BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Probabili formazioni/ Juventus Udinese: i ballottaggi (Serie A, quattordicesima giornata)

immagine d'archivioimmagine d'archivio

Alla vigilia della sfida di domenica contro la Juventus il tecnico dell'Udinese Francesco Guidolin ha parlato in conferenza stampa ai microfoni dei giornalisti: "Affrontiamo la squadra più forte della Serie A che, con ogni probabilità, è destinata a rivincere lo scudetto per il terzo anno consecutivo. Ai miei ragazzi chiedo solamente una dose di coraggio in più e di osare. Dovremo essere abili nelle ripartenze ed essere più propositivi”. E continua: “Tutte le squadre che incontrano la Juve si aspettano di poter giocare nella metà campo dei bianconeri, ma poi la realtà dei fatti solitamente si rivela diversa e si ritrovano schiacciate a dover fronteggiare gli attacchi degli uomini di Antonio Conte”. Certo, l’assenza di Muriel pesa molto: “Perdere Luis è un bel guaio. C'è sempre bisogno delle sue progressioni e accelerazioni, ma preferisco concentrarmi sui ragazzi che sono disponibili”. Si va verso lo schema ad albero di Natale: Pereyra e Bruno Fernandes nuovamente a supporto di Totò Di Natale, con Basta e Lazzari mezzali a supporto di Allan che agirà in cabina di regia. Dietro non si cambia: Heurtaux e Gabriel Silva larghi, Danilo e Domizzi al centro. Difficile che cambi qualcosa, anche se il tecnico veneto potrebbe optare per l'esperienza di Pinzi in mezzo al campo e la maggior fisicità di Naldo dietro. Anche Maicosuel è in ballottaggio per una maglia da titolare.

 Zielinski e Nico Lopez sono rapidi e hanno l'entusiasmo dalla loro: possono essere armi molto interessanti per Guidolin, che per il resto ha le solite varianti ma si ritrova con la panchina più corta a causa delle defezioni.

 Come quella di Muriel, per l'appunto: sono attese valutazioni più dettagliate, ma pare ormai chiaro che il colombiano rientrerà soltanto nel 2014. Con lui sono ai box il portiere Benussi e Ranegie, un altro giocatore del reparto offensivo che viene a mancare e dunque obbliga Di Natale agl straordinari. Nessuno squalificato.