BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Probabili formazioni/ Catania-Udinese, i protagonisti. Le ultime novità (Serie A, dodicesima giornata)

Pubblicazione:venerdì 8 novembre 2013 - Ultimo aggiornamento:sabato 9 novembre 2013, 17.21

Muriel  (Infophoto) Muriel (Infophoto)

PROBABILI FORMAZIONI CATANIA-UDINESE (SERIE A, DODICESIMA GIORNATA): LE NOTIZIE ALLA VIGILIA – Catania e Udinese avversarie nell’anticipo della dodicesima giornata di Serie A in programma domani pomeriggio alle ore 18:00 allo stadio Massimino. Le due squadre, in questo primo scorcio di campionato, hanno reso meno di quello che ci si poteva attendere, soprattutto gli etnei, i quali, dopo aver ben figurato negli ultimi anni prima sotto la guida tecnica prima di Montella e poi di Maran (sostituito quest’anno in corso d’opera da De Canio), si trovano a dover fare i conti con una classifica deficitaria che li vede in penultima posizione a più uno da Chievo fanalino di cosa e a meno tre dal terzultimo posto occupato dal Sassuolo. I friulani, invece, nonostante ci si aspettasse di più in termini di risultati, stanno navigando nella parte media della classifica con 13 punti, grazie a quattro vittorie, un pareggio e sei sconfitte, frutto di11 gol fatti e 14 subiti.

QUI CATANIA - Sono tante e, soprattutto, pesanti le assenze in casa biancorossa. In settimana De Canio ha recuperato Guarente (di rientro dalla squalifica) e gli acciaccati Spolli, Peruzzi e Monzon. In avanti, però, l’attacco dovrà fare a meno ancora degli infortunati Barrientos e Berghessio, e, al loro posto, giocheranno sicuramente Keko in appoggio a Maxi Lopez nei panni di unica punta. A centrocampo, ai lati di Almiron e Tachtsidis centrali, sugli fasce dovrebbero agire Castro a sinistra ed Izco a destra, mentre in difesa, Alvarez, Legrottaglie, Gyomber e Biraghi giocheranno a protezione del solito Andujar. Gli etnei sono la squadra peggiore del torneo per quanto riguarda la media di tiri in porta a partita e perpercentuale di pericolosità, notizie non di certo incoraggianti se si considerano le assenze di pedine fondamentali come Barrientos (miglior marcatore della squadra con 3 gol su 11 tiri), Berghessio (1 gol su 20 tiri ed un assist) e Plasil, ovvero il più propositivo in fase d’impostazione con ben 20 assist tentati di cui è risultato vincente.

QUI UDINESE – L’unico giocatore di cui Guidolin dovrà fare sicuramente e meno e Totò Di Natale, fermato da una lesione di primo grado al bicipite femorale della coscia sinistra. Al suo posto dovrebbe giocare uno traMaicosuel e Nico Lopez, con il brasiliano favorito nonostante le precarie condizioni di salute. A centrocampo rientra Dusan Basta, ma Pereyra sulla destra e Gabriel Silva in mancina, sono i favoriti per partire titolari, mentre, per quanto riguarda le corsie centrali, non dovrebbero esserci dubbi sull’impiego di Pinzi, Badu ed Allan. Quest’ultimo, nella seduta di allenamento di ieri, è stato protagonista di un acceso diverbio con il suo tecnico, ma la sua presenza non sembrerebbe compromessa. Dovrebbe essere certa anche la presenza diDomizzi, il quale, salvo eventuali complicazioni relative al suo ultimo infortunio, dovrebbe fare reparto conDanilo ed Heurtaux davanti a Brkic. Nonostante, in queste prime uscite stagionali, abbia reso meno di quanto ci si potesse aspettare, l’assenza della punta napoletana pesa come un macigno nell’economia del gioco dei friulani, come dimostrano i 4 gol in 33 tiri totalizzati che ne fanno il capocannoniere della squadra. In sua assenza, sarà fondamentale l’apporto del colombiano Muriel, autore, fin'ora, di 3 gol su 19 tiri ed un assist vincente su 10 tentati.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.