BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Diretta/ Fiorentina-Dnipro (risultato finale 2-1): cronaca e tabellino (gruppo E)

Diretta Fiorentina Dnipro: cronaca e tabellino della partita. I viola vincono in rimonta con i gol di Joaquin e Cuadrado e si prendono il primo posto nel gruppo E di Europa League

Foto Infophoto Foto Infophoto

La Fiorentina vince  2-1 contro il Dnipro e si prende il primo posto nel gruppo E di Europa League: evita le retrocesse dalla Champions e si prepara a un sorteggio morbido. E' stata una vittoria in rimonta al termine di una partita che prometteva bene nel primo tempo ma che con il passare dei minuti è diventata un lungo attendere la fine, anche perchè i viola che gestivano il ritmo erano sostanzialmente tranquiilli con il pareggio. Comprensibilmente ha iniziato meglio il Dnipro, capace di andare in vantaggio dopo 13 minuti con Konoplyanka, bravo a chiudere un triangolo con Rotan e infilare Neto sul secondo palo; la reazione della Fiorentina ha tardato un po' ad arrivare e il gol del pareggio è arrivato solo al 42', grazie a un colpo di testa di Joaquin ottimamente assistito da Cuadrado. Nella ripresa la partita si è addormentata: qualche scaramuccia tra Cuadrado e Fedetsky, ma nulla da segnalare sotto porta. Finchè a 13 minuti dal termine Cuadrado non si è inventato un bellissimo diagonale con il destro che ha regalato alla Fiorentina la quinta vittoria su sei partite (con un pareggio) e il primo posto nel girone. Per il Dnipro nessuna tragedia: gli ucraini sono secondi e accedono ai sedicesimi per il secondo anno consecutivo. 

Al 77' minuto di gioco Fiorentina 2 Dnipro 1. Gran gol di Juan Cuadrado, che questa volta si mette in proprio e scarica un destro all'angolino dove Boyko non può arrivare, bravo anche Ambrosini a recuperare palla a centrocampo e far ripartire l'azione. Con questo gol la Fiorentina blinda il primo posto nel gruppo E.

Il primo tempo di Fiorentina-Dnipro termina sul risultato di 1-1. La formazione ucraina si è portata in vantaggio al 13' minuto, quando l'ala Konoplyanka ha combinato bene col centrocampista Rotan e ha battuto Neto con un bel destro sul secondo palo. La Viola non s'è persa d'animo e ha pareggiato al 42'minuto, grazie ad un colpo di testa di Joaquin armato da un cross perfetto di Cuadrado. Tra le fila della Fiorentina ammoniti Matias Fernandez, Roncaglia e Ambrosini. Il primo tempo è stato equilibrato, il Dnipro si è dimostrato squadra insidiosa da affrontare e il pareggio si può definire il risultato più giusto. 

Al 42' minuto di gioco Fiorentina 1 Dnipro 1. Gran gol quello di Joaquin, metà del merito va a Cuadrado: strepitoso il guizzo del colombiano che sulla fascia destra, partendo da fermo, fa fuori l'avversario e mette il pallone sul secondo palo, sulla testa dell'accorrente Joaquin che è solo e non deve nemmeno saltare per spingere la palla in porta.

Al 13' minuto di gioco il Dnipro è in vantaggio. Bello il gol del giocatore di maggior talento, vale a dire Konoplyanka: il laterale ucraino converge da sinistra, serve Rotan che chiude l'uno-due con un pallone che sembra avere il contagiri, controllo e conclusione sul palo lungo del numero 10 del Dnipro. Fiorentina 0 Dnipro 1.

Le formazioni ufficiali della partita di Europa League Fiorentina-Dnipro. 1 Neto; 4 Roncaglia, 2 G.Rodriguez, 15 Savic, 3 M.Alonso; 20 B.Valero, 21 Ambrosini, 14 M.Fernandez; 17 Joaquin, 30 Matos, 11 Cuadrado In panchina: 78 Munua, 40 Tomovic, 23 Pasqual, 7 Pizarro, 10 Aquilani, 72 Ilicic, 49 Rossi Allenatore: Vincenzo Montella 71 Boyko; 5 Mandzuk, 44 Fedetskiy, 14 Cheberyachko, 2 Vlad; 20 B.Gama, 29 Rotan, 6 Kankava, 10 Konoplyanka; 89 Politylo, 18 Zozulya In panchina: 1 Bashtanenko, 4 Kravchenko, 7 Kulakov, 19 Kobakhidze, 97 Blyznychenko, 9 Kalinic, 11 Seleznyov Allenatore: Juande Ramos

