BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Probabili formazioni/ Juventus–Napoli, gli assenti (Serie A 2013-2014, dodicesima giornata)

Callejon (infophoto) Callejon (infophoto)

Domani sera, alle ore 20:45, il Napoli farà visita alla Juventus. Le due squadre hanno tenuto un ruolino di marcia pressoché identico (9 vittorie, 1 pareggio ed una sconfitta per entrambe, 23 gol fatti e 10 subiti i piemontesi contro i 24 fatti e gli 8 subiti de campani), ed il loro intento, soprattutto in virtù della più che probabile vittoria della capolista Roma contro la matricola Sassuolo, sarà quello di non perdere punti preziosi in chiave scudetto. Dopo l’ultima sessione di mercato che ha visto le due squadre rinforzarsi parecchio, soprattutto in chiave Champions, la sfida si preannuncia più intrigante come non lo era da circa una ventina d’anni a questa parte, ovvero da tempi di Maradona, con le dovute proporzioni, ovviamente. Eccovi dunque le probabili formazioni e le notizie alla vigilia del big-match, che sarà arbitrato dal signor Rocchi.

Complice la chiamata in Nazionale di Caceres, mister Antonio Conte dovrà, per forza di cose, ritornare al tanto caro 3-5-2, anziché al 4-3-3 come ipotizzato nei giorni scorsi. L’assenza del difensore uruguaiano, fa si che, l’unica alternativa valida all’indisponibile Lichtsteiner, sia proprio Mauricio Isla, non adatto ad essere schierato in una difesa a quattro considerate le sue maggiori doti propositive. Rispetto alla gara contro il Real Madrid, dunque, Asamoah verrebbe avanzato sulla linea dei centrocampisti, mentre in difesa, Ogbonna, insieme a Bonucci e Barzagli, sarà chiamato a sopperire all’assenza dell’indisponibile Chiellini, fermo a causa di un’elongazione muscolare. Per quanto concerne il centrocampo, Pogba è favorito su Marchisio per affiancare Pirlo e Vidal, mentre in attacco, Llorente è in vantaggio su Quagliarella e Giovinco per spalleggiare Tevez. Ancora fuori per infortunio, oltre all’esterno svizzero, anche Pepe e Vucinic.

Rafa Benitez avrà a disposizione quasi tutti gli elementi della rosa, ad eccezioni dei già noti infortunati Zuniga e Britos. Da valutare anche la convocabilità del portiere brasiliano Rafael, ma le sue condizioni non sembrano destare alcun tipo di preoccupazione sia per quanto riguarda l’entità dell’infortunio, sia perché il titolare inamovibile resta Reina. Davanti al portiere spagnolo, la difesa dovrebbe essere composta Maggio a destra, Armero a sinistra con Albiol in mezzo, mentre, per quanto riguarda l’altro centrale, il ballottaggio coinvolge sempre i soliti Fernandez e Cannavaro. A centrocampo, Inler e Behrami andranno a posizionarsi davanti alla retroguardia, e, qualche metro davanti a loro, agirà il consueto terzetto di trequartisti composto da Callejòn a destra, Hamsik in mezzo e Mertens (in netto vantaggio su Insigne) a sinistra. Sicura anche la presenza di Higuain nei panni di unico terminale offensivo.

© Riproduzione Riservata.