BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Probabili formazioni/ Cagliari-Torino, notizie alla vigilia (Serie A 2013-2014, dodicesima giornata)

Domani pomeriggio, alle ore 15:00, Cagliari e Torino si contenderanno al Sant’Elia pesanti punti salvezza. Analisi della partita e probabili formazioni delle due squadre.

Cerci (infophoto)Cerci (infophoto)

Domani pomeriggio, il Cagliari ed il Torino, si contenderanno al Sant’Elia pesanti punti salvezza. Le due squadre, infatti, ad oggi hanno rispettivamente 10 e 12 punti (più uno e più tre dalla zona retrocessione), ed è chiaro che non possono di certo dormire sonni tranquilli. Nonostante il campionato non sia neanche ad un terzo di quella che è la sua lunghezza, le due squadre avranno sicuramente l’obbligo ed il dovere di cercare la vittoria, soprattutto dopo il brutto periodo da cui provengono le due squadre, come dimostrano le quattro sconfitte en una vittoria dei padroni di casa contro i quattro pareggi ed una sconfitta degli ospiti nelle ultime cinque partite.

Mister Diego Lopez, considerati gli infortuni di Ekdal, Perico, Pinilla e, in ultimo, anche il portiere Agazzi, dovrà fare i conti con una rosa rimaneggiata. In porta, dovrebbe giocare Avramov, in difesa, Ariaduo e Rossettini si giocano una maglia al centro della difesa insieme ad Astori, con Murru e Pisano sugli esterni. A centrocampo, Dessena, Conti e Nainggolan andranno a comporre la linea mediana, mentre Cossu dovrebbe agire in supporto della coppia d’attacco composta da Sau ed Ibarbo. Pesante sarà l’assenza per infortunio (lesione dell’adduttore) di Mauricio Pinilla, il cui contributo in fase realizzativa è stato inferiore a quanto previsto, come dimostrano i 2 gol totalizzati in 10 partite, anche se siamo sicuri che il colombiano (2 su 12 tiri ed 1 assist vincente su 13 passaggi tentati) sarà in grado di riuscire a sopperire alla sua assenza.

Niente per Mister Ventura. Il tecnico granata, infatti, complice l’infortunio di Barreto che ha complicato i suoi piani, domani pomeriggio potrebbe riproporre il consueto con Padelli in porta, davanti a lui dovrebbe giocare una linea difensiva composta da Darmian, Bovo, Moretti e D’Ambrosio, a centrocampo Gazzi, Vives e Basha agirebbero da schermo davanti alla difesa, mentre, davanti, Cerci ed El Kaddouri giocherebbero in appoggio a Ciro Immobile. A beneficiarne maggiormente, dovrebbe essere proprio la punta di Velletri, nonché assistman e bomber della squadra (8 gol su 32 tiri più 3 assist vincenti su 12 tentati), il quale, in questa posizione anziché largo in un attacco a quattro, avrebbe più possibilità di rendersi pericoloso sotto porta.