La Fiorentina si disporrà in campo nel modulo 4-3-3 mentre per il Dnipro è annunciato il 4-4-2. Gli ucraini sono una squadra capace di ribaltare rapidamente il campo nelle azioni di contropiede, sarà quindi importante per la Fiorentina non lasciare troppi spazi nella metacampo difensiva. Borja Valero e Matias Fernandez dovranno essere bravi nella fase di ripiego, per non lasciare troppo solo Ambrosini che non ha più la resistenza dei suoi giorni migliori. Molta attesa per Josip Ilicic che dovrebbe partire titolare: gioca in casa e senza particolari pressioni legate al risultato, potrebbe essere la serata giusta per sbloccarsi. Di fronte le individualità migliori sono l'ala sinistra Evgen Konoplyanka, ucraino classe 1989, e l'attaccante Roman Zozulya, coetaneo e connazionale a segno già 3 volte nella fase a gironi di Europa League.

Le quote SNAI per la partita di Europa League Fiorentina-Dnipro, in campo alle ore 19:00. Il successo finale della Fiorentina è quotato a 1,80, quello del Dnipro a 4,25 mentre il pareggio a 3,50. Under 2,5 gol quotato a 1,80, Over a 1,90, Gol a 1,73 e NoGol a 2,00. Combinazioni risultato parziale/finale: la vittoria della Fiorentina in entrambi i tempi (combinazione 1-1) è quotata a 2,70, quella nella ripresa dopo pareggio all'intervallo (X-1) a 4,25, quella in rimonta nel secondo tempo (2-1) a 25,00. Il pareggio del Dnipro nella ripresa, dopo vantaggio viola nel primo tempo (combinazione 1-X) è quotato a 15,00, quello in entrambe le frazioni di gioco (X-X) a 5,00 e quello della Fiorentina dopo vantaggio Dnipro all'intervallo (2-X) a 15,00. Il successo del Dnipro in rimonta nella ripresa (combinazione 1-2) è quotato a 35,00, quello dopo pari all'intervallo (X-2) a 8,50 e quello in entrambi i tempi (2-2) a 8,00. Somma gol finale: lo 0 è quotato a 10,00, l'1 a 4,30, il 2 a 3,20; 3 a 4,00, 4 a 5,50, superiori a 6,50. 1X2 primo tempo: 1 quotato a 2,40, X a 2,15, 2 a 4,75. Risultato esatto: 1-0 per la Fiorentina quotato a 6,50, 2-0 a 8,00 così come il 2-1, 3-0 a 16,00, 3-1 a 14,00, 3-2 a 25,00, 4-0 a 35,00 così come il 4-1. Possibili pareggi: 1-1 quotato a 6,00, 2-2 a 15,00, 3-3 a 60,00, 4-4 a 200,00. Lo 0-1 per il Dnipro è quotato a 10,00, lo 0-2 a 22,00, l'1-2 a 14,00, lo 0-3 a 75,00, l'1-3 a 40,00, il 2-3 a 50,00, lo 0-4 a 175,00.

