar troveremo Alvarezoì, Gyomber, il rientrante Spolli e Capuano. Il centrocampo a tre sarà formato da Plasil, Tachtsidis e Guarente, mentre il tridente d’attacco vedrà Barrientos, Maxi Lopez e Castro.

QUI MILAN – Il Milan non vince dal 19 ottobre scorso: un digiuno che si sta facendo sentire eccome in classifica e nell’umore di ambiente e tifosi, ormai sconsolati. Per il Diavolo è emergenza difensori: l’allarme è rosso più che mai. In difesa mancano infatti Abate, Mexes, Zapata (squalificato un turno), De Sciglio (e dunque la teorica difesa titolare) più Zaccardo. Come si è già visto a Glasgow, Poli andrà a fare il terzino con Bonera e Silvestre centrali, mentre Constant sembra esseere in vantaggio su Emanuelson sulla corsia di sinisrra. A centrocampo Nocerino affiancherà De Jong e Montolivo visto l'infortunio di Sulley Muntari. L’attacco sarà formato da Birsa e Kakà a sostegno di Balotelli. Ricordiamo come in infermeria ci sia anche Robinho (per un infortunio alla spalla che lo terrà fuori fino a Gennaio. Niang e Matri partiranno dalla panchina, anche se l’attaccante ex Juve potrebbe scalzare Birsa, ma lo sloveno è favorito per la maglia da titolare.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.