BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Pagelle/ Inter-Livorno: i voti della partita (Serie A 12esima giornata)

(INFOPHOTO)(INFOPHOTO)

Le pagelle dell'INTER

Handanovic, 6,5: solita tranquillità nelle uscite; per il resto non è implicato in miracoli da compiere, perchè il livorno non si rende pericolosissimo. Rende facile anche le cose difficili.

Rolando, 6: buona prestazione del centrale che annulla le punte avversarie con il supporto dei compagni di reparto.
Ranocchia, 6,5: bene in fase difensiva, dove controlla con tranquillità Paulinho, non sbaglia mai un intervento e rischia di trovare fortuna in area avversaria.
Samuel, 6: buona prestazione del roccioso difensore argentino che, unica pecca, non è preciso in fase di impostazione.
Jonhatan, 6,5: spesso confusionario e non preciso, ma spinge con costanza e da una sua azione insistita sulla destra nasce il gol del vantaggio.
Cambiasso, 6,5: metronomo del centrocampo, recupera un numero infinito di palloni e non li perde mai. Grande prestazione del centrocampista, perno della squadra di Mazzarri. 
Taider, 6,5: buona la spinta e buone giocate della mezz'ala che mette qualità e quantità al servizio della propria squadra, spingendo con continuità sul suo lato e mettendo in costante apprensione la retroguardia avversaria. (Zanetti, dal 82' del s.t., senza voto).
Alvarez, 5: partita senza squilli del talento argentino, che, rispetto alla qualità con cui ha giocato quest'anno, gioca senza dare accelerazioni e spunti alla fase offensiva della sua squadra. Per questo viene sostituito. (Kovacic, dal 58' del s.t., 6,5: assente fino alla fine quando sigla l'assist per il secondo gol di Nagatomo).
Nagatomo, 6,5: bene sul suo lato, sbaglia qualcosa in fase offensiva, ma nel finale realizza il gol del raddoppio che spezza le gambe al Livorno.
Guarin, 5,5: partita non molto attiva del trequartista, che gioca alcuni buoni palloni, ma non punta mai la porta e non va mai al tiro. (Belfodil, dal 71' del s.t., senza voto).
Palacio, 5,5: partita incolore della punta argentina che rispetto alle ultime partite sembra perdere un po' di smalto; sbaglia un gol e non fa tutto il movimento che fa di solito.
 
All. Mazzarri, 6: squadra quadrata, che oggi non gioca il calcio richiesto dall'allenatore; in ogni caso vanno fatti i complimenti a Mazzarri che sta inserendo le sue idee nelle teste dei giocatori.