BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Probabili formazioni/ Milan Ajax: i ballottaggi: Constant o Emanuelson? (Champions League, gruppo B)

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Balotelli ed El Shaarawy tornano a far coppia (Infophoto)  Balotelli ed El Shaarawy tornano a far coppia (Infophoto)

PROBABILI FORMAZIONI MILAN-AJAX (CHAMPIONS LEAGUE, GRUPPO H): LE NOTIZIE ALLA VIGILIA - Ultima chiamata Champions League per Massimiliano Allegri: domani sera a San Siro Milan-Ajax, ore 20,45 (arbitro l'inglese Howard Webb) vale per l'ultima giornata del gruppo H, e concede un posto agli ottavi di finale. Una delle due squadre si prenderà la torta: il Barcellona è già qualificato sfruttando lo scontro diretto tra le inseguitrici, anche se non è certo del primo posto. Che potrebbero conquistare i rossoneri: dovrebbero vincere e sperare nella sconfitta blaugrana contro il Celtic (comunque difficile). Molto più semplice e immediato pensare al secondo posto, comunque obiettivo minimo e alla portata: il Milan è padrone del suo destino e gli basterà un pareggio per festeggiare. In questo senso il calcio di rigore (generoso) concesso all'andata e trasformato da Mario Balotelli rischia di fare una differenza pesantissima, perchè ora l'Ajax è costretto a vincere per non essere eliminato. Il "salvagente" Europa League, visti i 4 punti di vantaggio sul Celtic, è già acquisito per gli olandesi: ora si tratterà di puntare alla grande impresa. 

QUI MILAN - Il Milan non riesce proprio a risollevarsi: le vittorie esterne contro il Celtic e il Catania (la prima in campionato) sembravano aver tolto i rossoneri dall'incubo di un inizio di stagione al rallentatore, ma poi è arrivato il pareggio di Livorno a complicare le cose e riportare la squadra a 22 punti di distanza dalla Juventus, con lo scudetto di fatto impossibile già a dicembre e un terzo posto che rimane lì (per modo di dire: -14) solo perchè il Napoli a sua volta non trova continuità di risultati. In Champions League le cose vanno meglio: il girone era tutto sommato abbordabile e il Milan lo ha giocato secondo copione, mostrando di fare fatica nelle prime partite ma contenendo il Barcellona a San Siro e poi riuscendo a fare 6 punti contro il Celtic. A fare la differenza come detto è il pareggio di Amsterdam: ci sono due risultati su tre e questo per Allegri è importante. Ci sarà Balotelli come prima punta: Super Mario è primo nelle classifiche di gol segnati (2) e tiri in porta (12), dimostrando che quando il suo rendimento cala la squadra ne risente. Verso una maglia da titolare anche Stephan El Shaarawy, e questa è un'ottima notizia: il Milan ha bisogno di un Faraone in forma, sulla trequarti con Kakà può davvero essere il valore aggiunto della squadra. Il resto non cambia: solito ballottaggio Emanuelson-Constant sulla sinistra, questa volta dovrebbe spuntarla il guineano.

QUI AJAX - La vittoria contro il Barcellona ha regalato un'ultima grande possibilità all'Ajax, che comunque anche con il pareggio sarebbe arrivato alla sesta giornata dovendo vincere per qualificarsi. Il grande rammarico per gli olandesi, al contrario, sarà quello - in caso di eliminazione - di aver buttato via una vittoria casalinga che a questo punto li manterrebbe al secondo posto. Così è andata, e bisognerà accontentarsi. Tanti problemi fisici per i ragazzi di Fran De Boer: basti pensare che tra gli attaccanti nessuno ha giocato tutte le partite, e che a centrocampo solo Christian Poulsen e Lasse Schone (2 gol) sono stati sempre presenti. In porta, dopo la prima partita giocata da Kenneth Vermeer, c'è stato il ribaltone: dentro Jasper Cillessen che effettivamente ha garantito un buon rendimento, con 8 parate in 4 partite. La formazione è il solito 4-3-3 di stampo olandese: De Boer ritrova l'islandese Sigthorsson e l'ex di giornata Bojan Krkic, ma solo per la panchina, davanti Schone con Fischer sugli esterni mentre punta centrale sarà Danny Hoesen. A centrocampo occhio a Davy Klaassen, uno degli osservati speciali del Milan (in chiave calciomercato); Daley Blind, figlio del capitano dei Lancieri che negli anni Novanta vinsero Coppa UEFA e Champions League, da terzino si è riciclato mediano davanti alla difesa. Dietro, così, gioca Ligeon con Moisander a guidare il reparto. Sempre fuori Siem De Jong, il capitano della squadra.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.