BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Calcio e altri Sport

Probabili formazioni/ Fiorentina-Verona, le ultime novità (serie A, 14esima giornata)

Probabili formazioni di Fiorentina-Verona: ecco le possibili scelte e le dichiarazioni di Montella e Mandorlini per la partita della quattordicesima giornata di Serie A, alle ore 19.00

In Serie A l'ultimo precedente è del 2001 (Infophoto)In Serie A l'ultimo precedente è del 2001 (Infophoto)

Lunedì ricco con due posticipi in serie A. Si comincerà alle ore 19.00 con Fiorentina-Verona allo stadio Franchi. La quinta contro la sesta della classifica, è una sfida dal sapore d'Europa. La squadra di Vincenzo Montella deve ad ogni costo cercare la vittoria, perché un cammino finora troppo altalenante ha impedito ai viola di puntare a posizioni ancora più prestigiose, che potrebbero essere alla portata dei gigliati. Dall'altra parte, ecco i gialloblu di Andrea Mandorlini, rivelazione del campionato ma in calo nelle ultime giornate: la classifica del Verona resta splendida, ma servirebbe almeno un pareggio per non imboccare una parabola discendente. Eccovi dunque ora le ultime notizie e le probabili formazioni di Fiorentina-Verona, partita che sarà arbitrata dal signor Doveri.

Queste sono state le parole di Vincenzo Montella in conferenza stampa: “Loro sono una squadra forte e compatta, giocano con allegria. Noi vogliamo vincere giocando un certo tipo di calcio, senza pressioni e con entusiasmo per non snaturarci. Vogliamo essere competitivi: ma dipende dalle avversarie, da quello che faranno a gennaio e da tanti altri fattori. La Juventus è la più forte e la più completa. Tutte le altre sono dietro. Il mercato di gennaio? Dipende da quello che si può fare economicamente, dalle nostre dimensioni e dalle opportunità. Guardate il bicchiere mezzo pieno e quello che è già stato fatto in estate. L’acquisto di Gomez è stato un capolavoro. Uno arriva dove può arrivare. Jorginho? Lo conosco poco, ha qualità, ma non sono in grado di spendere un giudizio su di lui. Io credo molto nelle motivazioni, soprattutto ad una certa età. Se Luca Toni fosse rimasto qui dietro Rossi e Gomez, giocando quindi poco, non so quante ne avrebbe avute. Certo, se avessimo saputo a priori dell’infortunio di Gomez… Batistuta sarà allo stadio? Se porta le scarpe lo facciamo giocare... Con Gabriel avevo un buon rapporto, lo abbiamo invitato allo stadio, spero venga a salutarci. A me ed alla società farebbe piacere. Vargas avrebbe meritato di giocare di più per come si allena. Ilicic? Si sta impegnando, anche se per alcuni non sembra vista la sua postura ed il modo di fare. Ma si spende molto per la squadra. Cuadrado? Può giocare anche a sinistra e lo sta facendo. Lì è più pericoloso in zona gol”. L'assenza di Pasqual spalanca le porte a Vargas. Più complicato sostituire lo squalificato Aquilani, perché Ambrosini non è al top: dunque è in preallarme anche Vecino. Questo è sostanzialmente l'unico dubbio di Montella, che per il resto confermerà la classica formazione titolare, con Rossi punto di riferimento in attacco.

Segnaliamo in particolare Alonso, che ha ancora qualche piccola chance di giocare fin dall'inizio in luogo di Vargas per sostituire Pasqual, mentre nel reparto offensivo ecco Ilicic, atteso a segnali di ripresa, e poi il bomber di Europa League Matos. Non mancheranno comunque a Montella buone soluzioni in ogni reparto.

Oltre ai soliti Hegazi e Gomez, che oggi ha in programma una visita decisiva per capire se il suo rientro è davvero prossimo, bisogna segnalare il problema ai flessori che mette fuori causa per questa partita il capitano Pasqual. Squalificato invece Aquilani.