Alle 19 di questa sera, allo stadio Artemio Franchi, si gioca Fiorentina-Dnipro, partita valida per la sesta e ultima giornata del gruppo E di Europa League. Entrambe le squadre sono già qualificate per i sedicesimi di finale: hanno dominato il girone e hanno, rispettivamente, 13 e 12 punti. Si capisce da subito allora che questa sfida vale per il primo posto: un dettaglio da non sottovalutare, perchè permetterebbe di evitare le squadre più ostiche in sede di sorteggio, non soltanto le prime degli altri raggruppamenti ma anche e soprattutto quelle che arrivano dalla Champions League. La Fiorentina parte con una grande posizione di vantaggio: il punto in più le consente infatti di avere a disposizione sia il pareggio che la vittoria per centrare l'obiettivo, anche se il pareggio ottenuto due settimane fa in Portogallo impedisce agli uomini di Vincenzo Montella il terzo risultato, ovvero la sconfitta per 1-0. A fare la differenza infatti è per adesso la vittoria con cui la Viola era uscita dalla Dnipro Arena lo scorso 3 ottobre: era finita 2-1 con i gol di Gonzalo Rodriguez (su rigore) e Ambrosini, una partita molto combattuta e piacevole nonostante il campo non fosse in condizioni ottimali. Escludendo quella partita il Dnipro ha poi fatto percorso netto, e così la Fiorentina almeno fino al già citato 0-0 dell'ultimo turno. Il fatto di giocare in casa è per i viola un grande vantaggio: Vincenzo Montella ha detto a più riprese di tenere molto a questa competizione, anche se giustamente in questa prima fase ha dato ampio spazio alle sue seconde linee e così farà anche questa sera (clicca qui per le probabili formazioni). Non è la prima volta per il Dnipro contro un'italiana: già lo scorso anno gli ucraini avevano affrontato una nostra formazione nel girone, vincendo 3-1 in casa e perdendo 4-2 al San Paolo. Qualificata con il primo posto, la squadra allenata da Juande Ramos si era poi arresa ai sedicesimi di finale. La Fiorentina mancava a questa competizione dal 2008-2009, quando era stata eliminata ai sedicesimi; ma più in generale non affrontava una campagna europea dalla sfortunatissima edizione 2009-2010, terminata con un'eliminazione agli ottavi anche a causa di un macroscopico errore arbitrale. C'è un ex nella sfida di stasera, anche se non sarà in campo per infortunio: Ondrej Mazuch è stato a Firenze per due stagioni tra il 2007 e il 2009, ma ma in maglia viola ha messo insieme solo 2 presenze in Coppa Italia, e la società gigliata ha deciso di lasciarlo andare dopo una stagione in prestito in Belgio. Oggi non è un titolare inamovibile nel Dnipro, ma si è ritagliato un suo spazio. 

La Fiorentina è ancora imbattuta nelle partite casalinghe giocate in Europa League. Il girone certamente non era dei più difficili: si sapeva che il Dnipro avrebbe rappresentato l'ostacolo più duro e così è stato, nè i rumeni del Pandurii nè i portoghesi del Paços Ferreira, sorprendentemente terzi nel loro campionato lo scorso anno, si sono rivelate avversarie all'altezza. Così il raggruppamento è passato senza troppi scossoni: al Franchi 3-0 ai lusitani (reti di Gonzalo Rodriguez, Matos e Giuseppe Rossi) e stesso risultato contro il Pandurii (Joaquin, Matos e Cuadrado). In trasferta, detto della vittoria sul Dnipro, fondamentale è stato il 2-1 in rimonta contro il Pandurii, con i gol di Matos e Borja Valero negli ultimi minuti di partita: tre punti che hanno cambiato le sorti dei viola. Come abbiamo visto, la classifica dei marcatori della squadra è comandata da Ryder Matos: il brasiliano ha sfruttato appieno la possibilità concessagli da Vincenzo Montella e ha tirato il gruppo, cosa che farà anche questa sera. Il Dnipro da trasferta, va detto, non è lo stesso che si vede nella sua Arena; il rendimento esterno degli ucraini è inferiore, anche se per il momento entrambe le partite sono state vinte, nello specifico 1-0 in Romania (rete di Rotan) e 2-0 allo stadio di Guimaraes, firmato Rotan e Konoplyanka. E' in casa che gli uomini di Juande Ramos fanno la differenza, anche se si sono dovuti inchinare alla Fiorentina (nell'occasione aveva segnato Seleznyov su rigore) e hanno poi battuto 2-0 il Paços Ferreira (Matheus e Konoplyanka) e 4-1 il Pandurii (Kalinic, Zozulya, Shakhtov e Kravchenko). Se Konoplyanka è la stella della squadra, Ramos sa di poter contare su una serie di giocatori che sanno fare gol; questa sera tuttavia si troverà addirittura senza sette giocatori, e questo potrebbe essere un grosso problema in sede di partita. Il pronostico ce lo ha dato Anselmo Robbiati (clicca qui per l'intervista esclusiva): anche lui ha rimarcato come terminare al primo posto nel girone sarebbe decisamente utile, soprattutto avendo visto quali sono le squadre retrocesse dalla Champions League, tra cui Benfica (finalista lo scorso anno), Porto, Shakhtar Donetsk (queste due hanno vinto la UEFA negli ultimi anni) e Ajax. Non Juventus e Napoli, perchè non potranno esserci derby ai sedicesimi. Non resta allora che dare la parola all'Artemio Franchi e vedere come andrà a finire questa partita: la diretta di Fiorentina-Pandurii sta per cominciare…