BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Probabili formazioni/ Fiorentina-Sampdoria, gli assenti (Serie A, dodicesima giornata)

Le probabili formazioni di Fiorentina-Sampdoria, partita valida per la dodicesima giornata del campionato di Serie A: matchmolto delicato per i blucerchiati, privi di Gastaldello e Costa

Il tecnico della Fiorentina Vincenzo Montella (Infophoto)Il tecnico della Fiorentina Vincenzo Montella (Infophoto)

La Fiorentina non è messa benissimo: Ambrosini e Mario Gomez sono assenze importanti e pesanti. Se è vero che la Viola ha saputo fare a meno del bomber tedesco, è altrettanto sacrosanto che tutti si immaginano dove sarebbe questa squadra con l'attaccante in coppia con Giuseppe Rossi; per quanto riguarda Ambrosini, ha giustamente voluto giocare a San Siro sapendo di non essere al 100%, e ha pagato dazio: viene a mancare un'opzione di grinta e instancabilità in mediana. Nella Sampdoria sono fuori in tanti, anche se forse l'indisponibilità più importante è quella di Ginaluca Sansone: attaccante rapido e sgusciante, un altro grande interprete del contropiede che nel sangue ha un istinto del gol più elevato che in Eder. Per Delio Rossi comunque, con fuori anche Barillà, Rodriguez, Castellini e Salamon, preparare la partita non è stato semplicissimo. 

Tanti giocatori in campo in questo Fiorentina-Sampdoria, tanti che possono dare la scossa giusta alla partita e condurla in porto. I Viola sono un concentrato di talento e piedi buoni che fanno del possesso palla la loro arma, i blucerchiati possono ripartire in contropiede con la velocità dei loro interpreti. Quali saranno i veri protagonisti della partita? Ne abbiamo scelti due. Lui più di Giuseppe Rossi, soprattutto in assenza di Pizarro: a lui spetta il compito di prendere per mano la squadra, dettarne i ritmi, impostarne l'azione e farla aprire e chiudere come una fisarmonica. Regista mascherato da mezzala che si sa buttare negli spazi, questa sera chiamato all'impostazione senza se e senza ma; se gira lui, gira la squadra. Per come gioca Delio Rossi, il brasiliano è l'uomo di punta, che può spostare gli equilibri. Se il tema tattico è: Fiorentina all'arma bianca, Sampdoria chiusa e rapida a ripartire, Eder vuoi sempre averlo in squadra per come sa prendere la palla e volare nella metacampo avversaria. Segna poco, ma fa segnare. I viola devono stare attenti: non tutti sono così veloci da tenergli il passo. 

Fiorentina-Sampdoria è una delle partite in programma per la dodicesima giornata del campionato di Serie A 2013-2014. Si gioca alle ore 20:45 allo stadio Artemio Franchi di Firenze: l'arbitro sarà il signor Damato della sezione di Barletta, assistito dai guardalinee Paganessi e Costanzo, dal quarto uomo Bianchi e dagli arbitri di porta Valeri e Merchiori. In classifica la Fiorentina ha 21 punti mentre la Sampdoria 9: partita particolarmente delicata per i blucerchiati, che in caso di sconfitta potrebbero salutare l'allenatore Delio Rossi.

Vincenzo Montella tiene sull’attenti i suoi, reduci dalla bella vittoria di SanSiro contro il Milan (2-0 firmato Vargas e Borja Valero). Alla vigilia della partita che vedrà contrapposta i Viola alla Sampdoria, l’areoplaino ha parlato ai giornalisti in conferenza stampa: "Domani ce la vedremo con un avversario a caccia di punti, sarà una partita molto delicata". Sulla situazione infortuni e acciaccati ha detto: "Pizarro e Ambrosini non si sono allenati con il gruppo, ci sarà la sosta e non vale la pena di rischiarli”  e non ha risparmiato i complimenti per Vargas: “è un giocatore molto utile, sa giocare da esterno ma può partire anche dall'interno come ha fatto a San Siro". Montella ha parlato anche del lavoro del mister avversario: “Quando una squadra è in emergenza talvolta riesce ad affrontare meglio gli impegni, quando Delio Rossi ha allenato la Fiorentina alcune partite difficili le ha vinte. Non voglio parlare adesso dell'episodio legato a lui. E' un allenatore che gestisce davvero bene i giovani che ha a disposizione". E in vista di Juventus-Napoli: “Non mi auguro nessun risultato. In casa noi ci sentiamo quasi il dovere di vincere, per questo fino a ora siamo stati più brillanti in trasferta, domani dobbiamo evitare di distrarci, quando c'è l'ultima partita di un ciclo talvolta è inconscio un rilassamento”. La formazione anti Samp dovrebbe comporsi con Neto in porta e quartetto difensivo formato da Tomovic (destra), Pasqual (sinistra), Gonzalo Rodriguez e Savic (in mezzo). A centrocampo Aquilani, Borja Valero e Matias Fernandez, in attacco tridente con Joaquin e Cuadrado ai lati di Giuseppe Rossi.

In panchina assieme a Montella dovrebbero partire il secondo portiere Munua, i difensori Roncaglia, Compper e Marcos Alonso, i centrocampisti Juan Vargas, Pizarro, Wolski, Iakovenko ed Ilicic e gli attaccanti Rebic e Matos.

Indisponibili per infortunio il difensore Hegazi, i centrocampisti Ambrosini e Bakic e l'attaccante Mario Gomez.